Il tempo dell’olio. In ricordo di Diego Soracco

In ricordo di Diego, per tutti quelli che sono stati con lui in quegli anni all’Adriano che fu teatro del panel per la Guida degli extravergini di Slow Food.

 

Quando quella mattina arrivò prima di Francesca si fece raccontare, seduto sul divano, la Villa dell’imperatore e la storia dell’Hotel Adriano. Sfogliò il libro della nostra memoria, apprezzò gli acquarelli, dipinti da mia sorella, di Villa d’Este e Villa Adriana.
Scelse la saletta, la sua preferita, per la degustazione: gli oli arrivati erano tutti in fila pronti per essere degustati. Passeggiammo in giardino e poi salimmo alla sua stanza, la 14, dedicata a Marguerite Yourcenar. Mi guardò e capii che gli piaceva molto.
Quando arrivò Francesca l’abbracciò e lei gli chiese “allora ti piace?”. Lui fece quel sorriso ligure, sapido, di chi riconosce la bellezza dei luoghi a prima vista.
Diego organizzò gli assaggi degli Extravergini con il Panel di assaggiatori nazionale all’Adriano per ben 4 anni , fino all’ultima edizione cartacea della guida. Di questo sono orgogliosa, che in quegli anni, pur potendo scegliere location pluristellate decise sempre per l’Adriano, perché diceva che “si sarebbero sentiti tutti a casa”.
Belle le chiacchierate e le dissertazioni polemiche, ma fraterne, con Nanni, Gaetano, Francesca, Marcello, Franco, Sonia, Stefano, Mauro… e gli altri che venivano a salutarli. Era il tempo dell’olio, quasi una sospensione del tempo e la vita pareva eterna e “oziosa”.
Grazie Diego, ciao alla tua grande anima bella, sarai sempre anche qui, tra noi, tra gli ulivi della Villa di Adriano, magari con i tuoi pennelli.

 

Gabriella Cinelli
chef-archeologa del gusto dell’hotel ristorante Adriano di Tivoli e cuoca dell’Alleanza Slow Food

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo