Mosnel

Mosnel

Passirano (BS)

tel. 030 653117

www.mosnel.com

41 ha – 250.000 bt

 

VITA – Lucia e Giulio Barzanò rendono onore alla memoria della famiglia da cui discendono, conducendo con mirabile attenzione questa azienda storica della Franciacorta (da poco festeggiati i 180 anni dell’azienda). Ereditare una storia comporta una responsabilità importante, che nel caso di Mosnel prende la forma di una tradizione vissuta e interpretata con grande rispetto, mantenendo viva la volontà di aprirsi al futuro con lungimiranza e perfetta identificazione con il proprio vissuto.

 

VIGNE – Sono 41 gli ettari vitati, racchiusi perlopiù nell’anfiteatro morenico al cuore della denominazione, che beneficiano di pluralità di suoli ed esposizione. Passeggiando lungo la stradina che porta alla cantina si nota la cura con cui sono coltivati i vigneti di Mosnel. L’azienda è rinomata per l’attenzione rivolta alla comunicazione, sia verso la popolazione di Camignone, sia verso i turisti: le vigne sono identificate con cartelli che ne indicano il nome e le caratteristiche. La scelta del biologico comincia a dare i suoi frutti. Con il prezioso aiuto di Pierluigi Donna in vigna e la mano sensibile di Flavio Polenghi in cantina, la crescita qualitativa costante testimonia la scrupolosità del progetto aziendale.

 

 

_____

Località Camignone
Via Barboglio, 14
+39 030 653117
www.mosnel.com
96 ac – 250,000 bt

PEOPLE – Lucia and Giulio Barzanò pay homage to their family by running this his- toric Franciacorta estate with commendable care and attention. Such an important inheritance involves important responsibilities which, in Mosnel’s case, take the form of a tradition lived and interpreted with great respect and the ongoing desire to face the future with vision and conscientiousness.

VINEYARDS – The winery grows its vines on 100 acres of land, most of which in the morainal amphitheater that rises at the heart of the denomination, where soil compositions and aspects vary greatly. The decision to convert to biodynamics is beginning to bear fruit. Thanks to the invaluable help of Pierluigi Donna in the vineyard and deft touch of Flavio Polenghi in the cellar, constant improvement in quality bears witness to the thoroughness of the overall project.