Future calling: Hackathon 2020 + 20, al Festival della Partecipazione la maratona di idee rivolta ai nostri ragazzi.

Hackathon 2020 + 20, al Festival della Partecipazione la maratona di idee rivolta ai nostri ragazzi. 

Avete ancora una settimana per iscrivervi, non perdete l’occasione. Slow Food Italia porta in dote al Festiva della Partecipazione i suoi principi fondanti (tutela della biodiversità, rispetto dell’ambiente e forza delle comunità) e lo fa attraverso una maratona di idee rivolta ai nostri ragazzi. La sfida Hackathon 2020+20 chiama infatti in causa giovani dai 17 ai 25 anni e chiede loro di immaginarsi l’Italia del 2040, la loro Italia.

Iscrizioni cliccate qui festivaldellapartecipazione.org/hackathon-2020-20

La formula è nota: un Hackathon è una maratona in cui i partecipanti lavorano in squadra per immaginare e dare vita a nuovi progetti a partire dalle proprie aspirazioni e desideri. E un Hackathon è anche l’occasione per rinforzare il proprio bagaglio di competenze, conoscere nuove persone e, ancora più importante, divertirsi.

«L’idea di lanciare un Hackathon rivolto alle/ai giovani nell’ambito del Festival della Partecipazione nasce dalla consapevolezza che l’impegno e l’attivismo civico viene vissuto in modo diverso dai giovani. Il nostro intento è riconoscere loro nuovi spazi in cui poter dare voce ai loro pensieri, idee e aspirazioni in un contesto libero da costrizioni, in cui poter lavorare in autonomia», spiega Peppe Orefice, membro del Comitato Esecutivo di Slow Food Italia. «Abbiamo voluto creare un momento in cui chiediamo a giovani con diversi background, provenienza e formazione culturale di confrontarsi e mettere in piedi nuove ipotesi di futuro a partire da capisaldi per noi fondamentali: sostenibilità ambientale, gestione e tutela dei beni comuni, solidarietà, nuove e più solide forme di comunità e inclusione, partecipazione alla vita comunitaria. Il fine è immaginare come vivere un’Italia più inclusiva, in una società che punta a preservare le risorse e che lavora per il benessere della comunità».

Hackathon 2020 + 20: come funziona

Alle/ai partecipanti è richiesto di mettere in piedi un progetto progetto sotto forma di presentazione che può essere integrato da brevi testi, immagini, mappe interattive e file multimediali. A guidarli ci sarà una squadra di mentori ed esperte/i chiamati a individuare le azioni necessarie alla realizzazione degli scenari immaginati dalle ragazze e dai ragazzi partecipanti.

Di seguito il dettaglio delle info su modalità e tempi di partecipazione. Mi raccomando, affrettatevi è possibile iscriversi fino al 15 ottobre qui: www.festivaldellapartecipazione.org/hackathon-2020-20/

📅 Per il programma completo del Festival: www.festivaldellapartecipazione.org/programma-2020/
🌐 Tutti gli incontri saranno trasmessi sulla nostra pagina Facebook del festival e sul sito: www.festivaldellapartecipazione.org

La presentazione di progetti dovrà essere suddivisa in 5 sezioni o paragrafi

  1. Analisi del contesto attuale
  2. Scenario che si desidera realizzare nel 2040
  3. Scenario intermedio al 2030
  4. Azioni che le istituzioni e la cittadinanza devono porre in essere per passare dall’analisi del contesto attuale allo scenario 2030
  5. Azioni che le istituzioni e la cittadinanza devono porre in essere per passare dallo scenario 2030 allo scenario 2040

Gli scenari dovranno descrivere almeno 3 di questi ambiti:

  1. Relazione città campagna
  2. Essere cittadini, essere comunità
  3. Produzione e distribuzione di cibo
  4. Istruzione
  5. Mobilità
  6. Sanità
  7. Forme di governo
  8. Ambiente

Chi può partecipare?

E possibile iscriversi sia in team (da 3 a 7 persone) o come singoli. I partecipanti singoli verranno aggregati in team dall’organizzazione.

Dove si terrà l’hackathon?

Online e sui canali sociali del Festival della Partecipazione

Quando?

Venerdì 16 ottobre dalle 15 alle 19 (evento online)

Dalle 15 alle 16.30 plenaria con tutti i partecipanti con un mini workshop a cura di Alberto Robiati di “ForwardTO – Studi e competenze per scenari futuri” (www.forwardto.it).

Dalle 16.30 alle 19 lavori di gruppo in room dedicate guidati da un facilitatore.

Sabato 17 ottobre dalle 15 alle 19 (evento online)

Dalle 15 alle 17  i gruppi lavorano in singole room guidati da un facilitatore. Dalle 17 alle 19 i gruppi in plenaria espongono il loro lavoro alla giuria composta da: Prof. Giovanni Bazzocchi (Università di Bologna), Prof.ssa Lina Calandra (Università dell’Aquila) e Prof. Francesco Sottile (Università di Palermo). Al termine la giuria definirà le 3 squadre vincitrici.

Domenica 18 ottobre ore 14.30 – 16

In un evento fisico (a Bologna presso la Sala Biagi della Fondazione per l’Innovazione urbana) e digitale verranno proclamati i vincitori.

Scadenza iscrizioni:

15 ottobre 2020

La partecipazione all’hackathon 2020+20 prevede la possibilità gratuita di partecipare a sessioni di mentorship tenuti da esperte/i in cui approfondire le tecniche di progettazione.

Quanto costa?

La partecipazione all’evento è gratuita.

Che cosa mi serve?

Un computer o altro dispositivo dotato di una connessione Internet e di strumenti per la videoconferenza.

Sono previsti premi?

Sì! Sebbene i premi non siano la parte più importante di 2020+20, abbiamo in serbo sorprese interessanti per le vincitrici e i vincitori.

Per informazioni e iscrizioni:
www.festivaldellapartecipazione.org/hackathon-2020-20/
Giuseppe Orefice 335.8747180

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo