Mediterraneo Slow prevede anche un ricco programma di degustazioni che rendono protagonisti tutto il buono dei prodotti pugliesi e la capacità delle cuoche dell’Alleanza Slow Food pugliesi di trasformarli in piatti prelibati.

Le degustazioni di Mediterraneo Slow si svolgono nello Spazio show cooking allestito grazie a Regione Puglia e Feamp, e nello Spazio incontri di Slow Food e ICPI.

Ecco tutto il programma!

Le degustazioni di sabato 7 ottobre

Ore 18:00 – Stand Regione Puglia – Sua maestà la regina nera di Taranto
La cucina tarantina non può prescindere dal suo prodotto simbolo: la cozza nera di Taranto, Presidio Slow Food. In questo appuntamento la cuoca a domicilio dell’Alleanza Slow Food Anna Maria di Gregorio ne offre una delle presentazioni più classiche: il riso patate e cozze, o tiella barese, un piatto diffuso e preparato in tutta la Puglia.
La partecipazione è libera e gratuita. Si raccomanda di presentarsi in loco 10 minuti prima dell’inizio dell’appuntamento.

Ore 20:30 – Stand Regione Puglia – Friselline, tubetti e settembrine
Normalmente le associamo all’estate, ma è da settembre a dicembre che il mare regala le cozze migliori. È questo infatti il periodo di maggiore pesca e in cui sono più buone, dopo aver impiegato un anno intero a crescere. Le degustiamo in un antipasto che le vede a insaporire, insieme alla stracciatella, le friselle. E in un primo, dove costituiscono il sugo ideale per i tubetti, il formato di pasta maggiormente vocato ad accoglierle. Protagonista dell’incontro la cuoca a domicilio dell’Alleanza Slow Food Anna Maria di Gregorio.
La partecipazione è libera e gratuita. Si raccomanda di presentarsi in loco 10 minuti prima dell’inizio dell’appuntamento.

Le degustazioni di domenica 8 ottobre

ore 10:00 – Stand Regione Puglia – Dolce Puglia: sospiro, biscotto ceglie, colombino e fichi mandorlati

Tra i Presìdi pugliesi, molti sono dedicati ai dolci della tradizione. Il sospiro di Bisceglie (Presidio Slow Food) è un pan di spagna leggerissimo fatto con uova di galline ruspanti e farine pugliesi aromatizzato con scorza di limone delle campagne biscegliesi. Il biscotto di Ceglie Messapica (già Presidio Slow Food) è un biscotto a base di pasta di mandorle e confettura di ciliegie o uva, con fragranza di limone, una variante prevede la copertura con il “cileppo” ovvero di una glassa a base di zucchero e anche cacao. Il colombino di Manduria è un pasticcino leggero, soffice e friabile con forma di tortino tronco-conico. Presenta due strati di pasta sfoglia farcita con pasta di mandorle all’arancia e crema pasticceira. Infine, il fico mandorlato (Arca del gusto) è essiccato e accoglie una mandorla intera tostata e non pelata in ogni metà (l’amaro della pellicina fa da contrasto con la dolcezza del fico e ne fa apprezzare di più il sapore), una scorzetta di limone e qualche seme di finocchietto selvatico. Un dolce inizio per la domenica di Mediterraneo Slow!
La partecipazione è libera e gratuita. Si raccomanda di presentarsi in loco 10 minuti prima dell’inizio dell’appuntamento.

ore 12:30Stand Regione Puglia – Prodotti di Puglia tra terra e mare
La tavola pugliese festeggia spesso l’incontro felice fra prodotti di terra e prodotti di mare. Lo sperimentiamo in questo incontro che vede protagonista la cuoca Maria Carmela d’Acunto di La luna nel pozzo, di Grottaglie (TA). A lei il compito di preparare, come antipasto, il pane alle rape, burro e alici e, come primo, i cavatelli, pomodorino giallorosso, cozze e mandorle.
La partecipazione è libera e gratuita. Si raccomanda di presentarsi in loco 10 minuti prima dell’inizio dell’appuntamento.

ore 16:00 – Stand Regione Puglia – Il capocollo di Martina Franca incontra la birra biologica
A Martina Franca, ma anche nei vicini comuni di Locorotondo e Cisternino, si produce il capocollo, il salume più tipico della Murgia dei Trulli, in dialetto chépecùedde. Noto nel Regno di Napoli già a partire dal XVIII, questo salume deve il nome al taglio impiegato per la sua produzione: con il termine capocollo o capicollo nel meridione si indica la coppa, la parte del maiale che si trova tra collo e costata. Degustiamo questo magnifico salume in abbinamento a una birra biologica del territorio, che accompagna anche altri prodotti delle comunità Slow Food pugliesi.
La partecipazione è libera e gratuita. Si raccomanda di presentarsi in loco 10 minuti prima dell’inizio dell’appuntamento.

ore 20:30 – Stand Regione Puglia – La tradizione dei mari di Puglia
Anna Maria di Gregorio cuoca a domicilio dell’Alleanza Slow Food ci delizia con l’impepata di cozze, realizzata con la cozza nera tarantina, Presidio Slow Food, e un altro grande classico della cucina pugliese, i cavatelli cozze e pomodoro.
La partecipazione è libera e gratuita. Si raccomanda di presentarsi in loco 10 minuti prima dell’inizio dell’appuntamento.

Mediterraneo Slow è un evento organizzato dal Comune di Taranto in collaborazione con Slow Food Italia e Slow Food Puglia e con la partecipazione di Regione Puglia. Ti aspettiamo dal 6 all’8 ottobre sul Lungomare Vittorio Emanuele III. L’ingresso è gratuito. #MediterraneoSlow