Il ventennale di Pollenzo e 4 degustazioni veramente imperdibili

Pollenzo festeggia il suo ventesimo anniversario riunendo studenti, docenti, alumni, esperti e appassionati: sei giorni di incontri, momenti di riflessione e degustazioni per una riflessione profonda sul nostro rapporto con il cibo.

Sabino Loffredo, Pietracupa

Tra gli appuntamenti in programma, 4 degustazioni imperdibili guidate dagli esperti della Banca del Vino: un viaggio nell’eccellenza enologica del nostro Paese.

Si comincia venerdì 31 maggio, dalle 19.30 alle 21.00, con Pietracupa: la longevità del Fiano e del Greco. Sabino Loffredo, che dagli inizi del Duemila si è dedicato alla tenuta acquistata dal padre sulle colline di Montefredane, condurrà l’assaggio di 3 annate di Fiano e altrettante di Greco, dal 2010 al 2021. Lo sapete che i bianchi di Irpinia amano invecchiare, no!?

Doppio appuntamento sabato 1 giugno. Prima dalle 16 alle 17.30, Arianna Occhipinti: la terra, la vigna, una questione privata. I vent’anni dell’azienda con i vini dell’enologa siciliana, tra le prime a lavorare in biodinamica sull’Isola. Poi, dalle 19 alle 20.30, con Cordero di Montezemolo: alle radici del Barolo. Elena e Alberto, diciannovesima generazione di famiglia, condurranno una degustazione orizzontale dei Barolo Monfalletto, Bricco Gattera e Enrico VI, tutti del millesimo 2013, e una verticale con ulteriori 3 annate del Barolo Monfalletto (2008, 2010 e 2020).

Domenica 2 giugno, infine, dalle 16 alle 17.30, degustazione con Allegrini: i signori della Valpolicella. Sei annate di Amarone della Valpolicella, dal 2004 al 2020, di un’azienda che ha puntato tutto sui grandi rossi della Valpolicella.

Vietato mancare.