CORTESE

CORTESE

Non si dovrebbe sbagliare collocandone l’origine in quelle aree del Piemonte meridionale dove ancora oggi è molto coltivato: nell’Alessandrino e nell’Astigiano. Dalla sua spremitura nasce il Gavi, prodotto nelle zone dell’omonimo comune e altri limitrofi. Si coltiva anche nell’Oltrepò Pavese e nel Veneto Occidentale.

In passato l’uva di questo vitigno aveva duplice attitudine, da pasto e da vino. Oggi il suo impiego è pressoché esclusivo per la vinificazione, sia in purezza sia in combinazione con altri vitigni a bacca bianca per la composizione di altre denominazioni.

 

A non-native variety, chardonnay most likely owes its name to the eponymous region in Burgundy. Since the end of the 20th century it has spread progressively throughout the world and has become one of the greatest white wine varieties of all; in Italy it is primarily grown in the subalpine region. Though known for its great adaptability, chardonnay prefers clay-limestone soils and windy climates. The berry itself is medium large, with a soft thin skin and a golden yellow color. It is also used in the production of Metodo Classico wines.

 

Vini a base cortese

Araldica Vini Piemontesi, Gavi Battistina 2014

La Raia, Gavi Pisè 2012

Nicola Bergaglio, Gavi del Comune di Gavi Minaia 2014