Per ottenere la certificazione come B Corp, un’azienda deve vedersi assegnato un punteggio minimo verificato di 80 punti nella valutazione d’impatto B. Questa valutazione indica come le operazioni quotidiane di un’azienda creino un impatto positivo per i lavoratori, la comunità e l’ambiente dell’azienda. I punteggi per le Certified B Corporations sono verificati dal B Lab senza scopo di lucro.

Protagonisti del cambiamento, da sempre.

Slow Food Promozione S.r.l. è una Certified B Corporation® perché ha deciso di rispettare volontariamente i più alti standard di performance sociale e ambientale. È una scelta naturale, che rispecchia l’identità che caratterizza Slow Food fin dalle origini.

Slow Food Promozione Srl è anche una Società Benefit e come tale si impegna a perseguire il bene comune operando in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori e ambiente.

Che cosa sono le Certified B Corporation® e le Società Benefit?

Le Certified B Corporation® (o B Corp®) sono aziende che stanno riscrivendo il modo di fare impresa perché la loro attività economica crea un impatto positivo su persone e ambiente, perseguendo uno scopo più alto del solo profitto.

La certificazione B Corporation® è indipendente e volontaria rilasciata alle aziende da B Lab, un ente non-profit americano.

La certificazione B Corporation® è uno standard riconosciuto che richiede alle aziende di rispettare elevate performance e di rendere pubblico il punteggio ottenuto attraverso il protocollo B Impact Assessment, lo standard di misurazione di impatto più diffuso al mondo.

Nel nostro paese, per iniziativa del movimento delle B Corp®, è stata introdotta la forma giuridica di Società Benefit per facilitare il ruolo di responsabilità sociale delle imprese.

 

 

Le aree del nostro impegno

Governance

Responsabilità e trasparenza sono le nostre parole chiave. Ci impegniamo per creare un modello organizzativo efficiente e trasparente verso tutti gli stakeholders.

Lavoratori

Essere una B Corporation®significa assicurare un paradigma di lavoro che mette in primo piano il benessere del lavoratore.

L’avvio del lavoro agile – una modalità di esecuzione del lavoro flessibile, per obiettivi, senza precisi vincoli di orario o di luogo e favorita da un aggiornamento degli strumenti tecnologici – ne è un esempio.

Investire sulla formazione dei dipendenti su tematiche e tecniche ci consente, poi, di migliorarci continuamente, essere più efficienti e proattivi, ma anche felici perché migliora la gestione dei conflitti.

Comunità

Lavoriamo per ridurre l’ineguaglianza e la povertà delle comunità del cibo di tutto il mondo. Per un mondo più sano, salubre, con condizioni di vita dignitose.

Al centro del nostro lavoro ci sono le persone: produttori, educatori e formatori, cuochi. Dedichiamo tempo e risorse per la loro costante formazione e crescita professionale.

I nostri ideali si traducono in progetti concreti per le comunità locali e per i consumatori. A partire dai Presìdi Slow Food fino a progetti come le etichette narranti, passando per gli eventi: vogliamo promuovere scelte alimentari attente alla salute che favoriscono la convivialità e il piacere, rispettano gli ecosistemi e i diritti di chi il cibo lo produce. Crediamo nelle relazioni e nello scambio virtuoso tra cittadini e produttori.

Ambiente

Operiamo per ridurre i rifiuti prodotti da visitatori e espositori, e per progettare e recuperare gli allestimenti secondo i principi del design sistemico. La visione olistica che ci caratterizza e che sta alla base di questo approccio contempla anche gli aspetti sociali legati non solo all’attenzione per i diritti di tutti, ma anche l’impegno all’inclusione di soggetti potenzialmente esclusi da analoghe iniziative. Il tutto allo scopo di creare modelli di azione virtuosi da porre in condivisione, così da renderli patrimonio della collettività. In particolare, la progettazione sistemica di Terra Madre Salone del Gusto gode della consulenza scientifica dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo che ha sviluppato il progetto SEeD (Systemic Event Design) che costituisce da anni un modello di studio che ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti (come quello dell’ADI nell’ambito del Compasso d’Oro) e rappresenta un vero e proprio prototipo che trova poi applicazione in molte altre situazioni, anche al di fuori del mondo Slow Food.

Essere B Corporation® significa monitorare il nostro impatto sull’ambiente. Ci impegniamo quotidianamente a ridurre i consumi nei nostri uffici (carta stampata, rifiuti, consumi energetici).

Favoriamo quelle produzioni legate alla tradizione e al territorio che contribuiscono alla salvaguardia della biodiversità, alla tutela degli ecosistemi, al mantenimento o al recupero di economie in territori marginali. Ci impegniamo a realizzare eventi seguendo i principi della progettazione sistemica al fine di ridurre sensibilmente l’impatto ambientale, affiancandoci a partner e fornitori che utilizzano materiali ecologici e naturali, riducendo la produzione di rifiuti e favorendo il riciclo e il riuso.

Clienti

Finalità sociali e linee guida stringenti rispetto alla sostenibilità ambientale e ai criteri di sicurezza caratterizzano il nostro approccio commerciale. Questo ci permette di avere espositori e fornitori selezionati che condividono i nostri valori e che sono appagati dalla collaborazione, diventando così i protagonisti del cambiamento della società.

Realizziamo consulenze per un graduale avvicinamento ai valori di Slow Food: dai percorsi di educazione alimentare e al gusto per dipendenti di importanti realtà aziendale, alla condivisione di percorsi per il miglioramento dei servizi come le mense aziendali.

Crediamo nella contaminazione di esperienze per generare il cambiamento. I nostri sostenitori sono dei veri e propri compagni di viaggio, non solo dei partner commerciali.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo