La Cantina della Settimana: Umani Ronchi

Tino definiz per webVITA – Massimo Bernetti ha gettato le fondamenta, il figlio Michele è “l’architetto” che ha realizzato questa struttura giovane, dinamica e affiatata. Un pool di collaboratori competenti e preparati, ambiziosi e compartecipi negli obiettivi, lavora in vigna, in cantina, al commerciale con capacità e passione, affiancando Michele, protagonista del riuscito avvicendamento generazionale. È racchiuso in questi valori il successo di Umani Ronchi.

 

VIGNE – Una grossa novità in vigna: i poderi di Serra de Conti, Montecarotto e le Busche sono in conversione biologica. Un passo preparato negli anni con oculatezza, arricchendo il terreno di sostanza organica e limitando i lavori, riducendo per gradi l’uso di fitofarmaci, preparando le viti a non “richiedere” più le medicine ma a reagire autonomamente. Un traguardo a cui non si è arrivati per ideologia ma per convinzione, sotto la competente regia dell’agronomo Luigi Piersanti.

 

about_piantatelunghe

VINI – Come al solito la gamma è uniforme per qualità, aderenza territoriale e varietale. Molto buono il Castelli di Jesi Ris. Cl. Plenio 2010 (21.000 bt; 18 €): l’incisività delle spezie non sovrasta la dolcezza delfrutto. Il palato è morbido e avvolgente, ha profondità ma manca di un pizzico di agilità. Il Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Sup.Casal di Serra 2012 (90.000 bt; 10 €) è un ottimo Vino Quotidiano dal corpo affusolato e salino, ampio e fresco nei sentori di anice e frutta. L’annata calda non favorisce il Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Sup. Vecchie Vigne 2011 (16.000 bt; 18 €), lento a esprimersi, ricco ma privo del consueto dinamismo. Molto buono il Rosso Conero San Lorenzo 2011 (75.000 bt; 10 €), con il tannino che incide sul finale. I rossi di punta Pelago e Cumaro affinano ancora un anno.

 

about_ostra

Umani Ronchi

Via Adriatica, 12

Osimo (AN)

Web:www.umanironchi.it

Ettari coltivati: 230

Bottiglie prodotte: 2.800.000