Meatless Monday presenta le ricette della tradizione per riscoprire il piacere di cucinare a casa

L’umami può essere l’unica ragione, a parte un’inspiegabile devozione per il bacon, che terrorizza i più accaniti mangiatori di carne quando si parla di Meatless Monday. Probabilmente non sono così convinti dai sapori della cucina vegetariana e vegana. Qualcuno addirittura sostiene che i piatti vegetariani “mancano di profondità”. È probabile che non abbiamo mai provato l’umami!

Che cos’è l’umami?

Classificato come il quinto elemento dei gusti alimentari di base, affianca dolce, amaro, salato e acido. Associato in gran parte alla cucina asiatica, i giapponesi descrivono l’umami come “un gusto gradevole e saporito”. Per i mangiatori di carne impenitenti, bisogna provarlo almeno una volta! La campagna Meat the Change* non si ferma!

Identificato come un gusto fondamentale nel 1908 da Kikunae Ikeda (池田 菊苗), professore di chimica all’Università imperiale di Tokyo, mentre compiva ricerche sul sapore forte del brodo di alghe, si pensa che sia il glutammato monosodico il responsabile del sapore. È la base di molti piatti asiatici che si basano su prodotti a base di soia fermentata, come il miso. Quindi, se state cercando di ottenere quel “piacevole sapore” associato a funghi, alghe e parmigiano, mettete le mani sui seguenti ingredienti per provate questi piatti mentre siete rintanati in casa.

Miso

Composto di fagioli e grani di soia fermentati, di solito riso, il miso si presenta generalmente sotto forma di pasta umida. Stabile a scaffale, l’alta concentrazione di sale conserva il prodotto per lungo tempo. Una volta aperto, si consiglia di conservare il miso in frigorifero (fino a un anno). Tuttavia, una volta che si iniziano a conoscere le gioie della pasta di miso / burro, la conservazione sarà l’ultima delle vostre preoccupazioni.

Possibili usi: provatelo come condimento per insalata, con miso, tahini, aceto di riso e miele. Funziona bene su insalate verdi, fagiolini, carote e cavolo riccio.

Salsa di soia

Come per il miso, la salsa di soia è (come dice il nome) un alimento derivato dalla soia. Pur vedendo la parola soia può scatenare ansie sull’agricoltura monocolturale OGM, non disperate. Il miso e la soia sono stati prodotti per generazioni, e molto prima che le tecnologie OGM fossero introdotte in questi prodotti tradizionali. Ciononostante, controllate l’etichetta. La maggior parte dei marchi pubblicizza che sono privi di OGM. La salsa di soia è così utile che si è fatta strada lontano dalla cucina asiatica e in molte nuove tendenze globali. Se si cerca di razionare il sale, la salsa di soia può essere ampiamente sostituita.

Possibili usi: ottimo come condimento dell’insalata con acqua di fiori d’arancio, aceto di riso, olio di girasole e sciroppo di datteri o miele. In generale, è perfetta su uova, arrostita con zucchine primaverili o con fagioli e legumi in scatola (anche in questo caso per un’insalata facile).

Scopri la salsa di soia nera sull’Arca del Gusto.

Brodo vegetale

Chiedete a un cuoco di tradizione o a uno chef d’innovazione quali sono le basi della sua cucina: quasi sicuramente entrambi citeranno il brodo. Ed è perfetto se lo avete congelato per usi futuri. I cubetti congelati di verdura sono infatti ingredienti segreti ben custoditi anche per molti piatti dell’ultimo minuto del Meatless Monday. Gettate questi cubetti in una padella riscaldata con pasta cotta, e limitate il bisogno di olio in eccesso.

Come produrli? Usate gli avanzi di verdura dei pasti passati o prendete le parti che altrimenti vengono composte o gettate via (basi di sedano, bucce di cipolla, cime di carota, fondi di cavoletti di Bruxelles, ecc.). Cuoceteli a fuoco lento fino a quando non si scompongono in una forma quasi liquida. Aggiungere acqua, se necessario. Una volta spessi e saporiti, lasciate raffreddare e poi metteteli in vaschette di ghiaccio nel congelatore per un uso futuro.

Per saperne di più su Meatless Monday: Guarda i video su come sta andando a livello globale; e il tour di Terra Madre. Per unirti a noi, invia una tua ricetta via email (Richard@ThinkLikePirates.com). Se preparate la ricetta questa settimana, pubblicate le immagini online usando gli hashtag #MeattheChange e #MeatlessMonday.

Nel caso ve le siate perse, qui trovate le altre ricette del MeatlessMonday!

Meat the Change è una campagna di Slow Food realizzata mediante il contributo del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Meatless Monday aderisce alla campagna aiutando i consumatori a ridurre il proprio consumo di carne e a ritrovare un patrimonio quasi dimenticato di ricette della tradizione.
  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo