Libri Slow

 

Il Vinitaly è stata l’occasione per presentare al pubblico le nuove edizione di due manuali che rappresentano bene l’approccio dell’Associazione al vino.

 

Il Piacere del Vino e Guida ai Vitigni d’Italia costituiscono, infatti, due manuali che attraverso percorsi diversi hanno l’obiettivo propedeutico di conquistare il lettore che si avvicina al mondo del vino.

 

Non ha bisogno di molte presentazioni Il Piacere del Vino, come imparare a bere meglio, giunto alla sua terza edizione. Realizzato per la prima volta nel 1993, si è da sempre costituito come uno dei migliori compendi sul mondo del vino. Ciò è stato possibile grazie ai prestigiosi contributi che negli anni hanno arricchito ai contenuti.

 

Pur mantenendo l’assetto dell’edizione precedente, il nuovo libro s’impregna del rinnovata approccio di Slow alla viticoltura. Spazio dunque a nuovi punti di vista come i possibili approcci agronomici e il lavoro umano in viticoltura e a un nuovo concetto di qualità di un vino legato a doppio nodo con quelli di appartenenza territoriale e sostenibilità.

 

E proprio alla luce di questo interesse verso il rapporto profondo tra uomo e ambiente appare come necessaria la Guida ai Vitigni d’Italia, curata da Fabio Giavedoni e Maurizio Gily. Più di 600 vitigni autoctoni sono stati recensiti da questa pubblicazione, come a dire che la biodiversità è tornata, per fortuna, protagonista nei nostri vigneti.

 

A corollario della Guida, risulta di pregevole fattura, la parte iniziale che introduce alla storia dell’ampelografia italiana e ne indica i padri fondatori.

 

 

Questi due manuali, fondamentale per gli appassionati neofiti, è da consigliare anche agli addetti ai lavori per eventuali curiosità o un sempre utile ripasso e consultazione.

 

Buona lettura