La Maddalena vi aspetta. Dal 25 giugno al 23 luglio c’è Giugno Slow

La Maddalena vi aspetta! Dal 25 giugno al 23 luglio, le isole dell’arcipelago nel nord della Sardegna ospiteranno la seconda edizione di Giugno Slow.

Giugno Slow 2021 Maddalena

Quattro settimane di eventi, appuntamenti con i produttori, degustazioni, Laboratori del Gusto per conoscere un territorio che, oltre al magnifico mare, ha da offrire a chi lo vive e lo visita una storia lunga e affascinante, impreziosita dalle eccellenze gastronomiche e da una coltura che qui ha trovato un ecosistema ideale per svilupparsi: la vite.

Il filo rosso che lega tutte le iniziative di Giugno Slow ha un nome e un cognome, quelli di Giuseppe Garibaldi. Fu proprio l’Eroe dei due mondi, infatti, a introdurre a Caprera, una delle isole dell’arcipelago della Maddalena, la prima pianta di vite. La storia ci riporta all’estate del 1864, e in particolare al 19 luglio, il giorno in cui Garibaldi, al termine del soggiorno a Ischia, salpò verso Caprera con una piccola vite in mano da trapiantare nell’azienda agricola che aveva avviato alcuni anni prima.

Il tributo a Garibaldi

Partendo dal tributo a Garibaldi e alla sua attività agricola a Caprera, l’evento è l’occasione per riflettere sull’intera filiera alimentare dei prodotti che arrivano sulla nostra tavola. È da queste premesse che nasce il contest “Food for change: A Tavola con Garibaldi”: alcuni ristoranti dell’arcipelago si sfideranno reinterpretando piatti e preparazioni della tradizione attraverso gli ingredienti contenuti nella “Dispensa di Garibaldi”, un vademecum delle produzioni agricole, ricavato da un’attenta ricerca storica su ciò che Garibaldi produceva a Caprera e che amava mangiare. Anche i bar saranno coinvolti in una competizione simile: il contest “Food for change: un brindisi per Garibaldi”. Dal 25 giugno al 10 luglio, gli avventori dei locali aderenti potranno degustare e votare il proprio preferito.

La relazione tra terra e vite

Al centro di Giugno Slow 2021, come anticipato, c’è però una coltura specifica, la vite, e la volontà di indagare il rapporto di questa pianta con le comunità territoriali in cui si sviluppa: una relazione nella quale si intrecciano le vicende culturali, le opportunità economiche e le trasformazioni dei paesaggi locali, sintetizzato nel claim scelto per l’evento: Vite e Vite: racconto di…vino”.

Giugno Slow 2021 Maddalena

Ogni sabato, dal 26 giugno al 17 luglio, ci sarà così un Laboratorio del Gusto, l’occasione per conoscere e “assaporare” il legame tra l’uomo, la pianta della vite  e i vini (provenienti dalle isole sarde e dalle isole minori di tutta Italia, selezionati in collaborazione con Slow Wine, la guida targata Slow Food). Quattro appuntamenti per altrettanti approfondimenti tematici: “Not(t)e in Bianco”, laboratorio dedicato ai bianchi, “Rosso di Sera”, per quanto riguarda i rossi, “Nettari di Mare”, su passiti e vini dolci, e infine Mille bolle e il Blu”, l’appuntamento dedicato alle bollicine.

I soci Slow Food di tutta Italia potranno raggiungere La Maddalena a condizioni vantaggiose: nelle scorse settimane, infatti, è stato siglato un Accordo di Collaborazione Culturale tra la Fasi (Federazione delle associazioni sarde in Italia) e Slow Food Italia, grazie al quale chi ha la tessera di Slow Food potrà raggiungere la Sardegna a tariffe agevolate e partecipare alle iniziative di Giugno Slow. Il servizio è gestito dal Centro servizi FASI, Eurotarget.

Sul sito di Giugno Slow sono disponibili tutte le informazioni per partecipare all’evento.

Giugno Slow, ci abbiamo messo passione ed entusiasmo…. Ora manchi soltanto tu!

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo