Ciao, Vladi. In ricordo di Vladimiro Galluzzo.

Vladimiro Galluzzo, detto Vladi, patron e anima della Cascina delle Terre Rosse di Finale Ligure, ci ha lasciato. Vogliamo qui rendere omaggio a una delle figure chiave nel panorama della viticoltura ligure che, fin dalla prima edizione della Guida Slow Wine, ha meritato il riconoscimento della Chiocciola.

vladimiro galluzzoCi piace ricordarlo con questa immagine di una delle nostre ultime visite in cantina quando, cercando di vincere la sua abituale ritrosia, alla richiesta di registrare una video intervista da inserire in Guida ci fece “garbatamente” osservare che proprio non era aria!

Vladi era così: timido e taciturno, preferiva fossero i suoi vini a fargli da portavoce!

Aveva iniziato l’attività nel 1975, facendo da spalla al padre Paolo, per poi prendere in mano l’azienda una decina d’anni dopo, mettendoci anima e corpo, e dimostrando già allora capacità progettuale e concretezza di risultati.

Era stato il suo grande amico e compagno di tante bevute Diego Soracco, responsabile della nostra Guida in Liguria fino alla sua prematura scomparsa, a portarmi per la prima volta assieme a Maurizio Stagnitto sull’altopiano delle Manie di Finale e a farci varcare il cancello di questa splendida tenuta immersa in un ambiente naturale pressoché integro, che conserva una fitta vegetazione ricca di specie endemiche.

In tale contesto un vigneron vero come Vladimiro, legato in modo indissolubile a questo terroir, non poteva certo scegliere di lasciarsi tentare dalle scorciatoie della chimica e abbracciò fin da subito pratiche sostenibili sia in vigna che in cantina.

Ci mancheranno, caro Vladi, la tua ruvida generosità, la tua schiettezza senza filtri, quelle giornate passate ad assaggiare le tue bottiglie e le tue prove di botte, con te che ci incoraggiavi a esprimere senza remore il nostro giudizio. E se, per caso, nei tuoi vini quasi sempre perfetti, di rara serbevolezza ed eleganza, trovavamo talvolta una piccola lacuna che tu condividevi, eri il primo ad ammetterlo con sincerità.

Se n’è andato troppo presto quest’uomo Buono, Pulito e Giusto come i suoi vini e sarà ora la moglie Paola Bighetti, che per tanti anni gli è stata a fianco per dargli man forte, a portare avanti il sogno di Vladi. Non sarà facile, ma siamo convinti che ce la farà!