L’autunno è più dolce con Slow Food Editore

Come si fa a non amare l’autunno, con i suoi colori caldi e la magia del foliage? In più, questa stagione ha un sapore buonissimo e ci offre prodotti (e piccoli lussi) per ricette irresistibili. Per scoprire il dolce più adatto a questo periodo basta sfogliare il libro Le stagioni delle pasticceria di Martina Tribioli, talentuosa pastry chef e food stylist. Tra il biancomangiare con salsa di cachi, la mousse di nocciole e il castagnaccio c’è solo l’imbarazzato della scelta, ma oggi vi consigliamo la ricetta preferita dell’autrice tra quelle contenute nel volume (come dichiarato in questa intervista).

 

MERINGHE CON PERE CARAMELLATE E NOCCIOLE TOSTATE

per 6 persone

Per le meringhe:

150 g di albumi (circa 3 uova)
succo di limone
150 g di zucchero semolato
150 g di zucchero a velo

Per il ripieno:

3 pere abate
40 g di burro
60 g di miele di castagno
300 ml di panna da montare
una bacca di vaniglia
mezzo cucchiaino di cardamomo
120 g di nocciole sgusciate

Iniziate con le meringhe. Accendete il forno. Mettete gli albumi in una ciotola assieme a poche gocce di succo di limone e cominciate a montare, usando una planetaria oppure un frullino elettrico. Quando cominceranno a schiumare, versate a pioggia lo zucchero semolato, poco alla volta, sbattendo a media velocità. Continuate a montare fino a ottenere una meringa liscia e lucida. Aggiungete ora a pioggia lo zucchero a velo setacciato, mescolando delicatamente con una frusta dal basso verso l’alto.

Su una placca rivestita di carta forno, modellate sei meringhe tonde aiutandovi con il dorso di un cucchiaio o, meglio, con un sac à poche e mettete in forno riscaldato a 90°C se statico, 80 se ventilato. Dovranno cuocere per almeno un’ora e mezza, fino a quando non cominceranno a creparsi leggermente in superficie. In quel momento spegnete il forno e socchiudete lo sportello, lasciandole all’interno in modo che si raffreddino lentamente.

Sbucciate le pere, privatele del torsolo e tagliatele in sei spicchi. Scaldate bene una padella antiaderente e versatevi il burro a pezzetti. Fatelo sciogliere, aggiungete i tocchi di pera e lasciateli rosolare per pochi minuti, fino a quando non saranno lucidi. Unite 40 grammi di miele e i semi di vaniglia, poi cuocete a fuoco medio-basso fino a quando la frutta non sarà morbida e caramellata. Se necessario, diluite con poca acqua, in modo da poter riutilizzare lo sciroppo. Tenete da parte.

Al momento di servire, montate la panna assieme al miele rimasto e distribuitela sulle meringhe. Unite gli spicchi di pera tiepidi e cospargete con le nocciole tostate e tritate grossolanamente.

Tempo di esecuzione

40 minuti, più la cottura

Le immagini nell’articolo sono realizzate da Barbara Torresan

Le stagioni della pasticceria

Collana: Slowbook
Pagine: 288
Prezzo di copertina: 24,90 €
Prezzo online: 21,17 €
Prezzo soci Slow Food:19,92 €

 

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo