Aglio orsino, passeggiate in uliveto, libri e feste in orto: è tempo di Slow Week!

Che settimana sarebbe senza gli eventi della Slow Week? Maggio si arricchisce ogni giorno di nuove iniziative che coinvolgono la rete Slow Food in tutta Italia: si avvicina lo Slow Food Day, in programma il 18 maggio, e qui potete trovare già molti degli appuntamenti organizzati da Condotte e Comunità Slow Food. Un momento di condivisione e festa per tutta l’associazione, ma anche un’occasione per lanciare il nuovo progetto degli Orti di Comunità. Prende forma la tre giorni di Anteprima Terra Madre e Festa del BIO che riunisce oltre 200 giovani di 30 associazioni al Maxxi di Roma dal 24 al 26 maggio, mentre a Brescia nello stesso fine settimana vi aspetta la presentazione della Guida alle Birre d’Italia di Slow Food Editore con tanti incontri e laboratori.

Continua anche la Food To Action Academy, la formazione riservata a socie e soci Slow Food. Il prossimo appuntamento, in programma martedì 14 maggio, è dedicato ai nuovi gastronomi. L’Università di Scienze Gastornomiche di Pollenzo nasce dall’idea di costruire un sistema gastronomico più sostenibile attraverso la formazione di futuri professionisti che abbiano un approccio altro rispetto a regole e tempi di un mercato che chiede velocità e profitto a tutti i costi. Quando uno studente esce dall’Unisg ha gli strumenti per vedere il mondo del cibo in maniera diversa, può incidere sul suo cambiamento sia che diventi un cuoco, un manager di un’industria o che lavori alla Fao. Intervengono Carlo Petrini, fondatore di Slow Food e Barbara Nappini, presidente di Slow Food Italia. Modera Francesco Anastasi, ex studente dell’Università di Scienze Gastronomiche. Con il supporto tecnico di Housatonic, agenzia di illustrazione e facilitazione grafica, che ci accompagna con lo scribing dell’incontro.

Potete iscrivervi qui! 

Questa Slow Week di maggio vi aspetta in Trentino-Alto Adige, Veneto, Liguria, Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Marche, Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna.

Buona Slow Week a tutte e tutti!

Trentino-Alto Adige

Folgaria (TN)

Dal 4 maggio al 1 giugno presso  Info Point Alpe Cimbra sarà presente la mostra fotografica “Zafferano, la sua terra, la sua gente”. La Comunità Slow Food dei produttori e co-produttori dello zafferano di Qa’en ha organizzato una mostra con le fotografie di Parisa Bajelan e Alireza Azadkia che ci portano nella capitale dello zafferano in Iran, la cittadina di Qa’en nel Khorasan sud. Un viaggio tra le stelle che accompagnano il miracolo notturno dello sbocciare dei fiori dello zafferano e tra la gente che ha un legame indissolubile con questo prezioso fiore.

Padergnone

Venerdì 17 maggio alle 20.30 la Casa Caveau Vino Santo a Padergnone ospita per la Biblioteca Vallelaghi la presentazione del libro “Cercatori d’erba” di Simonini, Gubert e Pedrinolla dedicato al mondo delle malghe e della produzione casearia artigianale, con la partecipazione di Associazione Mese Montagna. E non mancheranno assaggi a cura di Slow Food Trentino-Alto Adige Südtirol e di Caprapunk di Ernesto Benfari (Margone)

Drena (TN)

Venerdì 10 maggio alle 18.30 il Castello di Drena ospita una serata dedicata all’olio extravergine di oliva dei migliori produttori presenti nella Guida Slow Food Extravergini 2024 del Garda Trentino e della Lombardia. Dopo la presentazione della guida e la consegna degli attestati alle aziende premiate, sarà possibile degustare gli extravergini delle aziende in guida e dialogare con i produttori. Per l’occasione, Paolo Betti per i Cuochi dell’Alleanza del Trentino propone degli abbinamenti cibo/extravergine. La serata sarà accompagnata dalla Nosiola dell’Associazione Vignaioli del Vino Santo.

Liguria

Rocchetta di Cengio (SV)

Domenica 12 Maggio a Cengio Rocchetta (SV) si svolgerà la seconda edizione della Festa dell’Aglio orsino. Una festa organizzata dalla Condotta Slow Food e la Comunità del Cibo della zucca di Rocchetta da venti anni impegnata nella difesa della biodiversità e del rapporto indissolubile fra natura e condivisione del cibo “buono, pulito e giusto”. Dopo il successo della “zucca” del Moco delle valli della Bormida, passando dalle mele antiche e il gelso, grazie al lavoro avviato ai tempi della pandemia si “festeggerà” l’Aglio orsino una variante selvatica dell’aglio comune, pianta spontanea molto usata in cucina e ricchissima di proprietà benefiche.

Scopri qui il programma della giornata!

Piemonte

Torino

L’attesa è finita: ritorna il Mercato della Terra di Torino! Dal 9 maggio il Mercato di Slow Food sarà in città due volte al mese, il secondo e il quarto giovedì, in orario pomeridiano-serale: dalle 17 e fino alle 22, per fare la spesa, conoscere i migliori produttori del territorio, assaggiarne le eccellenze e portarle a casa con sé.  L’appuntamento quest’anno arriva in piazza Carlo Alberto, nel cuore di Torino, a due passi dal Museo Egizio e da Palazzo Carignano. Sarà l’occasione per vivere una delle piazze storiche della nostra città in maniera speciale, con attività didattiche, degustazioni e anche collaborazioni d’eccezione con le realtà enogastronomiche vicine.

Al Mercato della Terra di Torino naturalmente non si farà soltanto la spesa. Come accade in tutti gli altri mercati contadini di Slow Food, alla compravendita si affiancano attività di didattica, occasioni di approfondimento e scoperta di realtà e tradizioni del territorio.

Eccezionalmente durante le sere di Mercato, inoltre, i locali di Piazza Carlo Alberto proporranno a menu piatti speciali che avranno come materie prime alcune delle eccellenze dei produttori selezionati da Slow Food, per un aperitivo o una cena speciali. Il Mercato della Terra è così una festa di piazza, che propone ottime materie prime, buon cibo e i migliori produttori buoni puliti e giusti!

I produttori presenti giovedì 9 maggio saranno:

– Agrimani (Trofarello, TO) | Verdura biologica di stagione;

– Azienda Agricola Matteo e Sabrina (Scalenghe, TO) | Produzione e vendita di formaggi di montagna;

– Azienda Agricola Pozzatello (Orbassano, TO) | Sedano Rosso di Orbassano, Presidio Slow Food: trasformati;

– Beesu (Torino) | Ecopack in cotone bio e cera d’api;

– Cascina Bonetto (Lusernetta, TO)| Antiche varietà di mele piemontesi, Presidio Slow Food, succo e pacioc;

– Che Fermento! (Torino) | Ortaggi fermentati;

– La monetina d’argento (Torino) | Biscotti, confetture e lollipop da frutta fresca;

– Lo zafferano di Pralormo (Pralormo, TO)| Zafferano biologico;

– Officinali della Collina (Pino Torinese, TO) | Produzione e vendita di oli essenziali, lavanda officinale e tisane;

– Terre della Seta (Racconigi, CN)| Dalle more di gelso di Racconigi, confetture, nettare, gelee, liquore, more essiccate e la linea per la cosmesi.

Di seguito le prime date del Mercato della Terra di Torino: giovedì 9 maggio, giovedì 23 maggio, giovedì 13 giugno e giovedì 27 giugno.
A breve saranno comunicate anche le date successive.

Per maggiori informazioni:

Fb: https://www.facebook.com/mercatodellaterraditorino

Ig: https://www.instagram.com/mercato_della_terra_torino/

Torino, Salone del Libro

Nuove politiche del cibo non sono più procrastinabili. C’è chi fa ricerca, chi attivismo, chi trova anche una chiave narrativa per immaginare il futuro, denunciare e proporre soluzioni. Un appassionante progetto comune che unisce tutti noi. Venerdì 10 maggio alle 17.15, nell’ambito degli eventi organizzati da Slow Food Editore durante il Salone del Libro, intervengono sul tema:

  • Davide Marino, professore associato di Economia ed estimo rurale presso il Dipartimento di bioscienze e territorio dell’Università del Molise, docente al corso di Scienze enogastronomiche a RomaTre
  • Barbara Nappini, presidente di Slow Food Italia
  • Andrea Segré, professore ordinario di Economia circolare e politiche per lo sviluppo sostenibile all’Università di Bologna, preside della Facoltà di Agrarie e direttore del Dipartimento di scienze e tecnologie agroalimentari. Fondatore di Last Minute Market

A cura di Slow Food Editore, Minerva e Franco Angeli.

Scopri tutto il programma di Slow Food Editore a Gastronomica, presso il Caffè Letterario.

Cureggio (NO)

Giunge a Cureggio la seconda edizione del Mercato della Terra delle Colline Novaresi, in programma domenica 12 maggio in occasione di Naturale! L’appuntamento è dalle 10 alle 19 presso l’Antica Pieve in Piazza Giovanni XXIII, con ingresso libero per tutti.
La manifestazione è organizzata dalla Condotta Slow Food Colline Novaresi, insieme alla Pro Loco di Cureggio, con il patrocinio e il sostegno di ATL Novara e con il patrocinio di Unpli Novara. In tutta la giornata della domenica protagonisti saranno oltre venti piccoli produttori e artigiani del cibo che proporranno prodotti e cibi locali e di stagione, per una spesa buona, pulita e giusta: ortofrutta, dolci, farine, formaggi, salumi, pane, gelato, confetture, composte, olio, birre artigianali, miele, zafferano, riso e molto altro. Ci sarà anche la possibilità di mangiare piatti della tradizione da chioschi di cibo locale e truccabimbi e animazione per i più piccoli durante tutto l’arco della giornata.
Naturale! inizierà sabato 11 con diversi appuntamenti e proseguirà domenica 12 maggio con attività e approfondimenti per grandi e piccoli. Qui il programma completo: www.slowfoodcollinenovaresi.net

Alessandria

Lunedì 13 maggio dalle 14.30 presso le Scuole Morbelli, Pensogioco e Caduti pomeriggio di attività nell’orto per tutti i bambini e presentazione ufficiale degli Orti Slow Food dell’IC Straneo.

Lombardia

Milano

Slow Food Nord Milano partecipa alla Civil Week 2024: “La Costituzione siamo Noi”. Primo appuntamenot con “Mangiare è un atto civico: la dieta della Legalità”. Siamo inondati da messaggi che invitano a mangiare “pulito”, dividendo i cibi in buoni e cattivi per la diet, per convinzione etica, per benessere fisico. Ma ci siamo mai preoccupati di quanta legalità troviamo nel nostro piatto? La nostra dieta è ricca di truffe alimentari, agromafie, di lavoratori sottopagati ed esposti a condizioni di lavoro degradanti. Ne parliamo con Daniela Rubino, Avvocata, Slow Food Italia; Francesco Citarda, Presidente Consorzio agricolo Libera Terra di Libera Contro le Mafie e Nunzio Marcelli, Presidente APPIA – Rete della Pastorizia Italiana e Pastore. Al termine “Zuppa della Legalità per tutti”. 

Cinisello Balsamo (MI)

Sabato 11 maggio dalle 9 alle 13 Piazza del Salto si trasforma nella Piazza dei Valori, dove ci saranno assaggi buoni, puliti e giusti con il Mercato della Terra Nord Milano, un mercatino del baratto con scambio di vestiti e oggetti del social market. Porta un prodotto alimentare e scambialo con quello che ti serve! Ci sarà anche un laboratorio per bambini “Seminiamo e coltiviamo i fiori per l’estate” e la promozione dello Spazio Puf con divulgazione delle riflessioni sulla Costituzione.

Emilia-Romagna

Saludecio (RN)

Domenica 12 maggio Slow Food Emilia-Romagna presenta la Guida agli Extravergini 2024. La giornata si apre alle 9.30 con i saluti delle autorità, del presidente di ValConca Bio e del presidente di Slow Food Emilia-Romagna. Seguono poi alcuni interventi:

Etichettatura e confezionamento dell’olio di oliva extravergine, a cura di Marco Antonucci, coordinatore progetto Olio Slow Food Lombardia e Piemonte
Perchè recuperare gli olivi secolari, a cura di Mauro Ricciardelli e Francesca Casadei, produttori biologici di olio EVO
L’olivicoltura di confine e l’olio del ducato, a cura di Giampaolo Bononi, produttore biologico di olio EVO – Gropparello (PC) e Mauro Carboni, agronomo e Presidente dell’associazione “L’Olio del Ducato”
Presentazione del Protocollo Biodea, coordinata da Lia Cortesi, referente Presìdi e Alleanza Slow Food Emilia-Romagna

Infine, alle 11.30 si svolge la presentazione della Guida e la consegna dei riconoscimenti agli oli premiati dell’Emilia-Romagna.

Spilamberto (MO)

Sabato 11 e domenica 12 maggio all’interno della splendida cornice della Rocca Rangoni di Spilamberto torna l’appuntamento con Vignaioli Contrari. La manifestazione, giunta alla ottava edizione, è realizzata dalla Condotta Slow Food Vignola e Valle del Panaro e si presenta come un punto di riferimento per il mondo dei vini artigianali, prodotti da vitigni autoctoni. Con più di 60 produttori e oltre 350 etichette in degustazione, la selezione accurata delle cantine partecipanti continua a contraddistinguere la manifestazione, garantendo un’esperienza di degustazione di alta qualità. Inoltre, la grande novità di quest’anno è rappresentata dalla straordinaria opportunità di partecipare a laboratori e masterclass con relatori di spicco. In concomitanza, si svolge anche la seconda edizione del Slow Food Park a Spilamberto, un’occasione per farsi avvolgere dai profumi e dai sapori di una selezione esclusiva di prodotti artigianali. Dai formaggi affinati ai salumi ricchi di tradizione, dai liquori dal gusto intenso alle birre artigianali locali, senza dimenticare l’inconfondibile Aceto Balsamico Tradizionale di Modena – ogni assaggio è una celebrazione della biodiversità e dell’artigianalità che Slow Food preserva con passione. Alcuni dei prodotti presenti sono Presìdi Slow Food, testimoni della ricchezza culinaria che la nostra terra ha da offrire. L’accesso è completamente libero, quindi prendetevi la libertà di esplorare, degustare e portare a casa un pezzo della nostra identità enogastronomica.

Scopri qui il programma completo e come partecipare. Socie e soci Slow Food hanno uno sconto sul biglietto di ingresso!

slow week

San Giovanni in Persisceto (BO)

In vista di Terra Madre Salone del Gusto 2024, sabato 11 maggio Slow Food Godo e Bassa Romagna vi propone una giornata all’insegna della biodiversità a San Giovanni in Persiceto con la visita all’Area di Riequilibrio Ecologico La Bora. Qui si possono osservare le attività e gli animali nella zona umida, nel bosco mesofilo e nel centro rettili e anfibi. La visita si conclude con una degustazione dei prodotti dell’Azienda Agricola Caretti e un viaggio alla scoperta del Mondo delle api, fra apiterapia ed esperienze sensoriali con gli amici di Sire L’Alveare Salutare.
Ecco il programma della giornata

  • ore 09:30 – Ritrovo nel piazzale dell’Area di riequilibrio Ecologico “La Bora” in Via Marzocchi, 16 a San Giovanni in Persiceto, accoglienza presso il centro visite e presentazione del luogo.
  • ore 09:45 – Accompagnamento in visita ai punti di osservazione della zona umida (nidi coloniali di 4 specie di aironi, cormorano e marangone minore; osservazione dell’avifauna con cannocchiale 60 ingrandimenti: svassi maggiori, tuffetti, anatre di superficie).
  • ore 10:15 – Visita al bosco mesofilo: il rimboschimento più vecchio della pianura bolognese, richiami alle tecniche di rinaturalizzazione, l’importanza del legno morto, i nidi artificiali per aumentare la biodiversità, tracce e segni della vita animale, le pozze per le rane rosse, il ritorno della fauna selvatica in pianura: l’istrice, il tasso, lo scoiattolo, il capriolo e il lupo.
  • ore 11:00 – Rientro al centro visite e visita al Centro Rettili e Anfibi: il dietro le quinte della conservazione della testuggine palustre, la rara tartaruga delle antiche zone palustri; vasche e strutture per la moltiplicazione di Emys orbicularis e il progetto per la sua reintroduzione.
  • ore 11:45 – Trasferimento all’Azienda Agricola Caretti in via Zenerigolo, 4/B a San Giovanni in Persiceto. Pranzo con menù degustazione.
  • ore 14:30 – Trasferimento presso Sire L’Alveare Salutare in via Viazza 3 a San Giovanni in Persiceto, accoglienza e breve introduzione sull’originale progetto dell’Apiario Olistico Sire.
  • ore 15:00 – Introduzione all’apiterapia, consigli pratici per utilizzi quotidiani dei prodotti dell’alveare finalizzati al miglioramento della propria salute e consegna di un piccolo prontuario.
  • ore 16:00 – Visita guidata all’interno dell’apiario olistico tra alberi e arbusti melliferi per scoprire da vicino l’affascinante mondo dell’alveare dall’interno con l’apertura di un’arnia in totale sicurezza grazie alla particolare struttura che consente di vedere da molto da vicino le api all’interno di una struttura chiusa. Esperienza sensoriale di aromaterapia con esercizi di respirazione finalizzati a massimizzarne gli effetti e ascolto guidato del ronzio delle api.
  • ore 17:00 – Domande e risposte

L’evento ha un costo di 50€ per i soci Slow Food, 55€  per gli amici non Soci e 20€ per i bambini. Sono disponibili 30 posti, quindi affrettatevi a prenotare entro e non oltre mercoledì 8 maggio ed entro tale data sarà anche possibile disdire senza penali.
Prenota qui 

Piangipane

A un anno esatto dagli eventi naturali che hanno profondamente ferito le nostre province, venerdì 17 maggio Slow Food Godo e Bassa Romagna, in collaborazione con Slow Food Emilia-Romagna e Slow Food Italia, organizza presso il Teatro Socjale di Piangipane un incontro informativo e di approfondimento su quanto accaduto e sulle conseguenze sul nostro territorio che si inserisce nel programma di The Road to Terra Madre.

Ecco il programma:

  • ore 20:30 – Apertura della serata, Claudia Zama, Slow Food Godo e Bassa Romagna
  • ore 20:45 – Convegno – “Le acque stan via anni e mesi, poi tornano ai loro paesi”Intervengono: Ermanno Spina, specialista gestione rischi; Pierluigi Randi, presidente AMPRO, Consulente Agenzia Nazionale ItaliaMeteo; Renzo Motta, presidente della Società italiana di selvicoltura ed ecologia forestale; Cristina Mazziotti, responsabile struttura oceanografica Daphne di Arpae Emilia-Romagna; Modera: Ermanno Spina, Slow Food Ravenna
  • ore 22:00 – Pausa con vino e ciambella
  • ore 22:10 – Conversazione sul tema “Ripensare la relazione tra essere umano e ambiente”Intervengono: Barbara Nappini, presidente Slow Food Italia; Anna Kauber, regista, scrittrice e paesaggista. Modera: Claudia Zama – Slow Food Godo e Bassa Romagna
  • ore 22:40 Consegna del ricavato della raccolta fondi Slow Food Italia  Barbara Nappini, presidente Slow Food Italia
  • ore 22:50 Chiusura e ringraziamenti, Claudia Zama, Slow Food Godo e Bassa Romagna

L’evento è gratuito e aperto a tutti, previa prenotazione sul sito www.slowfoodgodo.it fino a esaurimento posti. Al termine si possono gustare i mitici cappelletti del Socjale, a pagamento previa prenotazione. Info: slowfoodbassaromagna@gmail.com

Toscana

Peccioli (PI)

Domenica 12 maggio la Condotta Slow Food di Livorno organizza visita e pranzo presso l’Azienda Agricola Biologica Floriddia è situata fra le Colline Pisane della Valdera, a 16 km da Peccioli e a 5 km da Villamagna di Volterra […] Nasce negli anni ’60 con babbo Giuseppe Floriddia, siciliano, e mamma Sabia, abruzzese, sviluppandosi gradatamente con il lavoro e la dedizione dei due figli Rosario e Giovanni.
Nel 1987 scatta la conversione al metodo dell’agricoltura biologica per arrivare al 2006 anno in cui si passa alla semina di grani di vecchie varietà e fino al 2009, anno a partire dal quale verranno poi coltivati esclusivamente cereali antichi. Nel 2006 entra in funzione il primo mulino a pietra artigianale. Nel 2010-2011 viene realizzato l’impianto di molitura a pietra definitivo, dotato di un sistema di selezione e pulizia dei cereali all’avanguardia …]
Rosario Floriddia si occupa prevalentemente della selezione in parcelle dei vari cereali di vecchie varietà e della successiva coltivazione in campo.
Contemporaneamente vengono realizzati il pastificio artigianale e il forno a legna per la produzione della pasta biologica con germe di grano, del pane ed altri prodotti da forno sia dolci che salati. https://www.aziendabiofloriddia.com/
Programma della giornata:
• Arrivo in azienda alle ore 11:00 con mezzi propri
• Visita ai campi di grano, al mulino a pietra e al pastificio
• Pranzo a base di prodotti locali

Quota di partecipazione individuale
€ 33,00
€ 28,00 per i soci Slow Food
Comprensiva di visita in azienda e pranzo

Possibilità di fare acquisti presso il negozio aziendale.
Scopri di più qui

Livorno

Giovedì 16 maggio Slow Food Livorno vi invita al Mercato dell’Orto in Condotta – XIII edizione! Il progetto Orto in Condotta a Livorno – oggi Slow Food Orti a Scuola – è arrivato al suo tredicesimo anno in gran forma e come ogni anno dalla sua nascita festeggeremo la fine dell’anno scolastico con il consueto mercato: i bambini e le bambine accompagnati dalle loro instancabili insegnanti dopo aver lavorato la terra, coltivato e assaggiato porteranno i propri prodotti “in piazza” mettendo in scena un vero e proprio mercato contadino. Evento molto atteso dalla cittadinanza tutta che sin da subito ha partecipato numerosissima. Al mercato oltre ai prodotti agricoli delle scuole si potrà trovare artigianato fatto con materiale di recupero, laboratori di bombe di semi e bugs hotel, gioco dei tappi e mostre fotografiche.

Lazio

Al via un ciclo di webinar dedicato all’enoturismo e alla comunicazione del vino, realizzati da Arsial nell’ambito del progetto ITIENOLAZIO.                                        Nell’ambito del progetto ITIENOLAZIO, curato da Arsial su fondi ministeriali, è in programma un ciclo di webinar, dedicati all’enoturismo e alla comunicazione nel vino.
Il ciclo di webinar è diviso in quattro appuntamenti da due ore, in fascia pomeridiana dalle 16:30 alle 18:30, in un arco temporale che va dal 29 aprile al 13 maggio prossimi, secondo questo calendario di attività:

Sessione 4 – Valorizzazione del brand nel mondo digitale – 13 maggio (link diretto).
La partecipazione al webinar è libera e aperta.

Tarquinia

Olio e grano, due colture primarie al centro dell’incontro di giovedì 9 maggio con gli studenti della Sezione di Agraria dell’Istituto Vincenzo Cardarelli sul valore e l’importanza della biodiversità. Dopo aver visionato il film/documentario Kiss the Ground i ragazzi partecipano a un dibattito sul tema dell’ambiente legato all’agricoltura, in particolare alla semina, produzione e trasformazione dei grani antichi e della produzione dell’olio extravergine di oliva, produzioni e sperimentazioni già avviate dagli studenti.

Intervengono:

  • Tiziana Favi, cuoca dell’Alleanza e consigliera Slow Food International
  • Federico Porro, produttore e referente Slow Grains per il Lazio
  • Francesco Sottile, docente di coltivazioni arboree ed esponente del board di Slow Food
  • Luigi Pagliaro, presidente di Slow Food Lazio
  • Fabrizio Ercolani, giornalista
  • Odoardo Basili, dottore in agronomia

Sono invitati a partecipare all’incontro: le istituzioni locali, le associazioni e i sindacati di categoria, i ristoratori.
L’appuntamento fa parte del programma di The Road to Terra Madre, il calendario di eventi che anticipano i temi che animeranno l’edizione 2024 di Terra Madre Salone del Gusto, la manifestazione internazionale dedicata alle politiche del cibo che si svolge a Parco Dora, Torino, dal 26 al 30 settembre.

Roma

Sabato 11 Maggio 2024 dalle 10.30 alle 13.30 a Largo Dino Frisullo MUNICIPIO I si terrà nell’ambito del Festival Ecofuturo un workshop per la progettazione e realizzazione di 4 piccoli orti bioattivi. L’intervento sarà eseguito su alcune porzioni di aree dismesse dell’ex mattatoio con una tecnica di rigenerazione e restituzione a finalità orticola di spazi con precedente destinazione alla macellazione, ormai dismessi. L’attività verrà realizzata con il contributo del knowhow di Ortobiottivo; l’apporto di piantine orticole offerte dal libero forum ORTI IN COMUNE; il conferimento di compost da parte di AMA di Roma ed ASA di Tivoli ed il coordinamento della Condotta Slow Food Roma TOT. La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti. L’auspicio è di riuscire a “contaminare”, con questo primo intervento, una visione di questo luogo come area di “coltura e cultura” del cibo buono, pulito e giusto. Noi non consumiamo, noi scegliamo, noi siamo Slow Food. Unisciti a noi!!!

Info: e-mail: romatot@network.slowfood.it

Frascati (RM)

All’interno della mostra manifestazione “Sapori, Arte Nutrimento per l’Anima” a cura di Divulgarti, che si tiene a Frascati al Mercato Coperto, venerdì 3 e venerdì 10 maggio il Presidente di Slow Food Lazio Stefano Asaro presenterà due Laboratori: “Le mani in Pasta” e “Gaudium Olei”, sull’olio extravergine d’oliva. Saranno presenti anche produttori, osti e pasticceri del territorio.

Info e orari in locandina.

Viterbo

Slow Food Viterbo e Tuscia vi invita  il 18 e 19 maggio a partecipare ad “Assaggi” l’evento dedicato alla valorizzazione del patrimonio enogastronomico del Lazio, a Vierbo pesso Palazzo dei Papi e Piazza San Lorenzo, dove sia i professionisti di settore che gli appassionati del buon cibo potranno scoprire i migliori prodotti agroalimentari della nostra regione.
Un vivace calendario di eventi animerà piazza San Lorenzo per permettere a tutti gli appassionati del buon cibo di scoprire e apprezzare la ricchezza di sapori, profumi e tradizioni del nostro territorio. Saranno coinvolti molti dei nostri produttori e cuochi, anche negli eventi fuori salone.In particolare Slow Food Viterbo e Tuscia curerà l’area Assaggi Kids: laboratori e attività educative per bambini e bambine dai 5 anni ai 12 anni, coordinati da Clara Prioreschi.                                                                                -Laboratorio in orto fra suolo e biodiversità
-Gioco da tavola sull’educazione alimentare
sabato 18 e domenica 19 maggio
Orario: 11.00 – 13.00 e 16.00 – 19.00
Accesso libero

Inoltre, sabato 18 maggio si festeggia in tutta Italia la Giornata Della Ristorazione il cui tema è l’ospitalità promossa dalla Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE) e a Viterbo viene celebrata  in collaborazione con la manifestazione “Assaggi”, Slow Food Viterbo e Tuscia e Caritas, che riceverà una piccola donazione da ogni azienda aderente. L’iniziativa prevede che in quella Giornata ogni locale aderente proponga un piatto, un cocktail o quant’altro ideato, rivisitato (ma anche già in menù) e inoltre dovrà ospitare un produttore del Lazio che possa far assaggiare un suo prodotto

Mercati della Terra Slow Food

I Mercati della Terra di Slow Food Frascati e Terre Tuscolane offrono prodotti tradizionali tipici del nostro territorio, buoni, sani e gustosi, in delle location suggestive dei Castelli Romani. Vi aspettiamo ogni settimana dalle 7.30 alle 14.00

Rocca Prioria ogni martedi in Piazzetta Parco Dandini
Frascati ogni sabato in Piazza della Porticella
Monteporzio ogni domenica in Piazzale Don Milani

Info: 349.5608521

Marche

Ancona

Sesto incontro di SAPERE, SAPER FARE, SAPER ESSERE, il calendario di laboratori che si svolgono dalle 10 alle 11 presso il Caffè degli Archi nell’ambito de L’AltroMercatino degli Archi. Sabato 11 maggio ci sarà Davide Dessì dell’Azienda Agricola L’isola, per fare una dimostrazione sulla realizzazione del pecorino a latte crudo. Il casaro all’opera mostrerà come nasce un vero pecorino artigianale con soli tre ingredienti: latte, caglio e sale. Il formaggio che ne deriva mantiene sapori e odori delle erbe del pascolo, diverse in ogni stagione. Tutto questo grazie a un allevamento che mantiene la tradizione, senza stabulazione fissa. E poi ci sarà anche la ricotta, che nasce dal siero residuo della lavorazione del formaggio, senza nessuna aggiunta. Se non avete mai visto nascere un formaggio è un’occasione da non perdere!

Scopri di più qui

slow weekSempre ad Ancona, arriva SEPPIA EBBASTA, l’evento di SFYN Ancona e Conero aperto a tutte e tutti! 
Quanto buon cibo gettiamo via ogni volta, inconsapevoli di come utilizzarlo e valorizzarlo? Quelli che spesso vengono considerati scarti, sono invece preziosi ingredienti.

Giovedì 9 maggio, dalle 19.30 alle 22 circa, appuntamento all’Istituto Einstein Nebbia di Loreto per uno Show Cooking & Degustazione a tema Slow Food, in cui imparare ad utilizzare ogni parte degli alimenti.
Lorenzo Zappi,Cuoco dell’Alleanza che abita la cucina del Ristorante Marcello Portonovo, insegnerà come utilizzare tutte le parti della seppia, unico ingrediente centrale, così da non sprecare nulla.
Guardare ma non assaggiare? Ma no! Antipasto, primo e secondo potranno essere quindi degustati insieme a del buon vino locale.
Non dimenticate carta e penna per segnare le ricette ma soprattutto… la curiosità!
L’evento ha un costo di 30€ da versare al momento della prenotazione tramite bonifico o di persona a seguito di accordi, specificare nella causale evento cucina Circolare nome e cognome
IBAN:
It78E0849102600000250100078

Intestazione:
Slow Food Ancona e Conero

Per considerare valida la prenotazione occorre quindi mandare una email a infoslowfoodanconaeconero@gmail.com allegando la copia del pagamento.

Camerino (MC)

Domenica 12 maggio a Camerino si svolge Terra Madre Sibilla, il The Road to Terra Madre organizzato da Slow Food Marche dedicato a “I sistemi pastorali appenninici tra cambiamenti climatici e terremoto”. Ecco il programma della giornata:

Ore 9: Montelago di Sefro/Camerinobreve escursione guidata dai ricercatori Unicam sul tema “Importanza della zootecnia semi estensiva per la conservazione della biodiversità”

Ore 12.30: Pranzo convivale presso “Il Cavaliere”, Polverina di Camerino, durante il quale verranno esposte da ricercatori Unicam e produttori locali le problematiche relative al benessere animale e le qualità dei prodotti caseari in relazione ai cambiamenti climatici. (Euro 35 a persona, prenotazione obbligatoria entro l’8 maggio al 339 5739475)

Ore 16: Tavola Rotonda sul tema “Terremoto, ricostruzione e ambiente” presso la sala convegni del Ristorante Il Cavaliere. Interverranno: Federico Varazi, vicepresidente di Slow Food Italia, Fabio Renzi, Segretario Generale Symbola, Marco Giovagnoli, sociologo dell’Università di Camerino, Vincenzo Maidani, Presidente Slow Food Marche. Coordina Andre Catorci, Unicam

