Non tutto il caldo viene per nuocere: meloni e zucchine al top

I dati relativi alle temperature ci dicono che per ritrovare picchi di caldo simili a quelli registrati la scorsa settimana andare al 2003. Curiosamente, ma neanche tanto per caso, il 2003 è anche l’anno in cui i prezzi di meloni e cocomeri avevano raggiunto gli stessi livelli che hanno oggi al mercato: il doppio di quanto sarebbe normale. Vale a dire anche 1,5 euro al chilo per le angurie o cocomeri e dai 3 ai 6 euro al chilo per i meloni.

Nelle settimane passate vi avevamo avvertito che avremmo dovuto monitorare quasi giorno per giorno i prezzi di certi prodotti, che sarebbero stati soggetti a sbalzi improvvisi e non indifferenti. Questo a causa delle cospicue piogge di maggio, che hanno impedito in molti casi alle api di impollinare i fiori in campo aperto e quindi alle piante di dare frutto. Il “buco” di mercato causato da quella situazione si verifica oggi per meloni e cocomeri che raggiungono così prezzi elevatissimi. È un problema di offerta ma dobbiamo anche guardare alla domanda: il caldo torrido aumenta quella di questi frutti succosi e freschi che non sono abbastanza. Ecco il motivo dei ricorsi storici: non ricordiamo se il maggio del 2003 fosse stato particolarmente piovoso ma siamo pronti a scommetterci.

sabato al mercato

C’è di buono che almeno il caldo eccezionale favorisce la qualità di questo tipo di prodotti, che maturano a perfezione e sviluppano meglio il grado zuccherino delle loro polpe. A maggio vi avevamo detto che i meloni costavano poco ma non erano tanto buoni per via dell’umidità: un mese dopo la situazione si è completamente capovolta. Non sarà il caso di spaventarsi troppo però: meglio magiare una fetta in meno di melone, ma molto buono, piuttosto che rinunciarvi.

Altri ortaggi che traggono vantaggio dal caldo sono le zucchine, che infatti in questi giorni hanno invaso i mercati. Per loro non è soltanto una questione di qualità ma anche di quantità. Le alte temperature aumentano a dismisura la produttività delle piante. Quindi il consiglio-convenienza di oggi riguarda proprio loro, le zucchine che non sono mai state così poco costose (anche 0,80 euro al chilo e di ottima qualità!) dall’inizio della loro stagione. Visto che hanno questi prezzi puntate il meglio: andate al banco dei contadini che le avranno raccolte la mattina stessa, sceglietele con i fiori attaccati e ben turgidi, poi saltatele in padella con un filo d’olio, sale, pepe e un po’ di basilico fresco.

 

Carlo Bogliotti
Da La Stampa del 29 gugno 2019

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo