La nostra idea di Europa

Da trent’anni, fin dalle sue origini, Slow Food difende i piccoli produttori di cibi tradizionali e lavora per rendere i consumatori consapevoli, con l’obiettivo di dare vita a un sistema alimentare più responsabile, fondato sul piacere di condividere cibo buono, pulito e giusto. Da vari anni, però, Slow Food dialoga anche con le istituzioni europee per promuovere una prospettiva comune, influenzare le politiche UE in materia alimentare e cercare di cambiare in meglio il sistema del cibo e dell’agricoltura.

Di progetto in progetto Slow Food ha sempre combattuto in prima linea per difendere la biodiversità e gli ecosistemi, i diritti degli agricoltori, dei pescatori, degli artigiani del cibo, prestando un’attenzione particolare nei confronti delle popolazioni indigene, dei giovani, delle donne e delle comunità migranti, oltre a promuovere l’agroecologia e l’agricoltura familiare di piccola scala come alternativa alle colture agroindustriali.

Oggi le attività di sensibilizzazione promosse da Slow Food Europe si concentrano sui seguenti temi:

·      Politica Alimentare Comune (Pac)
·      Agricoltura
·      Pesca
·      Biodiversità
·      Cambiamento climatico
·      Ogm
·      Consumo responsabile ed etichettatura

Occorre lavorare assieme per definire politiche più efficaci, capaci di incidere sui paradigmi della produzione alimentare e sui vari problemi connessi quali il cambiamento climatico, il rischio di perdita della biodiversità e il nostro impatto sui paesi in via di sviluppo. Le politiche future avranno ricadute immediate sulla vita di tutti noi. Per questo invitiamo tutti i cittadini europei a prendere parte al dibattito… e a sostenere Slow Food.

 

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo