Speciale investitura Master of Food nell’Aula Magna del Gusto

Oggi, nell’Aula Magna del Gusto, sono stati premiati 19 soci e fiduciari che hanno frequentato 15 dei 23 corsi in programma in questo primo triennio dei Master of Food e le 10 Condotte che con maggior impegno li hanno sostenuti. Ad investirli del titolo, il Presidente di Slow Food Carlo Petrini, il Segretario Nazionale del movimento Silvio Barbero e la squadra al completo dei Master of Food coordinata dalla responsabile del progetto Valeria Cometti, insieme ai rappresentanti dei due sponsor principali, Consorzio Grana Padano e Schòltes.

Insieme all’attestato i premiati delle Condotte hanno ricevuto una quota societaria della Banca del Vino di Pollenzo e i soci un weekend all’Agenzia di Pollenzo o due magnum di Barolo e Nebbiolo del Roero.

“L’aria di Terra Madre si respira ancora, e dà nuova forza all’idea che il legame tra produttori e consumatori è la base di una società che crede in forme di agricoltura e allevamento sostenibili e intende il cibo come valore”: nelle parole di Silvio Barbero c’è la riconoscenza verso i produttori che sono stati a Palazzo del Lavoro in questi giorni e verso i consumatori altrettanto attenti e consapevoli che sono nell’Aula Magna del Gusto a ricevere questo riconoscimento, per la loro volontà di conoscere e diffondere la cultura gastronomica nella sua più completa espressione.

“Non potevo mancare – dice Carlo Petrini – perché voi siete la vita della nostra Associazione, esprimete il senso più alto, più nobile del lavoro di Slow Food: il consumatore che diventa coproduttore, conosce i processi produttivi, diffonde il valore della cultura agroalimentare” perché le generazioni future non perdano i piccoli tesori degli artigiani del cibo. Petrini ha premiato quanti hanno con costanza compiuto questo “atto di volontà e responsabilità” e ricorda a questi uomini e donne che Master of Food si diventa anche per godere meglio la vita. L’orgoglio che il conferimento di questo premio deve dare è in primo luogo quello di essere cultori del piacere, gusto-olfattivo e intellettuale, e di “appartenere a una gran bella compagnia”.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo