Rai, potenziamo il servizio pubblico: non releghiamo Petrolio alle ore notturne!

Cibo e televisione, un connubio ormai onnipresente sui nostri media, soprattutto in televisione. Ma come per ogni cosa, c’è modo e modo di parlare di cibo e di gastronomia. Sin dal 2013 Petrolio, la trasmissione di Rai 1 condotta da Duilio Giammaria, lo fa con attenzione, cura e serietà. Noti gli approfondimenti sulle principali questioni di attualità come le battaglie sul prezzo del latte, il made in Italy, lo zucchero o il benessere animale.

Purtroppo per noi appassionati, la trasmissione va in onda tardi il sabato sera e non è sempre possibile seguirla come vorremmo. «È importante parlare questi temi in televisione in orari in cui è disponibile un vasto pubblico perché il cibo fa parte dell’identità culturale del nostro Paese, anche grazie al lavoro di associazioni come Slow Food», racconta il conduttore Duilio Giammaria. «Inevitabile infatti il legame con altre tematiche come l’economia o la salute. Se da un lato siamo ghiottoni esperti di gastronomia, dall’altro siamo consumatori, per cui è fondamentale avere informazioni su ciò che mangiamo e sui sistemi di produzione». Recentemente è stata lanciata una petizione su Change.org per garantire continuità a Petrolio e per assicurare alla trasmissione una fascia oraria più accessibile.

«È compito del servizio pubblico informare su questi temi in modo accurato e puntuale», continua Giammaria. «E la televisione può farlo meglio di chiunque altro. È ancora il mezzo di comunicazione di massa che entra nelle case degli italiani e può aiutare a sgomberare la mente da dubbi e confusione, a volte alimentati dalla comunicazione generalista».

Aiutateci a difendere una trasmissione fondamentale per conoscere il nostro cibo. Firmate anche voi!

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo