Slow Food a Cibus Connect per far conoscere gli artigiani dell’alimentare, fiore all’occhiello del Made in Italy

Il 10 e l’11 aprile a Fiere di Parma torna Cibus Connect. Un’edizione più ricca che in soli due anni ha raddoppiato il numero degli espositori e i metri quadri espositivi. Sono attesi a Parma circa 10 mila visitatori professionali, di cui il 30% provenienti dall’estero. Molti i top buyer da Stati Uniti, Asia e Europa.

Slow Food sin dalla prima edizione ha creduto a questa formula ed è nuovamente presente con decine di artigiani dell’agroalimentare selezionati da tutta la penisola: una qualificata rappresentanza per far conoscere produzioni di qualità strettamente legate al territorio.

«Tutela e valorizzazione della biodiversità ed educazione sono le finalità principali di Slow Food. Per raggiungerle organizziamo incontri e manifestazioni, diffondiamo le nostre pubblicazioni, costruiamo alleanze. In questo contesto si colloca la collaborazione con Fiere di Parma, che per la seconda volta ci vede presenti a Cibus Connect, dove sarà allestita un’area dedicata ai produttori segnalati da Slow Food. Crediamo, con questo nuovo impegno, di dare un ulteriore aiuto a quel mondo di artigiani dell’alimentare che tanto abbiamo a cuore, aprendo a possibili nuovi acquirenti per i loro prodotti che rappresentano un fiore all’occhiello del Made in Italy», puntualizza Daniele Buttignol, amministratore delegato di Slow Food promozione.

Cibus Connect è, quindi, un luogo ideale anche per le piccole e medie imprese. Non resta altro che cercare la chiocciola di Slow Food nel padiglione 05 per conoscere prodotti e produttori con storie davvero uniche (l’elenco completo degli espositori è disponibile qui).

Inoltre lo spazio Slow Food ospita un Cooking Point a disposizione degli espositori presenti nello spazio dell’associazione per cucinare i loro prodotti ai visitatori presenti.

Cibus non è solo esposizione di prodotti e incontri commerciali, ma anche momento di incontro e riflessione sull’intera filiera agroalimentare che analizzerà l’andamento del comparto.

 

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo