Negoziati Politica agricola comune (Pac) 2020: è ora di dire la nostra

In sordina e nonostante il caos causato dalla pandemia di Covid-19, proseguono i negoziati della Politica agricola comune (Pac). Il voto finale è previsto per l’autunno e determinerà le politiche agricole dell’Ue per i prossimi sette anni. Prima di andare avanti vorremmo chiarire un punto fondamentale

In totale, nel 2020 la Pac rappresenta il 34,5% del bilancio dell’Unione, ovvero 58,12 miliardi di euro. (Fonte: www.europarl.europa.eu)

Come vogliamo spendere questi soldi?

La nostra richiesta, e della coalizione #CambiamoAgricoltura (che riunisce le associazioni ambientaliste e dell’agricoltura bio italiane www.cambiamoagricoltura.it) e delle numerose Ong ambientaliste europee è quella di far sì che la Pac 2020 sia lo strumento guida verso la transizione ecologica dell’agricoltura per contribuire al raggiungimento degli obiettivi ambiziosi del Green New Deal.

Una necessità urgente se davvero ci importa di affrontare e risolvere le crisi ambientali globali e locali, mantenendo vitali gli ambienti rurali, continuando a garantire la sostenibilità economica per gli agricoltori.

© Irena Carpaccio -Unsplash

Il timore è che questi finanziamenti così importanti vengano ancora una volta destinati al sistema agricolo industriale, tra i primi responsabili di crisi climatica e inquinamento ambientale.

L’incertezza posta dalla pandemia globale ha già colpito i mercati agricoli, filiere alimentari e i redditi agricoli e potrebbe avere un impatto sui negoziati della Pac. Ecco perché questo è il momento di farci sentire.

© pixabay.com

Per le prossime cinque settimane, insieme ai nostri alleati in Italia e in Europa (e speriamo insieme a tutte e tutti voi), faremo pressione sui membri del Parlamento Europeo per rimodellare la politica agricola dell’Ue affinché abbia tra i principi guida il rispetto per la natura e il rafforzamento della  biodiversità, affinché favorisca modelli produttivi agroecologici e resilienti, che abbia presente e voglia almeno tentare di mitigare l’emergenza climatica, una Pac ambientalista che non dimentichi il benessere degli animali, la salute umana e che favorisca l’agroecologia sostenibile e su piccola scala.

Appuntamento ogni martedì sui nostri canali social quando insieme presenteremo le nostre richieste per il futuro della Pac.

Condividete se potete: chiediamo insieme un sistema alimentare agroecologico e sostenibile.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo