L’Alto Adige per Slow Wine 2022

INTRODUZIONE

 

Siamo tornati a visitare di persona le aziende ed è stato appagante ed emozionante: abbiamo trovato kellermeister e kellermeisterin, vignaioli e vignaiole ancora più accoglienti del solito e con una rinnovata energia. In questi mesi di rallentamento forzato, infatti, le cantine altoatesine non sono rimaste con le mani in mano, ma ne hanno approfittato per riassaggiare con calma vecchie annate, rinvigorire l’affiatamento delle squadre di lavoro, ragionare su nuove traiettorie e imbastire progetti futuri. Il tutto nel solco dello spirito insieme pragmatico e lungimirante che contraddistingue questo territorio.

Abbiamo potuto apprezzare, poi, come il costante lavoro di ricerca della qualità, oltre che per vini impeccabili già a partire dalle linee d’entrata, stia passando sempre più attraverso un impegno comune all’insegna dell’etica, che ha trovato nell’Agenda 2030 del Consorzio Vini Alto Adige un’importante formalizzazione. A questo si affiancano le nuove Menzioni Geografiche Aggiuntive, i cui passaggi burocratici di approvazione sono alle battute finali e che promettono di valorizzare al meglio l’estrema varietà dei terroir che rende questa regione complessa e affascinante.

Anche quest’anno gli assaggi dei vini sono stati testimoni tangibili di questa dedizione, caparbietà ed eterogeneità: la 2019, oltre a regalare ottimi assaggi di Schiava, si è dimostrata un’annata eccellente per i vini bianchi, su cui l’Alto Adige sta investendo in modo particolare nell’ottica di portare sul mercato bottiglie di punta che competano con le denominazioni più rinomate del mondo. Migliore di quanto ci si aspettasse l’annata 2020, che ha saputo difendersi da un andamento altalenante e ha portato a vini fruttati e di buon equilibrio.

In chiusura siamo felici di comunicare l’assegnazione di due nuove chiocciole: la prima alla cantina Hof Gandberg di Thomas Niedermayr, e la seconda ad Ansitz Dornach di Patrick Uccelli. In entrambi i casi il riconoscimento vuole premiare l’approccio olistico in campagna e la voglia di mettersi in gioco percorrendo strade inedite in cantina.

 

I RICONOSCIMENTI ALLE CANTINE

 

 

LA LISTA DEI TOP WINES DELLA REGIONE

 

Potrete incontrare le cantine premiate e assaggiare i TOP WINES dell’Alto Adige nelle 2 giornate di degustazione a Milano il 9 e il 10 ottobre prossimo!

Guardate che i biglietti stanno andando a ruba e quindi vi conviene assicurarvi il posto in Paradiso con una certa velocità!!!! Slow sì, ma non esagerate.

Per maggiori info sull’evento cliccate qui sopra.