Cheese… si parte!

C’è fermento a Bra. Tensostrutture che spuntano come funghi in autunno, monumenti e edifici che ricevono la verniciata finale e pian piano visitatori di tutto il mondo invadono le strade… Cheese è alle porte e per quattro giorno Bra diventerà la capitale degli amanti del formaggio. E meno male che dove c’è formaggio il buon vino normalmente non manca. Troverete tanta Francia tra i banchi del mercato e negli abbinamenti gastronomici poiché i transalpini sono il paese ospite di questa edizione.
Ecco a voi alcuni appuntamenti interessanti che meritano non solo per il formaggio ma soprattutto per il vino in abbinamento:

Verticale di Barolo Monfalletto, bettelmatt e formai de mut :
Si parte dalla recente annata 2007 per scendere fino al 1977… un nebbiolo ben invecchiato è sempre una buona scusa per fermarsi ad assaggiare, no?

Formaggi del Sud francese e vini di Châteauneuf-du-Pape:
Bianchi e rossi d’aziende come Château des Fines Roches, Clos Du Mont Olivet, Domaine de Fontavin, Domaine du Banneret, Mas de la Grange, Château Mont Thabor e Domaine de la Solitude saranno in abbinamento a banon, pélardon e picodon.

A tutto Roquefort:
Il più famoso erborinato francese abbinato a vini dolci da uve, botritizzate e non, di diverse denominazioni francesi tra cui Sauternes e Barsac (Bordeaux), Coteaux du Layon (Loira), Haut-Rhin (Alsazia), Rivesaltes (Roussillon) e Beaume de Venise (Vallée du Rhône).

Borgogna e Val d’Aosta – il legno, i vini bianchi e il formaggio ospite:
Guidati da Joseph Nicastro – consulente per diversi bottai francesi – si degusteranno i vini di Jean-Claude Ramonet (Chassagne Montrachet) e Jean Marc Vincent (Santenay) per la Côte de Beaune e di Les Cretes e Grosjean per la Valle d’Aosta. In abbinamento formaggi tipici delle rispettive aree.

Vini e formaggi d’Austria:
Dal Grüner Veltliner al Pinot Nero, dallo Spumante al TBA… C’è un po’ di tutto in questo laboratorio e non manca neanche il Wiener Gemischter Satz, vino tradizionale di Vienna e Presidio Slow Food, che nasce da diversi vitigni raccolti nella stessa vigna.

I nuovi formaggi tedeschi e i vini dell’Assia-Renania:
Poco conosciuta in Italia, stiamo parlando della l’area vinicola più estesa della Germania. La zona a sud del Rheingau, al nord del Palatinato e sulla sponda sinistra del Reno è da decenni più famosa per quantità che per la qualità… le cose stanno cambiando! Si degusterà Riesling e non solo.

Vini e formaggi della Champagne: 
Il titolo dice tutto…

I formaggi di Hansi Baumgartner e il Riesling:
Il famoso affinatore altoatesino proporrà una selezione dei suoi formaggi abbinati a riesling tedeschi. Partendo dal Kabinett si arriva fino all’Eiswein con soste in Mosella, Saar, Rheingau, Palatinato e, perché no, Valle Venosta.

I tesori del Roussillon alla corte dei grandi formaggi francesi:
Con Vins doux naturels come il Muscat de Rivesaltes Château les Pins 1993 di Vignoble Dom Brial giusto per iniziare, il Banyuls Select Vieux 1989 di Cave l’Etoile e Maury 1975 di Mas Amiel e un Rivesaltes Ambré Hors d’Age 1969 delle Cave Arnaud de Villeneuve per chiudere …volete sapere anche i formaggi?

Loira – i caprini e i vini della Touraine:
Touraine, Montloius-sur-Loire, Vouvray e Jasnieres … doppie lame rotanti a base di chenin e sauvignon blanc incontrano quelli che gli amanti del genere considerano i caprini più buoni del mondo. Divertimento garantito.

 

Altre informazioni e il programma completo dei laboratori potete trovarli su http://cheese.slowfood.it

Nell’enoteca, all’interno della gran sala dei Formaggi, potrete scegliere tra 700 etichette Italiane e un centinaio di vini francesi, soprattutto dalle zone Loira, Francia del Sud, Languedoc-Roussillon e Valle del Rodano.

Per gli amanti del malto invece la piazza della birra riunisce 22 microbirrifici italiani selezionati dalla Guida alle birre d’Italia tra cui Birra del Borgo, Baladin, Olmaia, Orso Verde, Troll, Citabiunda, Maltus Faber, LoverBeer, Amiata e tanti altri. Inoltre Kulmbacher della Germania e birre ceche importate da Birraceca.

 

La redazione Slow Wine vi aspetta per un brindisi a questa ottava edizione.