Eventi & News

E’ nata la Condotta di Slow Food Roma – Testaccio Ostiense Trastevere

Lunedi 4 Marzo 2024 nei locali del Collettivo Gastronomico di Testaccio presso la zona nota come Città dell’Altra Economia, nel quartiere di Testaccio a Roma, si è tenuta l’Assemblea Costitutiva della Condotta Slow Food di Testaccio, Ostiense, Trastevere. Grandissima ,l’affluenza, a testimonianza del fatto che siano, ad oggi, più che necessari spazi vocati alla condivisione e all’approfondimento, in particolar modo sui temi riguardanti il cibo.    

Da segnalare l’intervento della presidente nazionale di Slow Food, Barbara Nappini, che ha ribadito l’importanza politica ed etica del messaggio di Slow Food rivolto alla creazione di una sensibilità collettiva riguardante il cibo buono, pulito e giusto. La Presidente ha anche fatto riferimento alla campagna associativa 2024 di Slow Food, che ha proprio come slogan “Noi non consumiamo, noi scegliamo”. Le hanno fatto eco il vicepresidente Federico Varazi e il responsabile regionale Lazio Luigi Pagliaro, che hanno rivolto un accorato appello alla necessità di partecipare attivamente alle campagne promosse dall’Associazione. Prima di loro, il saluto delle istituzioni, portato dalle parole nient’affatto scontate né di prammatica di Fabio Bonanno e di Amedeo Ciaccheri. Messaggi di sostegno da parte delle istituzioni locali e di grande apertura alla collaborazione concreta.

 

L’elezione degli Organi Associativi ha dato l’incarico di Presidenza a Mauro Pellegrini, con Paolo Papi vice e Elena di Martino Tesoriere. Il direttivo, composto da 15 elementi, è pronto per cominciare la sua opera di comunicazione, di sensibilizzazione e di creazione di valore sul territorio. Pellegrini, nel suo discorso di insediamento, ha dato evidenza alla necessità di una azione corale di tutti gli effettivi della nuova Condotta. Una Condotta aperta, inclusiva e interattiva con l’esterno, capace di organizzare eventi di qualsiasi genere, volti alla valorizzazione dei Presidi Slow Food e alle tante eccellenze gastronomiche di questi iconici quartieri (ben introdotti, a livello storico, dall’archeologo Luca Moccheggiani Carpano. Grand4e spazio verrà dato alla progettualità, cominciando da un impegno massiccio sulla Formazione, partecipando alle attività dell’Accademia Popolare del Gusto, e a temi di grande interesse collettivo come quello degli orti comunitari.

 

                           

 

La cena successiva, che ha offerto un grande momento di interazione e di relazione alle più di 100 persone intervenute, ha visto avvicendarsi piatti realizzati dallo chef e dallo splendido gruppo di lavoro del Collettivo, Marco Morello, più volte ringraziato della grande disponibilità anche nel corso dei lavori assembleari, e da alcuni chef di altissimo livello dei quartieri rappresentati dalla Condotta: Marco Bravin, Corrado del banco omonimo del mercato di Testaccio, le brigate di Romeow Cat Bistrot, di Spiros, di Foodbox, Sicchè e di Julietta pasticceria. Da Centocelle, ecco invece gli amici di Menabò.  I vini sono stati proposti dalle cantine Ghiomo e Amor Vitae, mentre il riso era della riseria Zangirolami. Presente anche un banco dedicato alle spezie, allestito da Emporio delle Spezie di Testaccio. Un connubio difficilmente ripetibile e che ha portato i commensali a vivere una esperienza  enogastronomica ineguagliabile. I commenti, infatti, sono stati orientati all’entusiasmo collettivo: sia per l’attivazione della nuova Condotta, che per questa grande avventura a tavola. E, se le premesse sono queste, per la Condotta Slow Food Testaccio, Ostiense, Trastevere il percorso sarà senz’altro tutto in discesa.

Per informazioni e tesseramento: romatot@network.slowfood.it

                         .