La cantina della settimana: Lungarotti

en_tenute_img01VITA – La vitalità delle cantine Lungarotti è frutto dell’impostazione data dal fondatore Giorgio e del suo mezzo secolo di attività, festeggiato nel 2012. Chiara Lungarotti ci illustra con passione la storia dell’azienda, che ha contribuito all’affermazione dei vini umbri nel mondo e ha saputo rinnovarsi in vigna e in cantina per affrontare il futuro. Il Museo del Vino e quello dell’Olivo e dell’Olio completano un quadro aziendale senza sbavature.

VIGNE – I vigneti si estendono dalla cantina di Torgiano, in pianura, fino alle colline di Brufa, in un’ascesa naturale che conduce ai 300 metri di vigna Monticchio, da dove si gode una panoramica completa di questo concentrato del mondo enologico umbro, che negli anni ha raggiunto i 250 ettari di estensione. Dal 1999, 20 ettari a Turrita di Montefalco sono in conversione biologica.

VINI – La tradizione parte dalle etichette, che riportano una formella della Fontana Maggiore di Perugia con ritratta una scena di vendemmia. Parliamo del Duecento, quando Torgiano costituiva il contado di Perugia. Tornando a oggi, il Torre di Giano 2012 (trebbiano, grechetto, vermentino; 300.000 bt; 8 €) è intenso e vivace. Il Rubesco 2010 (sangiovese, colorino, canaiolo; 500.000 bt; 11 €) combina acidità e freschezza con un tannino equilibrato. Il Torgiano Rosso Villa Monticchio Ris. 2008 (sangiovese, canaiolo; 45.000 bt; 33 €) rivela una particolare sapidità colta dalla mineralità dei terreni in collina. Vino vn_cnt_img02che esprime pienamente il lavoro e il frutto di una terra sempre da scoprire. A Turrita rese molto contenute danno un Montefalco Rosso 2011 (26.000 bt; 15 €) di piacevole nitore e un Montefalco Sagrantino 2010 (20.000 bt; 25 €) complesso e di personalità.

 

 

Lungarotti

Viale Giorgio Lungarotti, 2

Torgiano (PG)

WEB: www.lungarotti.it

MAIL: lungarotti@lungarotti.it

ETTARI VITATI: 250

1484709_440170626109620_1577109184_nBOTTIGLIE PRODOTTE: 2.200.000