Se le mense sono bocciate dai Nas

mensa bambini

Se anche le mense dei nostri bambini e ragazzi fossero chiamate a superare gli esami, una su quattro andrebbe incontro a una netta bocciatura: a fornire questi dati è il Rapporto sui Controlli delle Mense Scolastiche presentato lo scorso martedì dal ministero della Salute.

Fra i 2.678 servizi di ristorazione collettiva controllati dai carabinieri dei Nas nell’anno scolastico 2015-2016 sono state accertate infrazioni in ben 670 casi, ovvero il 25% del totale. In trentasette scuole, in particolare, le irregolarità sono state così gravi da portare alla chiusura delle mense. I rapporti dei Nas parlano addirittura di cibi scaduti, ammuffiti, scongelati e ricongelati. I militari si sono imbattuti in alimenti importati acquistati nei discount, quando non “made in Italy” taroccati o contraffazioni del biologico. Senza parlare poi delle condizioni igieniche.

orti

Oltre a porre seri dubbi sulla logica dei bandi (troppo spesso improntati al solo bilancio nutritivo, senza specifiche sulle caratteristiche e sulla provenienza del cibo), il rapporto evidenzia un clamoroso paradosso. In nome di norme iperigieniste sulla carta – ma disattese nella realtà – alle mense non si consente nemmeno di utilizzare i prodotti degli orti scolastici, come quelli promossi da Slow Food in più di 500 istituti italiani, perché ritenuti mancanti della necessaria tracciabilità.

La sicurezza alimentare, specie quella dei nostri figli, passa anche per l’imposizione di regole certe in luogo di assurdi cavilli burocratici. Le mense scolastiche oltre a offrire, per il benessere del bambino, il giusto valore nutrizionale, sono anche un importante momento di educazione alimentare. Questo rappresenta uno strumento essenziale per stimolare comportamenti alimentari corretti e future scelte consapevoli. Ma, dai dati sopra riportati siamo, in molti casi all’anno zero. Questa potrebbe essere una sfida interessante per molte nuove amministrazioni comunali che si stanno insediando. Non parole ma investimenti sul presente e futuro delle nuove generazioni.

Gaetano Pascale
g.pascale@slowfood.it

Da La Stampa del 10 luglio 2016

Scopri le attività di Slow Food Educazione, per te e per i tuoi bambini su www.slowfood.it/educazione/. Aiutaci a promuovere e diffondere un cibo buono pulito e giusto per tutti, diventa socio Slow Food

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo