PINOT NERO

PINOT NERO

Considerato uno dei vitigni a bacca rossa tra i più nobili al mondo, è originario della Borgogna. Varietà definita “geneticamente instabile”, in quanto soggetta a facili mutamenti che possono dare origine a differenti varietà clonali. Il nome deriva probabilmente dalla forma del grappolo, che ricorda una pigna.

L’acidità marcata dell’uva è una delle sue caratteristiche principali, e deve essere conservata quanto possibile per non alterare l’equilibrio del vino. La maturazione lenta contribuisce al mantenimento del livello di acidità così come alla conservazione degli aromi dell’uva. Il Pinot da luogo essenzialmente a due vinificazioni: la vinificazione in rosso e la vinificazione in bianco (per cui si utilizzano solitamente cloni specifici), quest’ultima base per la produzione degli spumanti.

 

Considered one of the noblest red grape wines in the world, it originally comes from Bourgogne, France. This variety is defined as ‘genetically instable’, as it mutates easily and can produce various cloned varieties. The name probably comes from the form of the bunches of grapes, which resemble a pine cone. The marked acidity of the grapes is one of this variety’s principle characteristics, and it must be conserved as long as possible so as not to alter the balance of the wine. The slow maturation contributes to the maintenance of the acidity level, as well as to the aroma of the grapes. Pinot is mainly used to make two wines: one red and one white (in which case specific clones are generally used); the white wine is generally used as a base for sparkling wines.

 

Vini a base pinot nero

Borgo Maragliano, M. Cl. Brut Giuseppe Galliano 2010

– Castello Bonomi, Francicorta Brut Gran Cuvèe

Deltetto, Deltetto Brut

Franciacorta

La Spinetta, Contratto Brut Millesimato 2010