SOLIDARIETA’: A CHEESE SLOW FOOD LANCIA ‘CENTO GIORNI PER CENTO ORTI’

TORINO.REPUBBLICA.IT (WEB)

Bra, 20 set. – (Adnkronos) – Parte oggi Cento giorni per cento orti, il primo, progetto di crowdfunding di Slow Food che ha l’ambizioso obiettivo di raccogliere i 90.000 euro necessari a realizzare altri 100 orti in Africa. La raccolta fondi inizia in occasione di Cheese, la manifestazione dedicata alle ‘forme del latte’, da oggi al 23 settembre a Bra, e proseguira’ per i prossimi 100 giorni. “Crowdfunding significa che tutti insieme possiamo farcela – spiega Carlo Petrini, fondatore di Slow Food – Possiamo restituire agli africani il diritto al cibo e alla sovranita’ alimentare”. Per Petrini, l’Africa rappresenta “un osservatorio strategico in cui si concentrano le pressioni che stanno mettendo in crisi il nostro pianeta: le colture estensive per l’esportazione, le multinazionali, l’urbanizzazione. Ecco perche’ e’ importante che chi come noi crede che un mondo diverso sia possibile, sostenga questa iniziativa. Ognuno con quello che puo’, non e’ importante la cifra, e’ importante esserci”. Partner del progetto, la piattaforma italiana di crowdfunding Starteed. I visitatori di Cheese possono donare alle postazioni mobili usando i piu’ classici barattoli messi a disposizione dal Consorzio Ricrea e ottenuti da acciaio riciclato o le nuove tecnologie di pagamento, come carte di credito e smartphone, che per la prima volta permettono un vero e proprio ”live crowdfunding”. Per tutti i 100 giorni si potra’ poi contribuire con carta di credito o bonifico bancario direttamente dal sito del progetto www.100X100orti.org, condividendo l’esperienza con i propri amici e tenendosi aggiornati sullo sviluppo della campagna. Slow Food ha gia’ avviato mille orti nel continente africano coinvolgendo 25 Paesi, 50 coordinatori e 30.000 persone che hanno coltivato, innaffiato, raccolto. (20 settembre 2013 ore 14.48) [.]