UNIVERSITA’ DI POLLENZO PROGETTO “DONO E CONTRODONO”

IL CORRIERE DI BRA, CHERASCO E SOMMARIVA

UNIVERSITA` DI POLLENZO PROGETTO “DONO E CONTRODONO” Una notte di Langa, la notte del Canté j`euv, è il terreno dell`immaginario vitivinicolo su cui si sono impegnati gli studenti dell`Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo per la creazione di una preziosa cassa con bottiglie di vino Dolcetto prodotto dall`azienda Brandini di La Morra, con etichette e libretto narrativo realizzati da Eurostampa di Benevagienna. Il progetto “Dono e controdono” è nato all`interno del Laboratorio sulla pubblicità e sul design alimentare dell`Ateneo: è stato incentrato sulla tradizionale cerimonia popolare del “canto delle uova” con una nobile finalità sociale. La creatività degli studenti ha portato all`ideazione di originali etichette all`interno di un percorso grafico e narrativo. Sei bottiglie di Dolcetto, da uve biologiche, riportano altrettante fasi lunari che accompagnano la Quaresima: dalla luna nuova di Carnevale alla luna crescente che anticipa quella piena delle notti pasquali. Le casse in legno, da 3 o 6 bottiglie, rappresentano una speciale strenna il cui ricavato è andato a sostenere l`istituzione di una borsa di studio per uno studente proveniente da una situazione disagiata, che voglia iscriversi all`Università di Scienze Gastronomiche. La consegna dell`assegno (foto) è avvenuta la scorsa settimana alla presenza di Piero e Serena Bagnasco dell`azienda agricola Brandini e Luciano e Giuseppe Cillario, presidente e direttore di Eurostampa. [.]