Meatless Monday presenta le ricette della tradizione: i fagioli all’uccelletto

La produzione e il consumo industriale di carne sono sempre più insostenibili per il clima, per la nostra salute e per i miliardi di animali il cui benessere è sacrificato per permettere gli attuali consumi a bassi prezzi.

Non deve essere per forza così.
Per scoprire quanta e quale carne mangi fai il nostro quiz!

Per diventare super slow, partecipa anche alla sfida della campagna Meat the Change e inizia la settimana con un lunedì senza carne.  Se il 50% degli italiani adottasse il Meatless Monday, potremmo ridurre dell’8% le emissioni di gas serra legate alla dieta!

Ed ecco la parte più divertente: vi proponiamo un piatto semplice e tradizionale, come i fagioli all’uccelletto, così buoni che non vedrete l’ora che sia lunedì! Provate la ricetta della settimana e postate immagini, approfondimenti e raccomandazioni su Instagram con #MeattheChange #VacciSlow #Slowfood #MeatlessMonday.

Fagiolina di Arsoli (Presidio Slow Food)
Sin a partire dal 1552, quando gli spagnoli diedero in omaggio al Papa fagioli, la fagiolina di Arsoli si coltiva nell’omonimo paese in provincia di Roma. Seppur questo fagiolo bianco richieda molta acqua per crescere, ad Arsoli ci sono così tante sorgenti che l’umidità dei terreni per la sua coltivazione è l’ultimo dei problemi.
Dalla buccia sottile, è facile da digerire e si scioglie letteralmente in bocca. La tradizione vuole che sia cucinato in un orcio di terracotta, la pignatta, quindi servito con rombi di pasta fatta in casa o stufato con cipolle, pane raffermo, olio extravergine di oliva e pepe nero. Oggi vogliamo usare questo fagiolo – la cui cottura è molto veloce – per preparare una ricetta toscana, così semplice che per molti di voi diventerà la ricetta preferita.

Fagioli all’uccelletto
Ingredienti per 4 persone

Per i fagioli
500 grammi di fagiolina di Arsoli secca (o altri tipi di fagioli bianchi)
250 grammi di salsa di pomodoro
2 spicchi d’aglio
un pizzico di salvia essiccata, origano e rosmarino
olio extravergine di oliva
un cucchiaino di pepe rosso
sale
pepe

Per la guarnizione
un peperone rosso
6-12 fagiolini piatti
un mazzetto di prezzemolo
un cucchiaio di scorza di limone
un po’ di spremuta di succo di limone
una manciata di rucola
sale
pepe

Immergete i fagioli cannellini in una pentola d’acqua durante la notte. Coprite la superficie di una pentola con olio extravergine di oliva e aggiungi i due spicchi d’aglio. Lasciate soffriggere a fuoco moderato quindi, una volta che l’aglio è dorato, aggiungete salvia, origano e rosmarino, sale e pepe. Quindi aggiungete la salsa di pomodoro e l’acqua in cui sono immersi i fagioli. Mescolate con un cucchiaio di legno, quindi aggiungete i fagioli e lasciate continuare la cottura.

Per la guarnizione
Tagliate i fagiolini piatti in pezzetti di circa 3-4 centimetri e fateli bollire in una pentola piena d’acqua per circa 5 minuti, fino a che la loro consistenza non sia morbida. Scolateli e lasciateli asciugare. Tagliate a dadini il peperone crudo e unite i fagiolini in una ciotola con prezzemolo tritato, succo e scorza di limone, sale e pepe. Lasciate riposare.

Servite su un letto di rucola fresca
Prendete una ciotola poco profonda e coprite il fondo con rucola fresca. Ponete i fagioli caldi, quindi aggiungete la crema di peperone, spolverate di peperoncino e condite con olio extravergine di oliva.

Richard McCarthy

 

Pubblicate le foto del vostro pasto su Instagram, utilizzando #MeattheChange #VacciSlow #Slowfood #MeatlessMonday. La sfida di Meatless Monday, nell’ambito del progetto Meat the Change, ci unisce a una comunità globale che si mette in gioco per il cambiamento.

 

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo