La Terra è casa nostra: fermiamo la crisi climatica ORA

L’APPELLO DEI RAGAZZI DI FRIDAYS FOR FUTURE LANCIATO ALL’APERTURA DI CHESSE 2019

Abbiamo creato un problema nel posto in cui viviamo. Siccome la Terra è la nostra casa dobbiamo risolverlo. E dobbiamo farlo ORA. Ve ne stiamo parliamo noi perché siamo gli adulti di domani e vorremmo essere parte attiva del cambiamento, sin da ora.  Questa è una CRISI CLIMATICA. Nessuno ne è escluso. Tutti ne siamo responsabili, tutti siamo coinvolti. Tutti dobbiamo prendere la nostra parte di responsabilità.

Abbiamo una vita fatta di scorciatoie e tutte queste portano all’inquinamento. Siamo viziati, non diamo valore al cibo; ci siamo impigriti e usiamo l’auto anche per brevi tratti; usiamo risorse limitate come non lo fossero buttando la maggior parte di ciò che produciamo. Le offerte guidano i nostri acquisti e mettiamo sempre prima il risparmio individuale rispetto al benessere collettivo e del pianeta; compriamo senza preoccuparci del viaggio che i prodotti hanno fatto.
Tutto ciò ha già creato una CRISI CLIMATICA e se non agiamo ORA diventerà ingestibile. Perché uno sbaglio non diventa un errore finché ti rifiuti di correggerlo. Vi siete chiesti come mai nelle ultime estati fa così caldo? I nostri agricoltori subiscono già eventi meteorologici insoliti e lo scioglimento dei ghiacciai creerà problemi con l’acqua e potrebbe mancare anche quella potabile; il mare si sta innalzando e tra un po’ andare in spiaggia potrebbe essere solo un ricordo; il clima che conosciamo sta cambiando velocemente; la CRISI è Già ADESSO. È in corso la sesta estinzione di massa: ogni anno spariscono 27000 specie animali e vegetali.

Vogliamo davvero questo per noi e per i nostri figli? Vogliamo davvero questo il futuro che stiamo creando?
Le soluzioni ci sono e siamo noi che possiamo metterle in pratica. Ogni gesto quotidiano deve avere l’obiettivo di non inquinare e non sprecare.

Basta bottigliette di plastica! L’acqua del rubinetto è ottima.

Basta usa e getta! Compriamo di meno ma meglio, se possibile oggetti che siano riparabili.

Possiamo mangiare meno carne ma di qualità, prodotti alimentari locali e di stagione; leggiamo le etichette per cercare prodotti a km-zero, abbassiamo il riscaldamento e mettiamo una felpa; usiamo mezzi pubblici o le biciclette; spegniamo le luci se non necessarie; evitiamo brevi vacanze in aereo. La raccolta differenziata deve essere la normalità, come qui a Bra. Ricordiamoci che siamo consum-attori: quello che compriamo sarà quello che le industrie produrranno. Siamo noi a decidere!
Sosteniamoci a vicenda in questa sfida! Applichiamo queste soluzioni oppure altre che insieme troveremo. Siamo in tanti sul pianeta anche se molti pensano ancora di essere soli. Se vogliamo salvare la nostra casa dobbiamo farlo insieme, ora, senza aspettare, perché la verità è questa e non si può più negare! Apriamo insieme gli occhi! Il futuro è nelle nostre mani!

La classe 3B
Scuola secondaria di I grado Dalla Chiesa – IC Bra 2

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo