Eventi & News

Savona Futura: l’ Enogastronomia, Miti e Mitologia dei prodotti tipici, strumenti ed azioni di tutela

L’Associazione  ’A Campanassa” ,nell’ambito degli eventi che celebrano il 95° anniversario dalla fondazione,  Sabato 30 novembre 2019 alle ore 18,30 in Savona alla Torre del Brandale, nella Sala dell’Anziania, presenta Orazio Olivieri e Vincenzo Ricotta, sul tema

 SAVONA FUTURA, l’ENOGASTRONOMIA – Miti e Mitologia dei prodotti tipici, strumenti ed azioni di tutela

I prodotti tipici. Cosa sono? Come vengono percepiti dai consumatori? Sono davvero immutabili nel tempo e irriproducibili nello spazio? Sono sempre di qualità superiore? Quali sono le forme più adeguate di tutela e valorizzazione? Come si sceglie il tipo di strumento più adatto a preservarne le caratteristiche? A queste ed altre domande cerca di rispondere Orazio Olivieri, esperto della materia. A seguire un confronto di idee sulla situazione savonese fra l’ospite ed Vincenzo Ricotta, in portavoce locale di Slow Food.

Orazio Olivieri all’attività di consulenza affianca quella di docente di “Prodotto e territorio”, attualmente al Master in “Cultura alimentare e delle tradizioni enogastronomiche” presso l’Università di Roma Tor Vergata e, in precedenza, al Master internazionale in Scienze gastronomiche di Colorno (PR).

Esperto di qualità nell’agroalimentare, a lui si deve la realizzazione di numerosi progetti di tutela e valorizzazione di importanti prodotti tipici italiani tramite Dop, Igp e marchi collettivi geografici. Tra le sue pubblicazioni: Il Lardo di Colonnata (Federico Motta, 2003); Lo zafferano di San Gimignano (Federico Motta, 2006) e Ferrara. Terra acqua e sapori (Sate, 2008). Per aver valorizzato lo zafferano di San Gimignano ha anche ricevuto la cittadinanza onoraria della città toscana. L’ultimo libro pubblicato è “L’età delle spezie” (Donzelli ed.), vincitore per l’Italia del Gourmand Cookbook Award 2019 e Premio selezione Bancarella cucina 2019.

Vincenzo Ricotta

Libero professionista ; portavoce e referente in associazioni ludiche culturali dove in primis spicca Slow Food: socio dal 1991 e fiduciario e portavoce per la zona savonese dal 1992, referente della comunicazione di Slow Food Liguria da qualche anno, referente del Presidio Slow Food della pesca artigianale di Noli, Presidente Associazione Terra e Mare di Savona per lo sviluppo turistico sportivo di tradizioni ,arti e mestieri legati con le vie del sale; Presidente fondatore del Consorzio Ospitalità Diffusa di Castelbianco; Co-inventore e co-portavoce del Consorzio Città Mercato Savona – ideato per il rilancio delle aree mercantili savonesi e non solo; fanatico dell’utopia delle reti di imprese di qualità nell’ambito della cultura enogastronomica come collante delle culture delle arti in genere. Sviluppatore di Idee tra i quali il Progetto di utilizzo del Parco San Pietro in Carpignano in Comune di Quiliano, nell’ambito del recupero dei luoghi, valorizzazioni culturali e produzioni agricole locali virtuose (Vino Granaccia, Olio extra vergine, Chinotto Savona Presidio Slow Food, Albicocca di di Valleggia (Presidio Slow Food).

Una conferenza a braccio libera e spontanea dove si confida sulla presenza dei giovani, delle famiglie, della città per dialogare un pò sul nostro territorio, le nostre peculiarità alimentari di  mare di terra, di possibili mestieri  da riproporre fondanti per l’economia locali attraverso i giovani, che possono intraprendere nuove esperienze di lavoro, nuove fonti di interessi, sulla base delle nuove tecnologie in studio ed in atto.

Si allegano locandina e invito