A casa di Heres

Si accetta sempre volentieri un invito del genere. Così mentre i grandi capi erano a Roma a presentare Slow Wine, ne ho approfittato per andare a Prato dove la Heres, una delle migliori distribuzioni di vino italiane, presentava il proprio catalogo.   Ecco quali sono gli highlights degustativi di un bella giornata di vino, legate …

Il miglior matrimonio tra cibo e vino? La separazione

  Nel terzo anno dei corsi dell’Associazione Italiana Sommelier la parte centrale della didattica è costituita dall’abbinamento cibo-vino. Il digramma sulle caratteristiche del vino e del cibo ubbidisce ai principi del contrasto, nel caso delle pietanze salate, e dell’analogia per quelle dolci. Da ciò si capisce come un sommelier professionista debba conoscere alla perfezione anche …

Slow Wine a Roma

Slow Food sarà ospite del celebre chef Antonello Colonna, che ha messo a disposizione gli spazi del suo Open per una degustazione aperta al pubblico di grande interesse. Saranno presenti quasi 50 cantine, che hanno raggiunto il riconoscimento della Chiocciola o del Vino Slow, provenienti da tutta italia e più di 10 del Lazio.   …

Cibo, vino e Carnevale

  Il valore immenso della dieta mediterranea consiste nella incredibile varietà degli elementi nutritivi a disposizione. Il ciclo delle stagioni in Italia, e in genere a queste latitudini, mette a disposizione sulle nostre tavole un ventaglio notevole di ingredienti tra i quali scegliere il più idoneo e gustoso e deciderne la trasformazione, diventa un divertente …

Ripartiamo

  Non abbiamo ancora finito il giro di presentazioni di Slow Wine 2011 (ricordiamo infatti gli imminenti appuntamenti di Roma e Londra sui quali vi aggiorneremo presto) che la macchina organizzativa dell’edizione 2012 sta già scaldando i motori.   Rispetto all’anno scorso abbiamo un piccolo vantaggio: riusciremo a partire in anticipo avendo programmato una serie …

Is there anybody out there ?

  Stamani Franco Ziliani, uno dei giornalisti del vino italiani più prestigiosi, dovrebbe intervenire in una trasmissione di Radio Tre Rai intitolata “Chiodo Fisso” sul tema tradizione e innovazione nel mondo del vino. A parte il giusto riconoscimento a un bravo critico, ho pensato che è una delle rare volte che un membro del circolo …

Il vino, è contadino

  Qualche giorno fa mi è stata rivolta una critica sul fatto che Slow Wine sia un “pericoloso” viatico per il ritorno al vino contadino. Allora, scherzando, ho risposto “Vivaddio sì, meglio dei vini industriali che piacciono a te”   Bene, anzi per niente; non solo per il termine pericoloso indebitamente usato dal mio interlocutore, …

Quelli che…invece di Benvenuto Brunello

  Per comporre il mosaico dell’annata 2006 di Brunello era necessario avere la maggior parte di tasselli possibili. Per questo motivo oltre a seguire lo splendido programma offerto dal Consorzio del Brunello di Montalcino, tra l’altro notevolmente migliorato rispetto alle passate edizioni, ci siamo concessi una sessione serale presso la storica Enoteca Osteria Osticcio (via …

Benvenuto Brunello 2011 – Seconda parte

Squadra che vince non si cambia: Ferroni, Lacerenza, Pracchia, Ferrari, Panzer, Gebser e il sottoscritto…   Si parte.   Ore 10.07 – Agostina Pieri 2006 ha un profilo ricco e sfaccettato. Gioca su note calde e fruttate, bel finale di bocca dolce, ma non stucchevole. Complesso e muscoloso.   Ore 10.40 – Baricci 2006, il …

Brunello! Due giorni di diretta

Ore 10.00 – Brunello 2006 Fattoi. La nostra Chiocciola da giovane è sempre sullo scorbutico andante e anche quest’anno non si differenzia troppo. Il naso sa di cuoio e pelliccia, ritroso nel donarsi, bocca di grande acidità e freschezza, finale molto lungo. Un bebé…   Ore 10.20 – Fornacina 2006. Davvero un bel vino con …