Questo (Slow) weekend festeggiamo dicembre aspettando il Terra Madre Day!

Dite la verità, non aspettavate altro! Ecco che arriva il primo “vero” weekend pre-natalizio di questo dicembre che si preannuncia ricco di appuntamenti slow. E non potrebbe che essere così, visto che con il Natale noi condividiamo due caratteristiche: l’essere “buoni” (ma anche “puliti” e “giusti”) e l’essere “vestiti di rosso”.

In tutta Italia, Condotte e Comunità Slow Food indossano dunque il vestito buono delle grandi occasioni e propongono grandi eventi come Slow Beans, il Premio Ruperto da Nola o la Fiera Fredda o tappe territoriali di appuntamenti nazionali e internazionali come il Terra Madre Day (che si celebra il 10 dicembre in tutto il mondo) e le Centocene per Slow Wine. Il tutto alla ricerca della convivialità, quella vera, quella che con Slow Food viviamo tutto l’anno, non solo a Natale. Ecco perché essere soci Slow Food vi porterà a godervi ancor di più ogni appuntamento!

Essere soci Slow Food vuol dire contribuire ogni giorno alla salvaguardia della biodiversità, alla diffusione dell’educazione alimentare e ambientale, a far valere le nostre istanze in Europa, ma anche aver diritto per un intero anno a riduzioni dei costi degli eventi proposti, appuntamenti esclusivi riservati ai soci, a tantissime convenzioni e sconti sui libri di Slow Food Editore.

Potete diventare soci rivolgendovi alla Condotta Slow Food (cerca qui le nostre sedi locali) più vicina a voi oppure su soci.slowfood.it.

Non ci resta dunque che invitarvi a salire sulla nostra slitta trainata da Chiocciole e augurarvi buon viaggio tra Piemonte, Lombardia, Veneto, Marche, Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia.

E visto che la prossima settimana il calendario ci regalerà un altro giorno rosso, in coda all’articolo trovate la rubrica “oltre il weekend”, dedicata per l’occasione a un appuntamento da non perdere presso l’Albergo dell’Agenzia di Pollenzo.

Per conoscere in anteprima gli eventi delle Chiocciole più vicine a voi, andate ogni giorno su Slow Food in Tasca, il portale esclusivo per i soci Slow Food.

Piemonte

Borgo San Dalmazzo (Cn)

Poche fiere possono contare su un numero di edizioni così alto: 452. È questo il caso della Fiera Fredda di Borgo San Dalmazzo organizzato dalla Condotta Slow Food Cuneo e le sue valli insieme al Consorzio della lumaca borgarina e delle valli circostanti. La fiera sarà inaugurata sabato 4 dicembre all’auditorium Bertello con un convegno dal titolo “Sostenibilità dell’allevamento elicico tradizionale e rapporti con l’ecosistema”. Sabato 4, domenica 5 e mercoledì 8 dicembre invece sarà possibile degustare le lumache insieme a tanti altri prodotti selezionati dalla Condotta Slow Food nel tradizionale mercatino, presso il quale saranno presenti: il Castelmagno, l’aglio storico di Caraglio, i prodotti trasformati di agnello sambucano e i mieli di montagna.

Lombardia

Milano

appuntamenti slow weekendSabato 4 dicembre, il Mercato della Terra di Milano torna alla Fabbrica del Vapore dalle 9 alle 14. Nel corso della giornata, i più piccoli, insieme a Nicolò del Panificio Grazioli potranno realizzare con il pane raffermo le stelle di Natale per addobbare l’albero mentre i più golosi potranno dilettarsi con un laboratorio dedicato alla birra e al pecorino cremasco a cura di Bianchessi Azienda Agricola e Birra La Bergamasca – Birrificio Sguaraunda. Ti aspettiamo!

Soncino (Cr)

Domenica 5 dicembre dalle 9 alle 17 in Largo Manzoni a Soncino torna il Mercato della Terra che, per l’occasione, anticipa il Terra Madre Day che si celebrerà in ogni angolo del pianeta il 10 dicembre. Tema di questa edizione del Mercato sarà: “Difendi il pianeta con il cibo”. Saranno presenti, oltre ai produttori della Comunità mercatale, anche il Presidio Slow Food della vacca tortonese. Non mancheranno il cibo di strada e un ottimo abbinamento invernale: castagne e vin brulè.appuntamenti slow weekend

 

Rivanazzano Terme (Pv)

La Condotta Slow Food dell’Oltrepò Pavese celebra la nuova edizione di Slow Wine portando al Ristorante Selvatico di Rivanazzano Terme una delle Centocene per Slow Wine. Slow Wine è la Guida che racconta il lavoro di migliaia di produttori e vignaioli italiani ed è uno sguardo “diverso” al mondo del vino, fatto di conoscenza, consapevolezza, trasparenza e piacere. Nel corso della serata, essa sarà raccontata da Paolo Camozzi, vice-curatore nazionale di Slow Wine. Sarà inoltre realizzato un gioco a premi sulla conoscenza del vino. Centocene per Slow Wine è un’iniziativa nazionale che coinvolge ristoranti, osterie, enoteche sparse per lo Stivale, in una serata dedicata ai produttori e ai loro vini. La quota di partecipazione alla serata è di 50 euro e comprende una copia della Guida Slow Wine 2022. Per le coppie presenti, il costo della serata è pari a 92 euro (comprensivi di una copia della Guida). La prenotazione è obbligatoria e va effettuata al numero 0383 944720.

appuntamenti slow weekend

Veneto

Sommacampagna (Vr)

Domenica 5 dicembre torna l’edizione mensile del Mercato della Terra di Sommacampagna. Tante le novità a dicembre! Accanto a oltre 40 piccoli produttori provenienti dalla provincia di Verona e dalle zone limitrofe del vicentino, mantovano, bresciano, trentino, tornano due Presìdi Slow Food: il formaggio Silter di Andrea Bezzi della Valle Camonica; il Broccoletto di Custoza (fresco e fritto) di Nicola Rossignoli e, come” special guest”, il produttore di arance e agrumi di Sicilia, Giuseppe Ciancimino di Riber Navel. Appuntamento dalle ore 9,00 alle ore 13,00 in Piazza Repubblica, la piazza giardino situata nel cuore del centro storico di Sommacampagna, a due passi da Verona e dal Lago di Garda.

appuntamenti slow weekend

Emilia Romagna

Vignola e Valle del Panaro

Sabato 4 dicembre, alle ore 16, i vignaioli di Slow Food Vignola e Valle del Panaro firmano collettivamente il Manifesto Slow Food per il vino buono, pulito e giusto per entrare nella Slow Wine Coalition. Un’occasione unica per discutere del Manifesto, conoscerli e, a seguire, degustare i loro vini. L’evento si tiene presso la Sala Consiliare del Municipio di Vignola. L’accesso è gratuito ma per partecipare è necessario prenotarsi qui ed esibilre il Green Pass.

Marche

Cagli (Ps)

Venerdì 3 dicembre alle 18:30 presso il Palazzo Berardi Mochi Zamperoli la Condotta Slow Food Catria e Nerone dedica un appuntamento al Bianchello del Metauro che, negli ultimi anni, grazie all’impegno dei viticoltori, ha raggiunto qualità e, di conseguenza, notorietà che ne fanno uno dei prodotti trainanti per il turismo del nostro territorio con un’importante ricaduta positiva anche sulla possibilità di mantenere persone in luoghi spesso difficili. Il libro di Gianluigi Garattoni che affronta il tema e da cui si dipana la discussione della serata, segna un punto fermo importante che sistematizza il mondo del Bianchello fissandone il percorso storico e l’approdo attuale. L’incontro sarà un’occasione per parlare di quanto i prodotti agricoli identificativi possano costituire un valore aggiunto importante per ogni territorio. In calce alla presentazione, sarà possibile degustare vini di 25 cantine produttrici di Bianchello del Metauro Tradizionale e Superiore. Info e prenotazione (obbligatoria) al numero 3486416335.

Toscana

Capannori (Lu)

Sabato 4 e domenica 5 dicembre torna Slow Beans, l’appuntamento organizzato da Slow Food – Condotta Lucca, Compitese, Orti Lucchesi, Slow Beans – Comunità Leguminosa, Piana del cibo e Comuni di Altopascio, Capannori, Lucca, Porcari e Villa Basilica con il supporto di Slow Food Italia. Slow Beans nasce a Capannori nel 2010. Dopo dieci anni di eventi itineranti, ora “torna a casa” con due giorni ricchi di appuntamenti. Epicentro della manifestazione sarà il mercato di Marlia, che per l’occasione rimarrà aperto dalle 10 alle 19. Sia sabato che domenica si terrà l’”esposizione leguminosa” curata dalla comunità di produttori della Rete Slow Beans provenienti da tutta Italia. All’evento parteciperanno alcune delegazioni straniere che con Slow Food Italia e con la rete di Slow Beans stanno promuovendo anche in Italia il progetto Meatless Monday, una campagna internazionale che si propone la riduzione del consumo di carne. Il tradizionale mercato contadino domenica 5 dicembre si trasformerà in un “mercato dei mercati” con la partecipazione dei produttori presenti a Capannori, al Foro Boario e in piazza S. Francesco a Lucca. Accanto al cibo dei mercati del territorio (presente una rappresentanza dei Mercati della Terra della Toscana di San Miniato, Montecatini e Montevarchi) ci sarà spazio anche per i vini (con l’Enoteca Biodinamica), per le birre artigianali e per l’olio. Non mancherà un’area dedicata ai bambini, organizzata nei locali della circoscrizione, con giochi collettivi sui legumi e una mostra didattica curata dalle scuole coinvolte nel progetto Orti in Condotta. Sabato pomeriggio, alle 17 si terrà una cerimonia in ricordo di Antonio Tregnaghi “Gnago”, che per tanti anni ha collaborato con la Condotta Slow Food di Lucca, mettendo a disposizione il suo grande talento. Domenica mattina si svolgerà presso l’Auditorium-Teatro “Vincenzo Da Massa Carrara “di Porcari l’Assemblea di tutte le condotte Slow Food della Toscana e dalle 12 alle 15 si terranno le “Fagioliadi”, durante le quali ogni partecipante presenterà un piatto in grado di ben rappresentare il proprio legume. Sarà la giuria popolare, rappresentata dal pubblico presente, a decretare il vincitore. La premiazione si terrà alle 17. Per coinvolgere i ristoratori della Piana del cibo, Slow Beans ha proposto loro di inserire in questi giorni in menù un piatto che sia una libera interpretazioni dei legumi simbolo della Rete Slow Beans. Il piatto sarà poi valutato dai clienti attraverso una scheda di degustazione contente anche importanti informazioni sui legumi. Hanno aderito all’iniziativa Il Mecenate (Lucca), Osteria Lo Stellario (Lucca), Osteria di Lammari (Lammari), Ristorante Tomei (Antraccoli), Osteria da mi’ pa’ (Gragnano), Osteria Dal Manzo (Lucca), Ristorante Accasatua (Lammari), Il ristoro della Fattoria di Petrognano (Petrognano), Locanda Buatino (Lucca), Ristorante A Bimbotto (Vorno).

Pistoia

Giovedì 2 dicembre Slow Food Pistoia invita tutti all’Osteria “La BotteGaia” per una cena dal titolo “Sapori d’autunno” dedicata ai prodotti della stagione autunnale e di prossimità. Il ricco menù viene proposto ai soci Slow Food a 38 euro (40 euro per i non soci). La prenotazione è obbligatoria ai numeri 3477038687 (Slow Food Pistoia) – 0573 365602 (La BotteGaia).

Umbria

Todi (Pg)

Sabato 4 dicembre alle ore 16 presso la Sala espositiva dei portici comunali di Todi, Slow Food Umbria racconta i maccheroni dolci di Todi con Daniele Falchi (Slow Food Umbria), Walter Nilo Ciucci (Uncover Umbria), Loredana Angelantoni (Ristorante “Pane e vino”) e Antonio Zamporlini (Vannucci) e gli interventi istituzionali del Sindaco Antonino Ruggiano e dell’Asessore alla cultura Claudio Ranchicchio.

appuntamenti slow weekend

Lazio

Tutta la regione

Al via dal 4 al 19 dicembre la prima edizione del Festival regionale delle Osterie d’Italia, la manifestazione organizzata da Slow Food Lazio per celebrare gli interpreti della ristorazione che si distinguono per la loro accoglienza, servizio e cucina.

appuntamenti slow weekend

Complessivamente sono 20 i locali di tutte le province del Lazio che aderiscono all’iniziativa proponendo dei menu degustazione elaborati per l’occasione che esalteranno la loro cucina e le eccellenze agroalimentari locali: Trattoria Buccia (Sabaudia), La Chianina (Poggio Mirteto), Zero Miglia (Nettuno), Mactra (Vitorchiano), L’Osteria di Ianus (Antrodoco), Osteria Anna Dolci & Cucina (Castelnuovo Parano), Ristorante Orsola (Allumiere), L’Angoletto Vino e Cucina (Genzano di Roma), Lo Stuzzichino (Campodimele), Le Tre Porte (Rieti), L’Osteria delle Tre Sorelle (Rieti), Magna Civita (Bagnoregio), Il Castagno (Bassiano), Il Grecale (Anzio), Osteria dell’Elefante (Fiumicino), Il Vicoletto 1563 (Vignanello), Bellavista (Picinisco), Da Maria Fontana (Rieti), Il Calice e la Stella (Canepina), Uva Fragola (Latina). Nel corso dei pranzi e cene sarà presentata la Guida Osterie d’Italia, acquistabile solo per l’occasione al prezzo scontato di 15,00 euro anziché 22,00 euro per chi la richiederà al momento della prenotazione. Partecipando al Festival regionale delle Osterie d’Italia si contribuirà alla realizzazione di uno o più boschi nel Lazio per contribuire alla lotta alla crisi climatica. Per saperne di più: www.slowfoodlazio.org – 327 1274382.

Roma

Slow Food Lazio con il gruppo regionale Slow Olive sarà presente a Popolio, la manifestazione in programma sabato 4 e domenica 5 dicembre al Wegil a Roma, che si propone di diffondere la cultura dell’extravergine, in modalità POP: divulgativa, emozionale, semplice e diretta a tutti. Degustare l’extravergine non è semplice ma se sono i sensi a parlare, stimolati da un ambiente artistico fatto di musica dal vivo, teatro, degustazioni alternative, incontri con i produttori, cibi dedicati e provocanti, degustazioni al buio, la consapevolezza si apre e resta indelebile per diventare vero compendio per la propria vita. Il buio amico dell’olio, diventa ambiente ideale: la BLACK BOX allestita in una delle sale del WEGIL apre a degustazioni emozionali, considerando che per la valutazione organolettica dell’extravergine non si tiene conto del colore. A guidare questo viaggio sensoriale il gruppo dell’Istituto Ciechi Sant’Alessio: campioni olimpici, imprenditori, biologi che affiancheranno i degustatori e insieme accompagneranno i visitatori in un viaggio dell’olio che parte dai profumi varietali, tocca le colline degli oliveti laziali, arriva in bocca pieno di gusto come solo l’extravergine sa regalare. Nell’area EXTRAZEN si proverà a degustare l’olio come il Giappone ci insegna, attraverso il caffè o il cacao amaro. Per i più tradizionalisti, il banco di assaggio a cura dell’Associazione Panificatori di Roma, per un pane e olio che scalda il cuore e una degustazione guidata dalla fooblogger Gabriella Pravato. Per tutti, il PINZIMONIO LIBERO a cura del CAR-Centro Agroalimentare Roma. Il Teatro di Degust’ART di Gianmarco Spineo proporrà una piece teatrale dedicata a POPOLIO e, in chiusura, il Sax visionario di Nicola Alesini, musicista ispirato dal vento, dal mare, dal rumore delle foglie e dall’olio che in maniera alchemica si forma. Politici ed esperti saranno presenti al convegno di sabato 4 dicembre alle ore 11 dedicato al tema dell’olioturismo. Invitati il Sindaco di Roma Roberto Gualtieri e il sottosegretario Gianmarco Centinaio. Interverranno Claudio Di Giovannantonio (Arsial) e Stefano Asaro (Slow Olive). A moderare l’incontro sarà Alberto Grimelli, Direttore di Teatro Naturale. POPOLIO è un evento realizzato con allestimenti totalmente sostenibili prodotti da Eventi di Cartone, azienda che prima di altri ha investito in materiali riciclati per promuovere una cultura delle manifestazioni nel pieno significato dell’economia circolare.

Roma

Domenica 5, in attesa del Natale, Slow Food Roma insieme al Rome Cavalieri, A Waldorf Astoria Hotel propongono un brunch delle feste, il S’Brunch. Un’occasione per brindare insieme l’inizio delle feste gustando il cappone di Morozzo, prelibato Presidio Slow Food del Piemonte che arricchirà le pietanze.

Per informazioni e prenotazioni contattare il numero 0635092145 o l’indirizzo ROMHI.FB@waldorfastoria.com.

Tivoli (Rm)

Arriva Natale e l’Archeomercato della Terra di Tivoli torna in piazza Garibaldi domenica 5, sabato 11 e domenica 12, sabato 18 e domenica 19 dicembre dalle 9 alle 21. Protagonisti saranno prodotti come giglietti, fagiolina, polenta, confetture di frutti antichi e composta della Comunità del Pizzutello di Tivoli ma anche i vini delle cantine che hanno aderito al Manifesto del Vino Buono Pulito e Giusto. Al Mercato della Terra sarà anche possibile trovare cesti natalizi già confezionati ma la Condotta Slow Food Tivoli e Valle dell’Aniene non farà mancare i Laboratori, non di solo cibo: vi saranno infatti quelli dedicati alle ghirlande naturali e quelli dedicati ai più piccoli per creare decorazioni con oggetti di recupero.

Abruzzo

Tollo (Ch)

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, la Condotta Slow Food Chieti porta i propri soci in visita a un suggestivo sito archeologico in cui sorgeva il primo esempio di villa rustica romana per la produzione di vino e olio. Proprio qui oggi ha vigneti e sede l’azienda Feudo Antico che ci ospiterà per pranzo.

Chieti

Domenica 5 dicembre la Condotta Slow Food Chieti propone il suo secondo appuntamento di “Aspettando il Natale”: ospiti della pasticceria artigianale e caffetteria La Cocò de Claire di Chieti, scopriremo il mondo dei panettoni e la pralineria artigianali in una degustazione della linea creata in collaborazione con Slow Food a base di Presìdi abruzzesi e prodotti locali. Nel corso dell’appuntamento, saranno letti ad alta voce di brani tratti dai libri di Carlo Petrini. In serata, al termine del concerto di Mikhail Pletnev, uno dei più apprezzati pianisti al mondo, nel Teatro Marrucino di Chieti, la Condotta curerà poi una degustazione di vino, pane e olio nuovo dell’azienda agricola Rabottini di Chieti. La degustazione è gratuita ma riservata a chi ha assistito al concerto i biglietti cui sono in vendita qui.

Campania

Nola (Na)

appuntamenti slow weekend

Ritorna l’appuntamento con il Premio “Ruperto da Nola”, in programma venerdì 3 dicembre alle ore 19 a Nola presso il Seminario Vescovile. La manifestazione, giunta all’undicesima edizione, nasce su iniziativa di Slow Food Agro nolano per segnalare il lavoro di quanti difendono, promuovono e arricchiscono il patrimonio agroalimentare della Campania, contribuendo a rilanciarne le potenzialità. Tre le categorie premiate: produttore agricolo, cuoco e comunicatore. Ad esse si aggiunge la sezione speciale Slow Life, dedicata a personalità che con le loro attività hanno affermato i principi della solidarietà e della salvaguardia ambientale, diventando esempi da imitare. Tra i vincitori di questa edizione, il contadino poeta Giuseppe Montoro, meglio conosciuto come Zi’ Peppe, che anima la piccola azienda agricola a conduzione familiare nell’accogliente Masseria Pigliuocco, alle sorgenti di acqua cristallina del fiume Sarno; Giovanni Sorrentino, cuoco emergente e patron del ristorante “Gerani” a Sant’Antonio Abate, in cui propone ricette moderne e tradizionali allo stesso tempo; ‘Tonino‘, il film diretto da Gaetano Del Mauro, scritto da Alfonso Tramontano Guerritore, Aldo Padovano e Federico Esposito, racconta la terribile vicenda di Antonio Esposito Ferraioli, cuoco e sindacalista ammazzato dalla camorra nel 1978 a Pagani. Il riconoscimento Slow Life va a “Il Papavero”, un gruppo di cittadini impegnato nella tutela dei luoghi pubblici di Castel Cicala e che punta a costituire un comitato per la salvaguardia della collina che ha dato i natali al filosofo Giordano Bruno. Menzione speciale a Salvatore Tortora, vincitore della finale di Coppa del Mondo di Panettone a Lugano e maestro pasticcere di “Espresso Napoletano”. Dopo i saluti di Gaetano Minieri, sindaco di Nola, Ferdinando Giampietro, assessore ai Beni culturali, Felice Scotti, presidente della Fondazione Hyria Novla, Giuseppe Bianco, presidente della Pro Loco cittadina, insieme ai premiati prendono parte all’evento Angelo Lo Conte, presidente di Slow Food Campania, Raffaele Roberto, fiduciario di Slow Food Agro nolano, Gianluca Napolitano e Angelo Petillo, responsabili della giuria del Premio. Il Premio prende il nome dal misterioso personaggio di Ruperto, cuoco delle case nobili nolane vissuto nella prima metà del Cinquecento, qualche anno prima della nascita di Bruno. Ruperto è chiamato a Napoli nella prestigiosa corte di re Ferdinando I d’Aragona e autore di uno dei primi libri di cucina della storia europea, con annesse raccomandazioni e istruzioni sul servizio a tavola. Il suo Libro de guisados è stato tradotto in Italiano contemporaneo e riedito per le edizioni “Il Laboratorio”: una eccezionale raccolta di 242 ricette che ci svela i sapori e le abitudini della cucina mediterranea in epoca rinascimentale. Ospite d’eccezione DonPasta, il dj, scrittore e regista reduce dalla presentazione del suo ultimo documentario al Festival del Cinema di Venezia, che presenta per la prima volta al pubblico ‘Giordano Bruno Remix’, un inedito e coinvolgente spettacolo multimediale di gastrosofia. Il programma si conclude con La grande cena di Ruperto giovedì 9 dicembre alle 20,30 presso il salone dell’Istituto alberghiero “Carmine Russo” di Cicciano. Alla cena è possibile partecipare solo su prenotazione, contattando l’indirizzo email agronolano@network.slowfood.it oppure telefonando ai numeri 3385003676 – 3289024494.

San Giorgio del Sannio (Bn)

Come avviene in tutta Italia, anche Slow Food Benevento celebra Centocene per Slow Wine e lo fa con una serata presso Centouno Osteria a San Giorgio del Sannio venerdì 3 dicembre a partire dalle 20,30. La serata sarà introdotta da Alessandro Marra, co-coordinatore regionale di Slow Wine e Antonio Follo del Comitato di Condotta Slow Food Benevento. La quota di partecipazione è di 35 euro per i soci Slow Food (38 euro per i non soci) e comprende anche una copia della Guida Slow Wine 2022 oltre a un piacevole menù con tanti Presìdi Slow Food. Prenotazione obbligatoria al numero 3400822356 (Sergio).

Puglia

Andria (Bt)

appuntamenti slow weekendDomenica 5 dicembre 2021, negli spazi della Biblioteca Diocesana del Seminario Vescovile di Andria, la Condotta Slow Food Castel del Monte e la Comunità Slow Food La Tèranga – per l’integrazione e l’accoglienza, ospitano la presentazione delle edizioni 2022 di Osterie d’Italia e Slow Wine. Interverranno Marco Bolasco e Salvatore Taronno per Osterie d’Italia; Fabio Giavedoni e Francesco Muci per Slow Wine; il Presidente di Slow Food Puglia, Marcello Longo. Modera l’incontro la giornalista Marilena Pastore. L’evento, su invito, è riservato a soci e addetti ai lavori, giornalisti, produttori e osti di Puglia.

Gli ampi spazi a disposizione, sia interni che esterni, consentiranno di svolgere le attività nel rispetto delle disposizioni anti-covid in vigore previo controllo green pass all’ingresso. Nell’incantevole cornice del chiostro della biblioteca Diocesana San Tommaso d’Aquino, avrà luogo il percorso di degustazione, gratuito e promozionale. L’impegno richiesto ai partecipanti è quello di acquistare in loco almeno una delle due Guide al costo promozionale di 20 Euro. Parte del ricavato sarà devoluto alla Comunità La Tèranga di Andria, co-organizzatore dell’evento, a sostegno dei progetti di ristorazione, orto e sartoria sociale per una integrazione e accoglienza buona, pulita e giusta. La serata sarà anche l’occasione per celebrare la nascita di un Orto in Africa intitolato al compianto Antonello Del Vecchio, anima di Slow Food Puglia, prematuramente scomparso. Nel corso della serata, vi sarà una video-proiezione della collezione di fotografie di Mirella Caldarone “Mani di Puglia” e l’allestimento della mostra fotografica di Giuseppe Tricarico “Ris-Volti d’Africa”, che racconta per immagini momenti di vita dei contadini e pastori ugandesi e l’inaugurazione del Villaggio Puglia a Rwentobo (Uganda), un’utopia divenuta realtà, grazie all’Associazione Meridians Onlus e altri attori pubblici e privati, segno tangibile della cooperazione allo sviluppo e alla solidarietà internazionale pugliese. Per partecipare, è necessaria la prenotazione.

Calabria

Serrastretta (Cz)

Sabato 4 dicembre a Serrastretta si celebra il Terra Madre Day con una giornata dedicata ai castanicoltori. L’appuntamento avrà inizio alle ore 9:30 con un incontro con le aziende agricole e una degustazione a cura del salumificio “Gusto e tradizione”. Vi saranno poi l’aula verde nel castagneto con lavorazione delle pastille nell’ essiccatoio dell’azienda Fazio e un mercato contadino a cura di Coldiretti Campagna amica. Seguirà la manifestazione sui castagneti con sottoscrizione del Manifesto e pranzo al Vecchio castagno, Chiocciola Osterie d’Italia 2022. Nel pomeriggio sarà possibile effettuare una visita ai musei Dalidà e della civiltà contadina ed artigiana. Il programma completo è disponibile a questo link.

Sicilia

Catania

Domenica 5 dicembre a partire dalle ore 9 Piazza Palestro a Catania ospita il Fortino Slow Food, un evento che vuole portare al centro della città una varietà di sapori e di saperi per valorizzare questa grande piazza incorniciata da Porta Garibaldi. Enogastronauti e turisti potranno trovare e assaggiare prodotti genuini e a filiera corta selezionati da Slow Food Catania: dalla cudduredda di Delia al piacentino ennese, dalla vastedda col sambuco di Troina al torrone di Licodia Eubea, dai panettoni artigianali alle lenticchie di Villalba, dalla cicerchia alle mele dell’Etna, all’olio genuino, un mondo di territori e tradizioni locali di cui la Sicilia è particolarmente ricca. Accanto agli stand dei produttori provenienti da diverse parti dell’isola, ci saranno anche i commercianti della zona per un coinvolgimento delle attività economiche del quartiere. I visitatori potranno dunque lasciarsi andare a un’esperienza tra gusto, storia e cultura. Sotto Porta Garibaldi trovano posto infatti anche le creazioni degli artigiani di Treviehandmade: una vetrina di manufatti artistici realizzati con tessuti, ceramica, e vari materiali innovando tradizioni secolari. E per chi vuole concedersi un aperitivo all’aperto e in sicurezza, c’è il laboratorio di Slow Food con degustazioni di cibo e selezioni di vino. Per i più piccoli, invece, sarà allestito il laboratorio di cioccolato a cura di Francesca Tornello. Per l’occasione, Porta Garibaldi ospiterà infine due allestimenti artistici realizzati da Vincenzo La Mendola e Giuliano Cardella: un percorso di denuncia contro la violenza sulle donne, lavori intitolati “La ragnatela del delitto” e “Testimone”.

appuntamenti slow weekend

Oltre il weekend

Piemonte

Pollenzo (Bra – CN)

Lunedì 6 dicembre dalle ore 17:30 presso l’Albergo dell’Agenzia di Pollenzo, insieme alla Condotta Slow Food Cuneo e le sue Valli vivremo l’appuntamento annuale con l’Asta del Castelmagno. Nel corso dell’Asta, questo grande formaggio sarà proposto in tre differenti stagionature: 12, 24 e 36 mesi e in venti forme selezionate con La Meiro, azienda di riferimento per il presidio Slow Food del Castelmagno d’Alpeggio. Seguirà alle ore 20 la cena presso il ristorante Garden dell’Albergo dell’Agenzia con menù a base di Castelmagno La Meiro, abbinato ad una selezione di vini di Cascina Gilly, direttamente dalle colline di Castelnuovo Don Bosco.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo