È tempo di salire sull’arca del gusto per scoprire la biodiversità: viaggiate con noi nella nostra Slow Week!

State pensando anche voi di costruire un’arca? Perché farlo da soli? È giunto il tempo di salpare con noi a bordo della Slow Week!

Troverete tanti appuntamenti in cui conoscere prodotti in via d’estinzione come i nostri Presìdi Slow Food; storie di produttori, come Modesto che a Baselice vuole costruire un’arca e vi indicheremo anche l’unica strada possibile per salvare la biodiversità, ossia quella di avere cura di noi, abitanti di questo pianeta, come vi indichiamo nella “Retromarcia su Roma”. Sempre nel Lazio, inoltre, questa settimana, a Viterbo c’è lo Slow Food Village! Non prendete impegni perché per due giorni ci sarà un imperdibile focus dedicato all’agricoltura sociale.

Vi ricordiamo sempre che essere soci Slow Food conviene! Avrete a disposizione sconti nei Mercati della Terra e nei locali amici, appuntamenti esclusivi, riduzioni sulle quote d’ingresso agli eventi e molto altro. Associatevi qui e scoprite qui tutti i benefit dedicati agli iscritti!

Gli incontri che vi proponiamo rientrano tra gli obiettivi del progetto “Slow Food in Azione: le comunità protagoniste del cambiamento – Fase 2” promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Vi aspettiamo in Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Toscana, Lazio, Campania, Sicilia e Sardegna.

Buona Slow Week!

 

Piemonte

Morra del Villar (Cuneo)

La Condotta Slow Food Cuneo e le sue Valli ci invita giovedì 20 ottobre alle 20 al ristorante Fea’s per una serata alla scoperta della cucina tipica piemontese: dalla bagna cauda alle acciughe al verde; dalla fassona con crema all’aglio alla panna cotta. E molto altro. La quota di partecipazione per i soci Slow Food è di 35 euro (40 euro per i non soci). Prenotazione obbligatoria ai numeri 3248481837 – 3387711317.

Ovada (Alessandria)

Domenica 23 Ottobre si svolgerà la terza edizione di OvadaRevolution, evento organizzato dalla Condotta Slow Food del Gavi e Ovada, in collaborazione con il Consorzio di Tutela dell’Ovada Docg, l’Enoteca Regione di Ovada e del Monferrato.

Il punto di partenza sarà la città di Ovada dove, dalle 9:30 alle 12 presso l’Enoteca Regionale (via Torino 69) sarà possibile ritirare pass e bicchieri. Sarà questa l’occasione per fare il ‘battesimo del bicchiere’ con una degustazione dei vini del Consorzio di Tutela del Gavi. 22 aziende vitivinicole apriranno poi le porte delle loro cantine. In ognuna si potranno trovare in abbinamento ai vini, i prodotti del territorio.

Con la collaborazione del Gran Monferrato, sarà inoltre possibile vivere un’esperienza alla scoperta dei segreti naturalistici e storici lungo una delle antiche vie di comunicazione che collegavano il mare alla pianura, testimone di battaglie, contrabbando e leggende come quella di Aleramo, la cui più remota raffigurazione si trova scolpita all’interno del Castello di Casaleggio Boiro.

Torino

Venerdì 21 ottobre alle 18:30 al Circolo dei Lettori di Torino lo scrittore, giornalista e antropologo indiano, Amitav Ghosh dialoga con Barbara Nappini, presidente di Slow Food Italia ed Emiliano Paoletti, direttore del Polo del ‘900. L’occasione è la presentazione del nuovo libro di Amitav Ghosh, La maledizione della noce moscata (Neri Pozza). È possibile prenotare il proprio posto nella sala videoconferenza.

 

Save the date! Arriva a Torino un’esposizione inedita nel panorama internazionale attraverso gli esemplari più iconici della Fondazione Gino Macaluso, menzionata fra le più importanti collezioni al mondo. Le vetture in mostra saranno quelle che, tra gli anni Sessanta e Novanta del secolo scorso, hanno vinto le più importanti gare del campionato, da Montecarlo al Rally Safari, dal Mille Laghi in Finlandia a Sanremo. Esemplari mitici, come Lancia rally 037 evo2 e Audi Quattro, protagonisti di sfide ormai diventate leggenda, che raccontano le imprese di piloti e squadre corse, l’evoluzione tecnologica e l’enorme successo di pubblico che hanno accompagnato questo sport nel corso dei decenni. Un percorso esperienziale, attraverso speciali videomapping e scenari espositivi, per immergersi a 360° nel mondo del rally. Piattaforme sceniche realizzate ad hoc simuleranno i manti stradali su cui si sono dati battaglia piloti e vetture, dalla sabbia del Sahara, alla neve del Col de Turini, fino al duro asfalto. Un salto indietro nel tempo, in un’epoca dominata dalla meccanica, dalla velocità, in una sfida ai limiti che ha visto protagonisti auto e piloti leggendari. Un viaggio nella storia dell’epoca d’oro del rally, che il pubblico potrà scoprire dal 27 ottobre 2022 al 2 maggio 2023 nelle sale del Museo Nazionale dell’Automobile. I soci Slow Food potranno visitare la nuova mostra a una tariffa particolarmente vantaggiosa: 10 euro anziché 15 euro.

 

Lombardia

Sondrio

Sabato 22 ottobre dalle 17:30 alla Libreria San Paolo di Sondrio si presenta il libro “Perdersi nel Carso” di Lorenzo Berlendis. La presentazione sarà accompagnata da una degustazione di vini. Alle 19:30 al Taller Mama Ashu si terrà invece la cena di solidarietà a favore dell’operazione Mato Grosso in Perù. La quota di partecipazione è di 35 euro (18 euro per gli under 12). Info e prenotazioni al 3270806108, preferibilmente via Whatsapp. 

Milano

Sabato 22 ottobre dalle 9 alle 14 appuntamento con il Mercato della Terra alla Fabbrica del Vapore di Milano per fare la spesa in modo “buono, pulito e giusto”.

Bergamo

Torna sabato 22 ottobre a Bergamo, presso il Sentierone, il consueto appuntamento con il Mercato della Terra. I produttori sono pronti ad accogliervi dalle 8:30 fino a ora di pranzo.

Caino (Brescia)

Sabato 22 e domenica 23 ottobre appuntamento con il secondo e ultimo weekend della 24a Sagra del Marrone della Valle del Garza. Passeggiate per famiglie, musica e gastronomie per riscoprire le tradizione della Comunità montana di Valle Trompia.

Cinisello Balsamo (Milano)

“Un Orto al Sole”: Cibo, socialità e salute per il benessere degli ospiti della Residenza per anziani “Il Sole”. “Cibo e comunità” come pilastri fondamentali del benessere degli anziani, in sinergia con l’assistenza medica: ecco l’innovativa ipotesi che sta all’origine del progetto pilota che ha visto insieme medici, dietisti, educatori ed esperti di Slow Food nella ricerca di soluzioni innovative per il benessere delle persone anziane partendo dal cibo: un’esperienza di successo che può essere un modello per altre Rsa. Il progetto, che si inserisce nel bando “Che bello essere noi-Comunità sostenibili”, nasce dalle riflessioni scaturite in questi anni di emergenza sanitaria. Nei momenti drammatici dal punto di vista sanitario e umano vissuti durante la pandemia, è maturata la necessità e la convinzione di attingere in maniera resiliente a nuove risorse e prospettive progettuali.   Sono stati realizzati nuovi arredi e un vero e proprio orto urbano in un grande terrazzo della Residenza con l’utilizzo di materiali di riciclo, oltre un ciclo di incontri formativi sulla semina, cura e raccolta dei prodotti rivolti agli ospiti, familiari, volontari e operatori della Residenza. Ma l’aspetto veramente inedito del progetto sono stati i quattro incontri formativi su Cibo e Salute in cui i professionisti di Slow Food hanno dialogato con gli operatori della Residenza, tra cui ASA, Educatori e Medici. “Un Orto al Sole” presenterà i propri risultati in un incontro pubblico domenica 23 ottobre dalle ore 10 alle 12:30 presso la Residenza del Sole in via Bernini 14 a Cinisello Balsamo.

 

Trentino Alto Adige

Riva del Garda (Trento)

Nell’ambito della manifestazione Frantoi Aperti, organizzata dall’Azienda di Promozione turistica del Garda Trentino per promuovere la conoscenza dell’olio extravergine di oliva e dei produttori di qualità della zona, la Condotta Slow Food Valle dell’Adige Alto Garda organizza un incontro presso Olio Cru. Tommaso Martini, portavoce Slow Food Trentino e Marta villa, antropologa dell’Università, dialogano con il pubblico in merito alle pratiche agricole legate alla coltura dell’olivo, il suo ruolo nella definizione del paesaggio e sull’utilizzo dell’olio extravergine nella quotidianità. Appuntamento domenica 23 ottobre alle 14 in via Maso Belli a Riva del Garda.

Trento

Appuntamento con Slow Food nel corso di Fa la Cosa Giusta a Trento. Sabato 22 alle 13 il Gruppo assaggiatori Evo Trentino Slow Food Valle dell’Adige Alto Garda propone il Laboratorio del Gusto sull’olio extravergine di oliva, una degustazione sensoriale guidata di alcune tipologie di olio per capire come apprezzarne e riconoscerne le qualità.

Domenica 23 ottobre alle 17:30 vi aspettiamo tutti al World Café dedicato all’Agroecologia e alla cultura della sostenibilità nelle Terre Alte. Le Terre Alte possono essere un eccellente laboratorio dove sperimentare pratiche sostenibili, scambiarsi saperi, recuperare antiche tradizioni e innovare in campo agricolo e alimentare. Durante il laboratorio i partecipanti si confronteranno su queste tematiche facilitati da Marta Villa,antropologa culturale dell’università di Trento e Tommaso Martini, presidente Slow Food Trentino Alto Adige.

 

Veneto

Tarzo (Treviso)

Domenica 23 ottobre alle 12:30 vi invitiamo presso l’agriturismo Mondragon per la presentazione del libro “Un re in cucina: il maiale”, assieme gli autori Elena Covini e Roberto Pelosini. Il dialogo con gli autori avverrà durante il pranzo in cui assaggeremo i salumi novaresi in gemellaggio con l’Oca in Onto trevigiana, per scoprirne affinità e differenze. Per partecipare è necessaria la prenotazione, scrivendo all’indirizzo e-mail treviso@network.slowfood.it. La quota di partecipazione è di 33 euro per i soci Slow Food (35 euro per i non soci).

 

Emilia Romagna

Faenza (Ravenna)

Senza dubbio il baccalà è tra i protagonisti della cucina regionale italiana, da Nord a Sud. La straordinaria varietà di culture che ha da sempre caratterizzato il nostro Paese ha dato luogo a diverse preparazioni, strettamente correlate alle materie prime locali di ciascun territorio. Ecco perché oggi il baccalà è protagonista dei piatti tradizionali della cucina italiana in tutta la nostra penisola, con specialità che sono espressione della cultura del territorio. Per l’occasione lo chef Remo del Ristorante Ca’ Murani preparerà per la Condotta Slow Food Faenza e Brisighella un menù ad hoc, i cui piatti saranno conditi dall’olio nuovo di produttori della zona. Per informazioni clicca qui!

Ravenna e dintorni

Giovedì 20 ottobre alle 19 appuntamento alla Leonardi Dolciumi  di Ravenna per degustare il panettone alla zucca del Chiostro di Saronno che è un marchio della famiglia Lazzaroni nota per il famoso amaretto di Saronno dal 1847 oltre che per biscotti e panettoni.  Il tutto sarà accompagnato dal moscato dei Vignaioli di Santo Stefano Belbo, una cantina nata nel 1976 da piccoli produttori motivati a fare del moscato una eccellenza dell’intero territorio. La quota di partecipazione alla serata, riservata ai soci, è di 15 euro. Per prenotazioni:  3384285972 – clapre60@gmail.com

Sabato 22 ottobre alle 9 la Condotta Slow Food Ravenna inizia la sua giornata alla scoperta della Comunità Slow Food “Il lavoro dei contadini”. Nella mattinata, sarà effettuata la visita al laboratorio di Egidio Miserocchi a San Zaccaria per poi andare a Gambellara all’agriturismo Cà Ridolfi per un pranzo della vera tradizione romagnola. Infine nel pomeriggio appuntamento presso la bottega di Stefano Ruboli, artigiano falegname a San Zaccaria. La quota di partecipazione alla giornata è di 33 euro. Per prenotazioni: 3479564551 – ceccarelliangela@gmail.com 

 

Marche

Morro d’Alba (Ancona)

Sabato 22 ottobre all’azienda agricola Lucchetti di Morro d’Alba, Slow Food Castelli di Jesi e Slow Food Marche promuovono l’incontro “Da Kiev alle Marche. Degustazione di formaggi”. L’incontro inizia con la presentazione di Katerina Prichodko, allevatrice, veterinaria e produttrice di Blue Cheese nei pressi di Kiev, pluripremiata per i suoi formaggi anche da Slow Food, di cui è animatrice in Ucraina. A causa della guerra, ha dovuto abbandonare il suo Paese e ha trovato ospitalità presso l’Azienda Agricola Fontegranne di Eros Scarrafoni, a Belmonte Piceno (Fermo). Dall’incontro tra Eros ed Kateryna nasce un progetto che ha come obiettivo principale quello di creare un formaggio secondo la tradizione casearia ucraina e di sviluppare la lavorazione dei blu. Al racconto della storia di Katerina e all’esposizione del progetto che sta realizzando con Eros, seguirà una degustazione dei loro prodotti, in abbinamento ai vini dell’Azienda Lucchetti che ospita l’incontro.

Toscana

Livorno

Giovedì 20 ottobre appuntamento alle 21 presso la sede di Slow Food Livorno (via Calafati, 7) per l’incontro “Un altro allevamento è possibile” in cui scoprire cosa vuol dire il benessere animale.

Scandicci (Firenze)

Venerdì 21 ottobre alle 20:30 presso l’Abbazia di Badia a Settimo di Scandicci ultimo appuntamento delle cene d’autore organizzate da Slow Food Scandicci con Alberto Mucchi, un cuoco “vero” che dal 2021 ha collaborato alla creazione della Comunità della Buona Mensa, che ha come scopo la promozione di un modello di mensa sul principio del Buono, Pulito e Giusto di Slow Food. Alberto propone un sorprendente menù in abbinamento con le birre artigianali dei birrifici Mastrale (Campi Bisenzio) e La Foresta (Prato). La serata è riservata ai soci Slow Food e prevede una quota di partecipazione di 20 euro. I soci giovani “under 30” pagano 10 euro.

Sabato 22 Ottobre la Fattoria San Michele a Torri organizza invece una festa per grandi e piccini. Tante e varie le attività in programma. Sono su prenotazione le attività per bambini (info@fattoriasanmichele.it – 055 769111), il pranzo di fine vendemmia al ristorante “L’Unico (055 0030301) al costo di 50 euro e la degustazione “Il Sangiovese e le sue declinazioni” (055 769111) al costo di 15 euro.

 

Lazio

Viterbo e dintorni

Slow Food Viterbo e Tuscia, con la collaborazione di Slow Food Lazio e dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della provincia di Viterbo, organizza il 22 e 23 ottobre 2022 a Viterbo (Valle Faul) la 10° edizione dello “Slow Food Village”. La manifestazione quest’anno, intitolata “I buoni frutti della buona terra”, prevede due giornate di condivisione e scambio di esperienze sul tema dell’agricoltura sociale affinché sia l’artefice sostenibile di un cibo buono, pulito e giusto per tutti e si creaino i presupposti per avviare la rete Slow Food dell’agricoltura sociale. Inoltre l’iniziativa dedicherà un’attenzione specifica all’agricoltura biologica lanciando la prima edizione della fiera-mercato “Tuscia in Bio”, preceduta dal  convegno su biodistretti e agroecologia il 21 ottobre. Come di consueto allo Slow Food Village non mancheranno tante iniziative enogastronomiche tra cui show cooking, laboratori del gusto, incontri e dibatti sui temi del cibo, dell’agricoltura e sociali, lotta allo spreco alimentare e un’area didattica per i bambini. 

I momenti di approfondimento metteranno al centro il confronto con operatori del settore e non solo alla presenza di esperti di rilevanza nazionale. L’obiettivo è condividere alcuni elementi e definire strumenti importanti per lo sviluppo delle attività di Agricoltura Sociale e individuare i presupposti per la creazione di una rete Slow Food dell’Agricoltura Sociale. Gli esiti dei tavoli saranno poi condivisi in un convegno sulla diversificazione in agricoltura da tenersi nella mattinata di domenica con la partecipazione di rappresentanti istituzionali, associazioni di categoria, imprenditori e organismi non profit. L’ingresso è libero ma per motivi organizzativi è necessaria l’iscrizione compilando il form a questo link.

Roma

Parte da Roma sabato 22 per concludersi ad Assisi domenica 30 ottobre la Retromarcia su Roma coordinata da Paolo Piacentini. Il 28 ottobre 1922 manipoli di uomini vestiti di nero innestarono la marcia indietro sul quadrante della storia. E, violenti e impettiti, calpestarono sogni, speranze e bellezza. Cento anni dopo, il 28 ottobre 2022, si svolgerà la controstoria di questo anniversario. Un viaggio leggero, attento e informato. Ma tutto al contrario. Anche a misura di bambini. La Retromarcia su Roma porterà nei luoghi di quella tragica e farsesca pagina della storia l’”invece” che non c’è stato. I colori della fantasia che sono stati imbrattati di nero. Verranno portati l’abilità, l’arte, lo stupore, l’ingegno, la meraviglia, le facoltà dell’uomo che sa immaginare, la fisicità e la concretezza, lo spazio e il tempo curvati dalla fantasia, per scoprire che la prestanza fisica possono essere acrobazia e bellezza e non sopraffazione e minaccia, che più che imporre si può sedurre, e invece che dettare volontà si può ascoltare, meglio che intimidire si può proporre. Il clou della manifestazione, l’evento popolare, la sintesi spettacolare della Retromarcia, si terrà all’Anfiteatro Alessandrino nel cuore della periferia romana il 28 ottobre 2022, esattamente cento anni dopo la calata delle Camicie Nere su Roma. La serata sarà intervallata dai collegamenti con i marciatori e i ciclisti che, in direzione ostinata e contraria, stanno percorrendo a ritroso il cammino della marcia funebre di 100 anni fa da Roma ad Assisi, da proiezioni di immagini a confronto delle due epoche e dei due mondi, a cura di Marco Delogu, Giulio Cederna e Mohamed Keitha, da strisce satiriche e disegni in diretta – tra gli artisti Sergio Staino e Fabio Magnasciutti.

Ma la Retromarcia non si limiterà solo al 28 ottobre, una camminata di nove giorni, dal 22 al 30 ottobre, in rigorosa controtendenza, da Roma ad Assisi, luogo simbolo di pace. Non poteva mancare il treno in questa Retromarcia. La marcia su Roma, infatti, per buona parte si è svolta in treno e in treno si tornerà in Retromarcia domenica 30 ottobre da Roma verso Assisi. Sarà allestito un vagone di Trenitalia in partenza da Roma Termini alle 10.05 che percorrerà la linea lenta. Sul treno ascolteremo i pensieri di ragazze e ragazzi della Scuola Giuseppe Mazzini assistiti dal Prof. Enrico Castelli Gattinara: già certe le presenze dello scrittore e accademico Alessandro Portelli, dello storico e Assessore alla Cultura del Comune di Roma Miguel Gotor, dell’operatore culturale Giulio Cederna, dei performer Gianluigi Capone, Emanuele Avallone, Daniele Spadaro del geologo e divulgatore scientifico Mario Tozzi, della band musicale dei Têtes de Bois, dello sceneggiatore e regista Toni Saccucci. L’evento-spettacolo finale avverrà presso “La Cittadella” di Assisi, sabato 30 ottobre alle ore 16. Ci si incontrerà alla stazione di Assisi con gli artisti, gli altri passeggeri del treno, i camminatori, i ciclisti e i ragazzi della scuola Giuseppe Mazzini, dopo avere animato il percorso in treno Roma – Assisi con i loro racconti. Si salirà insieme verso la parte alta della città di Assisi, luogo di marce e meta di pace. La Retromarcia su Roma è un progetto promosso da: Comune di Roma Assessorato alla Cultura, Associazione Culturale Têtes de Bois, Teatro Biblioteca Quarticciolo in collaborazione con Regione Lazio – Lazio Innova, ATCL, Comune di Monterotondo |”Fondazione Culturale I.C.M.”, Slow Food Italia, ”La Cittadella” Assisi| Associazione Culturale Pediatri, Arci| SP, CGIL, Bio-Distretto Via Amerina, Ciclogenitori, Associazione Genitori Arcobaleno di Voci, Istituto Giuseppe Mazzini, Roma, Teatro Verde e Teatro di Villa Pamphilj.

 

 

Il grande successo della pasta alla carbonara è in gran parte merito della geniale contrapposizione fra la cremosità dell’uovo, amalgamato al pecorino romano e al grasso del guanciale e la croccantezza dei pezzetti di guanciale che vengono aggiunti alla fine. Nell’appuntamento di giovedì 20 ottobre “50 sfumature di carbonara”,  la cuoca e formatrice Slow Food Francesca Litta vi insegnerà a fare una vera carbonara doc e due sue fantasiose varianti, che della carbonara mantengono il connubio fra cremosità e croccantezza.

 

 

Vi segnaliamo anche che ogni lunedì dal 24 ottobre presso la sede di Slow Food Roma (Via Petrarca, 3) sarà proposto un corso di Mindfulness, pratica che aiuta a sviluppare una presenza amorevole e non giudicante. La lezione di prova gratuita è prevista lunedì 24 alle 20:30. Info e prenotazioni: 339 7379097 (Tiziana) – tizifra27@gmail.com

Colleferro (Roma)

Riparte il mercato della terra di Colleferro. L’appuntamento è  Sabato 22 Ottobre dalle ore 9 in Piazza Italia. Sarà una giornata ricca di appuntamenti tra laboratori didattici, degusatazioni di vini e birre artigianali e castagne arrosto. Ritorna il Panino Ciociaro con il Gran Cacio di Morolo e la Salsiccia di bufalo, oltre che la degustazione della ciambella di San Biagio. Per i più piccoli sarà allestita l’area bimbi con giochi e laboratori didattici. Informazioni al numero 3339168733

Frascati (Roma)

Sabato 22 ottobre dalle 7:30 alle 14 a Frascati torna in piazza della Porticella il Mercato della Terra delle Terre Tuscolane.

Domenica 23 ottobre dalle 10 alle 20 presso l’azienda agricola biologica “De Sanctis” di Frascati si svolge la prima edizione di Terrae Slow per conoscere e custodire la cultura enogastronomica delle Terre Tuscolane: il mercato, il pranzo e la musica allieteranno l’intera giornata. L’ingresso è libero. Per informazioni: condottaslowfoodfrascatitt@gmail.com – 3498080531.

 

Monteporzio Catone (Roma)

Domenica 23 ottobre dalle 7:30 alle 14 a Monteporzio Catone torna il Mercato della Terra delle Terre Tuscolane in piazzale Don Milani.

Acquapendente (Viterbo)

Domenica 23 ottobre non prendete impegni! La Comunità Slow Food per la valorizzazione dell’agricoltura sociale nell’Etruria meridionale vi aspetta nell’Alta Tuscia per il terzo appuntamento con i Cammini di Comunità. Appuntamento ad Acquapendente. Per informazioni e prenotazioni: 3358425703, preferibilmente via Whatsapp.

Rocca Prioria (Viterbo)

Torna martedì 25 ottobre dalle 7:30 alle 14 a Rocca Prioria il Mercato della Terra delle Terre Tuscolane. L’appuntamento è come sempre in piazzetta Parco Dandini.

 

Campania

Reino (Benevento)

Sabato 22 ottobre alle ore 17 al M A V – Mulino ad Acqua Valerino di Armando Valerino a Reino, in via Cesare Battisti, sarà presentato il mini documentario “Modesto, l’uomo che voleva un’arca” prodotto da Growy. Il programma prevede la visita al mulino, la proiezione del doc e un aperitivo conviviale.

Sant’Anastasia (Napoli)

Domenica 23 ottobre, come ogni quarta domenica del mese, in piazza Madonna dell’Arco a Sant’Anastasia torna l’appuntamento con il Mercato della Terra dalle 9 alle 13. 

