Meatless Monday presenta le ricette della tradizione: una sfiziosa insalata di finocchi

insalata finocchi e cranberries

La ricetta del Meatless Monday questa settimana ce la manda Penelope Woodhouse, una cuoca dell’Alleanza Slow Food dei Cuochi. L’insalata di finocchi e cranberries è un piatto che propone al Botanical Tea Room in Augusta, nello stato del Missouri.

Augusta è una piccola comunità rurale di 250 persone, di origine tedesca. Decenni fa immigranti tedeschi si trasferirono in questa zona e vi portarono la viticoltura e molte competenze agronomiche. La città si trova tra St. Louis (la “patria” della Monsanto, a un’ora di distanza) e Baker Creek Heirloom Seeds (a 3 ore di distanza). Come altre nel Nord America, questa regione è carica di contraddizioni. Una volta Augusta era la casa dei Sioux, dei Cherokee e delle Iroquois First Nations.

Le ispirazioni di Penelope

Originaria dell’Inghilterra, Penelope ci propone una ricetta ricca di ingredienti freschi, disponibili in primavera. Il primo è il finocchio: per gli americani il suo gusto è abbastanza nuovo. In Inghilterra invece capita spesso di trovare un’insalata di finocchio nel menù di una sala da tè. Per noi invece non è affatto una verdura esotica, ma comunissima a tavola. Eppure scommettiamo che in questa combinazione con miele e cranberries ancora non l’avete provato!

Per il suo locale Penelope si è ispirata alla sua educazione in Inghilterra. Ma non solo. Un’altra fonte di ispirazione sono state le sale da tè che hanno giocato un ruolo chiave nello sviluppo del movimento americano delle suffragette alla fine dell’Ottocento. A quel tempo le sale da tè rappresentavano il libero pensiero ed erano simbolo dell’imprenditoria femminile (erano locali più semplici da aprire di un ristorante).

Penelope si fa portavoce di questo spirito, che ha unito con un altro recente movimento sociale condotto primariamente dalle donne: lo yoga. Lo Slow Yoga e i weekend di yoga in aziende di vino, insieme a un ravvivato interesse per il pasto ayurvedico, stanno trasformando in questa zona le relazioni sociali tra donne e i loro appuntamenti settimanali.

Gli ingredienti chiave

Del finocchio ci piace la sua dolcezza che si unisce al sapore di anice. Ha una consistenza croccante e, come si sa, aiuta anche a digerire. Una curiosità: dove abita Penelope viene coltivata una varietà toscana di finocchio, detta “finocchio dolce di Firenze”.

L’altro ingrediente che rende speciale questa insalata è il miele. In Italia ne abbiamo davvero tanti: i più comuni sono il millefiori e quello di acacia. Eppure ci sono dei mieli davvero particolari che appartengono all’Arca del Gusto e che vi consigliamo di usare. Ve ne nominiamo giusto un paio (gli altri li trovate qui): il miele di spiaggia (Toscana) e il miele di rosmarino (Puglia e Sardegna).

Fai il test Meat the Change!

Prima di metterti a cucinare, divertiti con il nostro test di Meat The Change! Scopri quanta e quale carne mangi.
test

Insalata di finocchi e cranberries

Ingredienti
Per 4 persone

1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

1 cucchiaio di aceto

1 cucchiaio di miele

Sale

Pepe

60 g di insalata fresca a foglie piccole (tipo rucola, songino)

170 g di finocchio, tagliato sottile (ti consigliamo di usare la mandolina)

30 g di cranberries essiccati (ovvero i miritilli rossi americani, oppure frutta acidula come uva spina, arance o ribes)

30 g di scalogno, tagliato sottile (usare sempre la mandolina)

Preparazione

  • Preparare anzitutto il condimento. In un barattolo da conserva versare olio, aceto, miele, sale e pepe. Chiudere bene e scuotere per qualche secondo.
  • Su un piatto da portata disporre anzitutto le foglie d’insalata. Spargervi le fettine di finocchio, la frutta essiccata e lo scalogno.
  • Infine cospargere l’insalata di finocchio e cranberries con il condimento. Servire subito.

Nel caso ve le siate perse, qui trovate le altre ricette del MeatlessMonday!

Meat the Change è una campagna di Slow Food realizzata mediante il contributo del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Meatless Monday aderisce alla campagna aiutando i consumatori a ritrovare un patrimonio quasi dimenticato di ricette della tradizione.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo