I migliori oli d’Italia – 3

Torna la Guida agli Extravergini, in cui Slow Food raccoglie e descrive la migliore produzione olivicola del 2018 e la presentiamo a Bologna, il 16 e 17 marzo, presso Fico Eataly World. Un weekend dedicato all’olio, con il mercato di olivicoltori e frantoiani, l’Oil bar per imparare a degustare e conoscere il panorama oleico italiano, e domenica 17 la presentazione dell’edizione 2019 della guida con la consegna dei riconoscimenti alle migliori aziende.

Le puntate precedenti: i migliori 23 oli del Nord Italia li trovi qua, i 48 del Centro Italia qua.

Annata agraria 2018

Come abbiamo già avuto modo di raccontare, il 2018 olivicolo in Italia ha totalizzato un -50% di produzione rispetto al 2017. Per avere un quadro più preciso della situazione italiana, vi rimandiamo alla sezione Olio dove, oltre a una minuziosa descrizione della campagna 2018, troverete anche notizie, info e curiosità sulla produzione, distribuzione e uso gastronomico del buon olio extravergine italiano.

In Abruzzo è stata una campagna olivicola difficile per le gelate invernali. I danni più pesanti sono avvenuti in settembre e ottobre, complice il clima inusualmente caldo e umido. Le stime parlano di una riduzione della produzione di circa il 50%. Andamento simile In Molise, con un calo produttivo intorno al 30%. In Basilicata c’è stata una perdita di produzione compresa tra il 50% e il 60% dovuta anche all’attacco della mosca, con più generazioni che si sono susseguite durante l’estate e l’inizio dell’autunno e conseguente cascola abbondante e decadimento qualitativo delle olive. In Puglia, si è segnalata per l’assenza produttiva di una estesa area che è coincisa con gran parte del nord barese, della zona dei Trulli e dell’Alta Murgia, a cavallo tra Bari e Taranto, a causa della gelata tardiva di inizio marzo. Poi c’è stato l’attacco della mosca sin dalla fine di giugno, a causa delle condizioni climatiche calde e umide. A questa situazione pessima va aggiunta la mancata produzione degli oliveti colpiti dalla Xylella fastidiosa, con risultato che la quantità di olive disponibili alla raccolta si è rivelata modesta. La molitura, iniziata precocemente, tra l’ultima settimana di settembre e la prima di ottobre, ha premiato la qualità chi ha raccolto prima, a scapito della quantità di olio in resa. In conclusione una annata con rese comprese fra il 9 e il 15% e un calo produttivo attorno al 50%.

I riconoscimenti della Guida agli extravergini 2019 di Slow Food Italia.

Abruzzo

    • Grande Olio Slow ad Armonia del Frantoio Hermes (Penne – Pe)
    • Grande Olio Slow a Dop Trappeto di Caprafico di Tommaso Masciantonio (Casoli – Ch)
    • Grande Olio Slow a Intosso di Tommaso Masciantonio (Casoli – Ch)
    • Grande Olio Slow a Crognalegno Bio di Sapori della Majella (Casoli – Ch)
    • Grande Olio a Veneranda 19 di Tenuta Zuppini (Torricella Sicura – Te)
    • Grande Olio a Intosso di Forcella (Città Sant’Angelo – Pe)
    • Grande Olio a Vesta del Frantoio Hermes (Penne – Fe)
Foto www.saporidellamajella.it

Molise

    • Grande Olio Slow a Colle D’Angiò – Oliva Nera di Giorgio Tamaro (Termoli – Cb)
    • Grande Olio Slow a Colle D’Angiò – Rumignana di Giorgio Tamaro (Termoli – Cb)
    • Grande Olio Slow a Gentile di Mafalda di Trespaldum (Mafalda – Cb)
Foto www.trespaldum.com

Basilicata

    • Grande Olio Slow a Coratina di Filomena Carriero (Montescaglioso – Mt)
    • Grande Olio Slow a Invaio di Luciano Pepe (Albano di Lucania – Pz)

Puglia

    • Grande Olio Slow a Olivastra di Frantoio Intini (Alberobello – Ba)
    • Grande Olio Slow a Coratina Bio di Adriatic Vivai (Speziale di Fasano – Br)
    • Grande Olio Slow a Coratina Bio di Villa Uva (Lucera – Fg)
    • Grande Olio a DOP Terra d’Otranto di Frantoio Congedi (Ugento – Le)
    • Grande Olio a Ogliarola di Ortoplant (Giovinazzo – Ba)
    • Grande Olio a Oro d’oliva di Oleificio Stasi (Torre Santa Susanna – Br)
    • Grande Olio a Coratina di Consorzio Frantoi Artigiani (Martina Franca – Ta)
    • Grande Olio a Coratina di Frantoio d’Erchie (Montemesola – Ta)
    • Grande Olio a Posta locone di Fratelli Ferrara (Foggia)

 

Giovedì prossimo pubblicheremo i premi di Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Infine vi ricordiamo la presentazione di Extravergini d’Italia: domenica 17 marzo con la consegna dei riconoscimenti alle aziende premiate.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo