Capire il vino americano… con Slow Wine Guide USA 2024

Capire il vino americano: «la Slow Wine Guide USA 2024 – scrive Angelo Peretti su The Internet Gourmet – è lo strumento perfetto».

Slow Wine Guide USA 2024

Sono i giorni del tour americano. Andate in archivio le prime due tappe – quasi 150 persone a Washington il 18 marzo, oltre 700 persone a New York il 19 marzo –, oggi 21 marzo lo Slow Wine 2024 US Tour approda ad Austin, in Texas. Tante le aziende italiane presenti, impegnate nella promozione del vino sul mercato in assoluto più importante, quello statunitense.

Ci sono anche una quarantina di aziende americane, in rappresentanza di alcuni dei principali distretti produttivi nazionali – dall’Oregon al New York State, da Washington alla California: sono tutte Cantine recensite nella Slow Wine Guide USA 2024 – “A year in the life of the vineyards and wines of the USA”, di cui avevamo parlato qualche mese fa nel momento in cui la Guida veniva presentata al pubblico, poi anche con un’intervista alla curatrice Deborah Parker Wong, che insieme con il caporedattore Pam Strayer guida una squadra di ben 14 coordinatori sui territori.

Fa dunque ancor più piacere che proprio in questi giorni si parli (ancora) di vino americano e Slow Wine Guida USA 2024, la settima e più grande edizione della guida statunitense fino ad oggi, in cui sono state recensite più di 400 aziende vinicole e sono stati valutati oltre 4.080 vini.

Partendo da un dato più generale, secondo cui «in Italia persistono forti e immotivati pregiudizi sui vini statunitensi, tuttora tacciati di essere iper concentrati (i rossi) e super legnosi (i bianchi)», Angelo Peretti sostiene, anzi, che in California, Oregon o anche negli stati di New York e Washington «si stanno producendo vini di straordinaria finezza e dinamicità; vini da un lato sempre più territoriali e dall’altro sempre più liberi nel pensiero e nell’esecuzione».

E se, in effetti, raramente questi vini approdano in Italia o in Europa, ed è dunque piuttosto difficile procurarseli, è pur vero – continua Peretti – che la Slow Wine Guide USA 2024 è una «perfetta opportunità per leggere, approfondire e magari scegliere bene fra i vini statunitensi».

Terra Madre Americas a Sacramento

Il panorama dei vini americani si sta trasformando molto velocemente, e la tendenza emerge bene nel lavoro della Slow Wine Guide USA 2024: si stanno adottando pratiche agricole sempre più rigenerative, si sta investendo sul biologico e sull’energia solare. È per questo che stiamo organizzando un grande evento con la Slow Wine Coalition a Sacramento, in California: a Terra Madre Americas, dal 18 al 20 maggio 2024, le cantine statunitensi, del Centro e del Sud America si incontreranno per confrontarsi sui temi alla base del Manifesto del vino buono, pulito e giusto.

[ph credits Daniela Porro]