Cambium e Ampeleia organizzano un corso teorico – pratico sulla biodinamica

La scuola di alta formazione in agricoltura biodinamica Cambium (già protagonista di uno splendido corso a Firenze di cui abbiamo parlato qui e qui) e l’azienda agricola maremmana Ampeleia hanno organizzato un corso teorico – pratico di viticoltura biodinamica. Per la prima volta sarà possibile per i partecipanti sperimentare la pratica biodinamica in tre momenti distinti della vita aziendale: la vigna nella sua delicata fase estiva tra vegetazione e produzione, la cantina e la sua microbiologia e, infine, la programmazione autunnale delle lavorazione del suolo. Lo scopo è integrare in modo concreto, strategico ed economico i migliori contenuti e applicazioni dell’agricoltura biodinamica in un’azienda viticola che tra i principali obiettivi centrali il raggiungimento della qualità.

 

Ecco il comunicato: abbiamo individuato tre momenti fondamentali per un’azienda viticola, con l’aiuto di chi ci lavora tutti i giorni durante i quali approfondiremo alcuni argomenti topici, misurando concretamente come l’azienda si trova ad operare. Ampeleia ha maturato un percorso più che decennale durante il quale la viticoltura, l’enologia, l’organizzazione aziendale e l’identità dei vini sono stati accompagnati in modo virtuoso dall’utilizzo degli strumenti dell’agricoltura biodinamica: i partecipanti potranno quindi toccare con mano la vita aziendale di una realtà a­ffermata in tutto il mondo.

Coordinerà questo percorso formativo Adriano Zago, fondatore e direttore di Cambium: alta formazione per l’agricoltura biodinamica, agronomo ed enologo consulente di Ampeleia, insieme a Marco Tait, direttore tecnico di Ampeleia, Mario Malagoli professore e docente di fisiologia presso la scuola di agraria dell’Università degli Studi di Padova e Ra­ffaele Guzzon ricercatore e docente presso la Fondazione E. Mach di S.Michele all’Adige.

È stato elaborato un percorso formativo comprensivo delle cinque giornate

divise in tre momenti dell’anno:

 

19-20 luglio: La gestione estiva del vigneto biodinamico: teoria, strategia e pratica.

 

30 agosto: La microbiologia in cantina: teoria, pratica e microscopio.

 

29-30 novembre: La programmazione annuale delle lavorazioni nel vigneto biodinamico: pensiero, esperienza e

pratica.

 

Si consiglia caldamente la frequenza all’intero percorso. Il costo complessivo è di 400 euro; nel caso di frequenza di singolo evento formativo il costo è di 165 euro. Sono comprese le degustazioni dei vini aziendali che verranno organizzate negli appuntamenti di luglio e novembre. Sono previsti pranzi e cene a base di prodotti biologici e biodinamici provenienti da aziende locali e saranno stipulate delle convenzioni con agriturismi e strutture ricettive per i corsisti non residenti.

Per info su Cambium,  il sito è questo (link), per Ampeleia questo (link)