Banca del Vino di Pollenzo: inaugurazione della sede “didattica” di Bologna

Realtà unica al mondo, la Banca del Vino di Pollenzo ha l’obiettivo di esprimere la grande ricchezza di territori, terreni e vitigni autoctoni della nostra penisola. Un patrimonio di biodiversità inestimabile in un paese come l’Italia dove – caso unico al mondo – in ogni regione si produce vino.

Sono oltre 50.000 le bottiglie custodite nelle Cantine Storiche dell’Agenzia di Pollenzo, il cui complesso architettonico nasce nel 1835, per volontà di Carlo Alberto di Savoia: era il centro direttivo delle tenute sabaude e il cuore delle sperimentazioni agro-enologiche.

Per saperne di più sul meraviglioso progetto di Banca del Vino vi consigliamo di cliccare qui.

 

 

Di recente Banca del Vino ha deciso di aprire alcune “filiali” in varie città d’Italia, dove verranno organizzate con continuità degustazioni ed incontri, come già avvenuto negli scorsi mesi di giugno e luglio. Oltre alle sedi già operative di Milano, Treviso e Napoli verrà inaugurata presto anche la realtà di Roma.

A Bologna invece – grazie alla collaborazione con STAPPO, il “luogo di vino” di Fabio Giavedoni e Giulia Guandalini – prende avvio martedì 12 ottobre la prima di una serie di degustazioni che occuperanno tutti i prossimi mesi invernali.

Nella Taverna di Stappo (cantina in centro a Bologna, vedi foto qui sotto) si terrà una bellissima e interessantissima degustazione di diverse annate dei vari cru di Barolo della storica cantina Borgogno, con la presenza di Andrea Farinetti, attuale proprietario.

 

 

Per info – e per ricevere notizie su tutte le attività di STAPPO – utilizzare la mail stappobologna@gmail.com