 

 

 

 

 

 

Roccadaspide (Salerno)

Domenica 23 ottobre ore 10:30 ritrovo al parcheggio di fronte l’area di servizio Iuliano. Armati di guanti e cestino, ci spostiamo in auto al castagneto per la Caldarrosta di Protesta nell’ambito della campagna europea #GoodFoodGoodFarming: anche quest’anno in alto mestoli e coperchi: ci facciamo sentire per un’ambiziosa e drastica riduzione dei pesticidi! #DetoxEUagriculture. Sarà proposta una passeggiata con raccolta delle castagne e, per finire, il pranzo conviviale all’Agriturismo Carretiello. La quota di partecipazione è di 30 euro (32 euro per i non soci). Per info e prenotazioni: 3293525019 –
info@slowfoodcilento.it

 

Sicilia

Castelvetrano (Trapani)

Nell’ambito dell’attività di promozione della cultura architettonica e della formazione continua degli iscritti, l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Trapani, con la partecipazione della Fondazione Architetti nel Mediterraneo “Francesco La Grassa” e il patrocinio della F.A.S. – Federazione Architetti Sicilia, ha programmato degli incontri itineranti con Architetti di rilievo che, nel presentare i propri lavori, costruiti e non, consentano di arricchire il dibattito sul valore dell’architettura, della cultura del progetto e del mestiere dell’architetto. Il tema conduttore degli incontri è, appunto, il “Il buon abitare”_Architettura e Paesaggio, nel tentativo di mettere a fuoco le modalità con cui l’Architettura prende forma, in una idea di spazio che implichi nuove modalità di lettura delle realtà urbane.
Dopo Gibellina e Marsala, il terzo degli incontri si terrà giovedì 20 ottobre a Castelvetrano e, per il suo svolgimento, l’OAPPC_TP ha individuato due luoghi di eccellenza del patrimonio storico-architettonico della Città di Castelvetrano: la Chiesa di San Domenico, dove si svolgerà anche la conferenza e la Collegiata dei Santi Pietro e Paolo, dove avrà invece luogo un momento conviviale. All’evento prenderà parte lo studio Bricolo Falsarella, fondato a Verona dagli architetti Filippo Bricolo e Francesca Falsarella.
L’evento è organizzato con la partecipazione di Italia Nostra – Sezione di Castelvetrano e della Comunità Slow Food per la valorizzazione dell’Alto Belice ed è inserito nell’ambito del “Protocollo di intesa per favorire e promuovere la rigenerazione urbana del Centro Storico del Comune di Castelvetrano”, sottoscritto tra il Comune di Castelvetrano e l’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Trapani, finalizzato al coinvolgimento critico della popolazione nelle politiche di trasformazione della città e del territorio.

Lentini (Siracusa)

Sabato 22 ottobre, a Lentini torna come ogni settimana, dalle 8 alle 12:30 in Piazza Umberto il Mercato della Terra.

 

Sardegna

Nuoro

Gisella Rubiu (socia Slow Food) si occupa da diversi anni di studiare i motivi per cui nelle zone interne della Sardegna – ed in particolar modo in Ogliastra – vi sia una popolazione di ultracentenari molto superiore a quella di altre zone della Sardegna e del mondo intero. Varie sono le teorie tra le quali una ci piace particolarmente e ci coinvolge per la nostra attività: quella legata all’alimentazione. Se ne parlerà presso “Il giardino di Nicola” a Nuoro (Viale Trieste, 57) giovedì 20 ottobre nell’incontro “I segreti della longevità per migliorare il mondo” con Gisella Rubiu, autrice dei volumi “Uomini Sardi” (2019) e “I saggi raccontano” (2021) ed il Prof. Gianni Pes, professore di Scienze Mediche Dietetiche Applicate presso l’Università degli studi di Sassari Co‒fondatore dell’Osservatorio “Sardinia Longevity Blue Zone” e Direttore scientifico del Parco Genetico dell’Ogliastra S.c.a.r.l. Alla fine della presentazione, per chiudere la serata in compagnia, faremo una piccola degustazione di prodotti tipici.