Maggiori info e prenotazioni: slowfoodmarche@network.slowfood.it

Loreto (AN)

slow weekGiovedì 16 maggio alle 20 Slow Food Loreto Val Musone vi invita per una cena conviviale a base di Carciofo di Montelupone, Presidio Slow Food. Quest’anno l’evento si terrà da Gastrobi – Coltivatori in Cucina, che ha studiato per l’occasione un menù speciale:

  • Carpaccio di Marchigiana, insalata di Carciofo di Montelupone, Presidio Slow Food, crema al tuorlo
  • Carciofo di Montelupone Presidio Slow Food alla giudia, latte caprino ed erbe
  • Raviolo aperto ai carciofi e ciauscolo della bottega, finocchietto
  • Coniglio alla Cacciatora e Carciofi di Montelupone, Presidio Slow Food fritti, arrosto e in crema
  • Biscotto friabile della Bottega

In accompagnamento al menù i vini della Cantina Andrea Giorgetti.
Costo della serata: 40 euro per i soci, 45 euro per i non soci

Info e prenotazioni: Marisa 328 7022809

Campania

Massa Lubrense (NA)

Giovedì 16 maggio presso il Ristorante La Torre One Fire ospiti della famiglia Mazzola si terrà un evento esclusivo ovvero una delle tre cene legate al Premio “Miglior Giovane – Vittorio Fusari” di Osterie d’Italia assegnato dal Consorzio Franciacorta, che quest’anno è stato vinto dallo Chef Gianmarco Casadei.
I vini che accompagneranno il menù proposto e realizzato a quattro mani dagli Chef Gianmarco Casadei e Maria Aprea saranno quelli proposti dal Consorzio Franciacorta.
Sarà inoltre presente Francesca Mastrovito, Co-curatrice della guida Osterie d’Italia.

Scarica qui il programma e il menù.

Castellammare di Stabia (NA)

Regione Campania in collaborazione con Slow Food Costiera Sorrentina e Capri Aps hanno promosso 2 incontri di formazione destinati esclusivamente agli operatori del settore gastronomico e turistico. Il progetto, denominato “Tartufo in Osteria” è realizzato con il contributo concesso dalla Direzione generale dello Sviluppo Rurale del Ministero delle Politiche agricole Alimentari e Forestali e prevede la realizzazione di due eventi con la presentazione di Menù con piatti dedicati al tartufo da far degustare agli ospiti selezionati. Il primo appuntamento si tiene lunedì 13 maggio presso L’Hotel Elisabetta di Castellammare. Dopo la degustazione seguirà un dibattito con gli esperti dell’Associazione Regionale tartuficoltori, coordinato dai responsabili del settore specifico dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania, al fine di facilitare lo scambio di esperienze tra i diversi operatori del settore e della filiera per rivalutare e promuovere il tartufo campano.

Prenotazioni al numero: 081 8026072 oppure inviando una mail a info@elisabettahotel.com

Piano di Sorrento

Domenica 12 maggio si festeggiano le mamme, un’occasione per tutti noi per poter acquistare al Mercato della Terra di Piano di Sorrento i regali per la loro Festa, in particolare prodotti della terra buoni, puliti e giusti da portare a tavola nel rispetto della filosofia Slow Food e soprattutto di stagione : fave, piselli, cipolle novelle, aglio fresco, scarole , uova biologiche, nocciole, noci, limoni, bietole , insalate, rape rosse, asparagi, ceci, fagioli, frullati di melograno, miele , marmellata di agrumi, fiordilatte e caciocavallo stagionato, radicchio, olio extravergine d’oliva, , tutto rigorosamente prodotto in prima persona dagli agricoltori Slow.
Saranno presenti anche due nuove aziende -direttamente dal Cilento e dalla Lucania- che scoprirete solo venendo a trovarci all’interno del mercato ortofrutticolo al coperto del capannone centrale. Appuntamento dalle 9 alle 13!

slow week

Puglia

Crispiano (TA)

Sabato 11 maggio dalle 17.30 alle 22.30, in concomitanza con la Festa della parrocchia di San Michele Arcangelo, si svolge il Mercato della Terra a a Crispiano presso il Borgo di San Simone. Un’occasione per conoscere tanti produttori buoni, puliti e giusti, scoprire le loro storie e assaggiare Presìdi Slow Food, prodotti stagionale e specialità del territorio.

Sicilia

Bronte (CT)

Due appuntamenti da non perdere con Slow Food Catania sabato e domenica prossimi. Si inizia sabato 11 maggio a Bronte, dove il Frantoio Romano sarà base di partenza per una “passeggiata sensoriale” che si svilupperà in uno splendido uliveto a pochi chilometri di distanza.
In un’ottica di relazione e connessione con la natura, l’uliveto dell’azienda Vincenzo Romano in Bronte, accoglierà gli ospiti per apprezzare appieno il ciclo che dalle radici ci conduce dentro alla bottiglia dell’olio, fino ad una degustazione di alcuni prodotti locali.
I maestosi ulivi, in questa stagione, sono in piena fioritura e costituiscono quindi, pieni di zagara, un autentico spettacolo ancora più suggestivo. Durante la passeggiata è previsto anche un aperitivo con prodotti a base di olio. La visita è aperta a chi si vorrà prenotare al num. 3395920315.
Un’esperienza intima e coinvolgente che appagherà i sensi dei partecipanti.

slow weekDomenica 12 maggio, si parte alle 11, al Parco Madre Teresa di Calcutta (mercato “A fera bio-Slow Food Catania) dove si svolgerà la presentazione della “Guida agli extra vergine 2024” (Slow Food Editore). Immancabili gli assaggi di pane e olio d’eccellenza a suggellare una giornata dedicata a uno dei prodotti più tipici e salutari della nostra terra.
Alle 10,30 ci sarà l’apertura dei banchi espositivi delle aziende olivicole del territorio presenti in guida e poco dopo avrà inizio la presentazione.
Sono previsti gli interventi di Anastasia De Luca (presidente Slow Food Catania), Giuseppe Casella (presidente “A fera bio”), Carmelo Maiorca (coordinamento regionale Guida agli extravergini) e di Riccardo Randello (agronomo e assaggiatore di olio).
A seguire Laboratorio del Gusto dedicato ad alcuni extra vergini di oliva presenti in guida. “Sarà un bel momento di condivisione, arricchimento e confronto sulle qualità dell’olio e le sue caratteristiche organolettiche, che impreziosisce la presentazione della Guida 2024, che da 25 anni mette in luce la biodiversità olivicola italiana, come importante strumento di conoscenza delle migliori selezioni di olii extravergini di qualità ”- dichiara Anastasia De Luca.

«La nostra guida si basa su una conoscenza diretta del Territorio e delle Aziende, dopo una selezione locale c’è un panel nazionale che assaggia gli oli proposti – come racconta Carmelo Maiorca (coordinamento regionale Guida agli extravergini) a Cristina Cocuzza (referente comunicazione della condotta catanese)- i numeri in guida della Sicilia fanno sì che sia tra le prime regioni per numero di riconoscimenti.”

Quest’anno sono state recensite 76 aziende (686 é il dato complessivo di tutte le regioni), 119 sono gli oli extravergini recensiti, di cui 64 biologici. 26 i riconoscimenti (di cui 16 Grandi Oli Slow e 10 Grandi Oli) invece 19 gli oli che possono riportare in etichetta il riconoscimento del Presídio Slow Food degli Olivi Secolari e 6 le Chiocciole (in tutta Italia 43) attribuite ad aziende che interpretano maggiormente i valori Slow Food.

Scopri di più sulla pagina Facebook di Slow Food Catania

Palermo

Salmoni, trote, orate, spigole, e poi ambiente, sicurezza alimentare, colonizzazione, accaparramento di terre e di risorse idriche. Until the End of the World è un viaggio attraverso tre continenti, per indagare l’industria alimentare che cresce più rapidamente al mondo: l’allevamento di pesci. Oggi questa industria promette di contribuire a rendere il sistema alimentare più sostenibile a fronte di una popolazione mondiale che potrebbe raggiungere 9,7 miliardi di persone nel 2050, ma in diverse parti del mondo si moltiplicano le comunità che la combattono per salvaguardare la propria stessa esistenza.

Il primo appuntamento di Until the End of the World, alla presenza dell’autore Francesco De Augustinis, si terrà mercoledì 15 maggio alle 19.30 presso lo Spazio Mediterraneo dei Cantieri Culturali alla Zisa.

Sardegna

Nuoro

Sabato 11 maggio Slow Food Nuoro vi invita ad un incontro dedicato alla visita delle vigne e cantina della Fradiles Vitivinicola di Atzara,  (Via Sandro Pertini 2 – Località Creccherì – 08030 Atzara (NU) – Tel.+39 333 1761683 / +39 347 9432259 – info@fradiles.it, dove, accompagnati dai titolari dell’azienda visiteremo i vigneti e la cantina in cui si producono vini di pregio che danno lustro alla viticoltura sarda utilizzando vitigni e forme di allevamento tradizionali della zona: il Mandrolisai. Tra questi ricordiamo: Azzara (Mandrolisai DOC), Angraris (Mandrolisai superiore DOC), Antiogu (Mandrolisai superiore DOC), Bagadiu (Isola dei Nuraghi – Bovale IGT) e il bianco da vitigni locali Funtanafrisca (Isola dei Nuraghi IGT).
Durante la visita procederemo alla degustazione di alcuni vini.
Finita questa prima parte ci trasferiremo all’agriturismo “Su Connottu” in Località Pardu ‘e Cresia, 08038 Sorgono NU – tel 340 326 1495 – 3494650518, dove ci aspetteranno per il pranzo. Alle ore 16 circa ci recheremo al MAMA Museo d’Arte Moderna e Contemporanea ANTONIO ORTIZ ECHAGÜE in Atzara, dove, accompagnati dalla guida, potremo ammirare le opere presenti.
La giornata avrà la seguente tempistica:

• ore 8,45 appuntamento in NUORO – Via Mannironi (bar La Pineta) e partenza;
• ore 10,30 arrivo e visita tenute e cantina Fradiles;
• ore 12,30 trasferimento all’agriturismo “SU CONNOTTU” e pranzo;
• ore 16,00 visita Museo d’Arte Moderna e Contemporanea

La richiesta di partecipazione dovrà pervenire improrogabilmente entro le ore 13 del 06 maggio p.v. comunicando la propria adesione ed effettuando il versamento di € 40,00 (euro quaranta) per i soci e € 45,00 (euro quarantacinque) per i non soci sul conto sotto riportato e dandone comunicazione via e-mail o WhatsApp.

Trova tutti i dettagli dell’evento qui.