Almondo: di padre in figlio

Mercoledì 5 agosto una degustazione imperdibile in Banca del Vino, Almondo: di padre in figlio.

Una delle aziende che più hanno contribuito a valorizzare il Roero e l’Arneis: il nome Almondo oggi è sinonimo di vini eleganti e precisi e di un impegno vitivinicolo congiunto tra papà Domenico e i giovani figli Stefano (più attivo sulla parte commerciale) e Federico (in prima linea tra vigna e cantina). Questi ultimi hanno avviato vari progetti con una linea chiara e innovativa, diventando un esempio del dinamismo e della vivacità che caratterizza la nuova generazione dei viticoltori roerini e italiani.

La dimensione fortemente famigliare qui è assicurata: una realtà moderna ma che non ha mai allentato i legami con la propria terra.

 

 

Non perdete l’appuntamento che ci porterà alla scoperta di due splendidi cru roerini nel comune di Montà: in zona Caialupo il Bricco delle Ciliegie dove si trovano gli impianti dedicati alle uve bianche; più a sud, in Bric Valdiana, nell’omonima MGA, per le vigne con le uve rosse.

Nel corso della serata Giancarlo Gariglio, curatore di Slow Wine, dialogherà con Domenico, Stefano e Federico, degustando alcune annate delle due etichette simbolo della cantina.

  • Roero Arneis Bricco delle Ciliegie 2019
  • Roero Arneis Bricco delle Ciliegie 2016
  • Roero Arneis Bricco delle Ciliegie 2014
  • Roero Bric Valdiana 2017
  • Roero Bric Valdiana 2008

 

La degustazione inizierà alle ore 19.00 e si svolgerà sotto l’ampio porticato delle Tavole Accademiche di Pollenzo (di fronte all’entrata della Banca del Vino). I posti sono limitati e per motivi organizzativi la prenotazione è obbligatoria.

 

Per maggiori informazioni, costi e prenotazioni:

www.bancadelvino.it

tel. + 39 0172 458418

e-mail. info@bancadelvino.it