Meatless Monday presenta le ricette della tradizione: Crêpes al grano saraceno con uova e verdure invernali

Oggi vi parliamo di grano saraceno, ingrediente della ricetta della settimana della campagna Meat the Change. Con la campagna, Slow Food invita tutti a fare attenzione ai consumi di carne, scegliendo le materie prime in modo più consapevole.

La carne industriale è una delle cause principali del cambiamento climatico. Ecco perché vi proponiamo per il Meatless Monday la crêpes al grano saraceno con uova e verdure invernali, una ricetta senza carne per il lunedì, con uova, formaggio e verdure, molto nutriente e saporita.

Meatless Monday

Il grano saraceno per il Meatless Monday

Per le crêpes di grano saraceno o galette bretonne ti consigliamo di usare un formaggio come l’Emmentaler (Presidio Slow Food Svizzera).

Invece sapevi che il grano saraceno non ha nulla a che fare col grano e che è senza glutine? Il grano saraceno è parente con la pianta del rabarbaro e dell’acetosa. È molto resistente, tradizionalmente è coltivato nelle zone marginali dei campi ed è una pianta con poche esigenze nutritive. Infine è ricco di amido e di proteine ad alto valore alimentare.

Il grano saraceno si usa in cucina come farina per preparare pani, biscotti, torte salate o polenta. La farina di grano saraceno è usata ad esempio per preparare i blinis (cucina russa) o la galette bretonne, una crépe tipica della Britannia. Nei Paesi Bassi il grano saraceno grigio è uno dei passeggeri dell’Arca del Gusto.

crepe grano saraceno meatless monday

Crêpes al grano saraceno con uova e verdure invernali

Ingredienti per 2 crêpes

Pastella

120 g farina di grano saraceno

¾ cucchiaino di sale

2 uova grandi

227 ml latte

14 g burro, sciolto

60-115 ml acqua

Farcitura

2 uova

60 g Emmentaler

10 foglie di bietola o cavolo nero

Sale e pepe

 

Preparazione

  • Prepara la pastella ca. 8 ore prima di usarla. In un contenitore alto mescola con la frusta elettrica (o usa il robot da cucina) farina, sale, uova e latte, fino a ottenere un impasto liscio. Metti la pastella in un barattolo chiuso e riponila in frigo (tutta la notte).
  • Al momento di usarla, aggiungi nel barattolo un poco di acqua tiepida e scuotilo in modo da amalgamare bene, fino a ottenere una pastella più liquida.
  • Taglia a strisce le foglie di bietola o di cavolo e lessale in acqua bollente per 10-15 minuti, fino a che non saranno morbide. Scolale bene e tienile da parte.
  • In una padella medio-grande, su fuoco vivo, sciogli metà del burro e versa un mestolo di pastella, distribuendola bene sul fondo della padella, facendola girare. Cuoci su fiamma media per 2-3 minuti.
  • Aiutandoti con un cucchiaio di legno o un coltello, stacca la crépe dai bordi della padella e girala. Dopo un minuto aggiungi nel centro il formaggio, la verdura e l’uovo. Aggiungi un po’ di sale e di pepe a piacere. Una volta che è cotta, ripiegala 4 volte, in modo da ottenere più o meno un quadrato. Mettila in caldo e ripeti l’operazione con la seconda crêpe.

Nel caso ve le siate perse, qui trovate le altre ricette del MeatlessMonday!

E se vuoi capire quanto è Slow il tuo consumo di carne, fai il quiz della campagna Meat the Change!

 

Meat the Change è una campagna di Slow Food realizzata mediante il contributo del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Meatless Monday aderisce alla campagna aiutando i consumatori a ritrovare un patrimonio quasi dimenticato di ricette della tradizione.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo