Scaldate i fornelli: in libreria c’è Ricette del Veneto

Dopo aver percorso la penisola in lungo e in largo, Slow Food Editore rende omaggio alla gastronomia veneta. Fresco di stampa, il libro Ricette del Veneto (clicca sul titolo per saperne di più)  racconta infatti piatti e materie prime di una regione vasta e differenziata, che vale la pena conoscere.

A firmare le ricette sono i cuochi e le cuoche delle Osterie d’Italia, capaci come pochi di innovare la tradizione senza perdere la relazione con il territorio. Noi abbiamo scelto per voi un classico – polenta e baccalà –, nell’interpretazione dell’osteria chiocciolata Pironetomosca di Castelfranco Veneto.

Baccalà mantecato con polenta al nero di seppia

Per 6 persone

Per il baccalà:

8 etti di stoccafisso ammollato
2 dl di latte
uno spicchio di aglio
mezzo litro di olio extravergine di oliva
sale

Per la polenta:

2 etti e mezzo di farina di mais biancoperla
20 g di nero di seppia
sale

Iniziate con la preparazione della polenta. Portate a bollore un litro di acqua, aggiungete un cucchiaino di sale e cominciate a versare a pioggia la farina, mescolando con una frusta. Unite il nero di seppia e cuocete per 45 minuti a fuoco basso, finché la polenta non avrà raggiunto una consistenza soda.

Private il baccalà delle spine. Tagliatelo a grossi pezzi e poneteli in una pentola con un litro di acqua e il latte. Portate a bollore e cuocete, indicativamente, per 35-40 minuti.

Scolate, senza gettare l’acqua, e sfogliate i pezzi di pesce. Trasferiteli nella ciotola della planetaria aggiungendo l’aglio tritato e un pizzico di sale. Azionate la macchina con spatola a foglia lentamente, versando l’olio a filo. Aumentate i giri della planetaria in modo da rompere le scaglie di baccalà. Ripetete l’operazione aggiungendo olio fino a quando non otterrete una consistenza omogenea, infine bagnate con un po’ dell’acqua di cottura e amalgamate. (Se non avete una planetaria battete il baccalà con un mestolo, versando l’olio a filo)

Con un coppapasta ricavate dalla polenta fredda tanti tondini. Adagiateli su una griglia ben calda e arrostiteli da entrambi i lati. Servite il baccalà a temperatura ambiente con i crostini di polenta caldi.

Ricette del Veneto

Collana: In cucina con Slow Food
Pagine: 128
Prezzo di copertina: 9,90 €
Prezzo online: 8,42 €
Prezzo soci Slow Food: 7,92 €

Fino al 20 febbraio Slow Food Editore regala le spese di spedizione a chi acquista sullo store online uno di questi ricettari regionali

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo