Parloup, antica borgata di montagna cerca collaboratrici/collaboratori

Paraloup cerca due collaboratori: l’antica borgata di montagna simbolo della Resistenza si cercano una cuoca/cuoco e una coordinatrice/coordinatore

Antica borgata di montagna del Comune di Rittana, in provincia di Cuneo, Paraloup era, durante la Resistenza, sede della formazione partigiana “Italia Libera” di Duccio Galimberti, Livio Bianco e Nuto Revelli.

Dopo anni di spopolamento e di abbandono la Fondazione Nuto Revelli ha avviato un progetto di ristrutturazione e rivitalizzazione: «per farne luogo di una doppia memoria: quella della guerra partigiana e quella della vita contadina, un luogo che fosse testimone fisico di una memoria storica non ossificata», spiega Beatrice Verri, direttrice della Fondazione intitolata allo scrittore partigiano: «In quasi due anni di lotta partigiana a Paraloup combatterono 149 giovanissimi. Solo 9 avevano più di 25 anni, tra cui Nuto Revelli. Il nuovo progetto è ispirato a quell’esempio».

Paraloup cerca due collaboratori

Oggi il Rifugio Paraloup è un punto di riferimento per il turismo di prossimità e per sport come trekking, mountain bike, sci alpinismo.

Dal 1 ottobre 2020, data in cui la Fondazione Nuto Revelli, tramite la propria Impresa sociale, recupererà la gestione diretta dell’intero luogo (fino a oggi il ramo ricettivo era dato in affitto), la Borgata Paraloup sarà anche, e soprattutto, un luogo di produzione di cultura, creatività, sostenibilità e innovazione sociale, aperto alla contaminazione di linguaggi e pubblici diversi, connesso al territorio e allo stesso tempo protagonista del dibattito nazionale ed europeo sulla partecipazione.

Paraloup cerca due collaboratori
Tramonto invernale a Paraloup

«Paraloup continuerà a essere il luogo di accoglienza e di empatia che è stato in questi anni, grazie al lavoro dei ragazzi che hanno gestito finora il rifugio e all’impegno della Fondazione Nuto Revelli. Anzi, lo sarà in forma ancora più completa grazie alle nuove dotazioni che nel frattempo si sono aggiunte: un teatro unico nel suo genere, con il palco che guarda la pianura e la Bisalta, una cineteca sulla filmografia della Resistenza, un museo multimediale che sarà inaugurato il prossimo 5 settembre e che costituirà un utilissimo strumento formativo e didattico. Per questo ampliamento del campo di attività e di attrezzature Paraloup si sta trasformando da semplice “rifugio” con prevalente destinazione turistica in vero e proprio centro culturale integrato capace di rispondere a un ventaglio ampio di bisogni e di richieste da parte sia del pubblico più affezionato che l’ha frequentato in questi anni sia di nuove fasce di visitatori. È questa la ragione per cui la Fondazione ha deciso da quest’anno di occuparsi direttamente della gestione complessiva della borgata, in tutti i suoi aspetti» racconta Marco Revelli, presidente della Fondazione Nuto Revelli e figlio dello scrittore partigiano.

La notizia è che Paraloup cerca due figure professionali, due collaboratrici/collaboratori: un coordinatore e un cuoco e volentieri vi invitiamo a partecipare alla loro call:

Cerchiamo persone curiose, creative, flessibili, dotate di spirito d’iniziativa e di voglia di lavorare in squadra.

«Se hai capacità gestionali, organizzative e relazionali; se ami la storia e la montagna e con noi vuoi prenderti cura di Paraloup, dei suoi valori e della sua missione culturale e sociale, non aspettare oltre: raccontaci di te!»

Tutte le info qui: www.nutorevelli.org

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo