Slow Wine 2021: il 4 ottobre la presentazione della guida che unisce Terra Madre Salone del Gusto e la Milano Wine Week

L’undicesima edizione della guida, pubblicata da Slow Food Editore, sarà svelata il 4 ottobre durante la Milano Wine Week

Slow Wine 2021 è in stampa, pronta a essere spedita nelle librerie italiane e accompagnare una volta di più i lettori e gli appassionati nel mondo del vino. La guida pubblicata da Slow Food Editore sarà disponibile dal 14 ottobre, dieci giorni dopo la presentazione alla stampa del 4 ottobre, davanti a una selezione di 250 produttori provenienti da tutta Italia, nel corso di un convegno alla Milano Wine Week in cui si discuterà di comunicazione ai tempi del Covid-19.

Quest’anno la sfida di Slow Wine non è stata soltanto fare una buona guida, esaustiva, imparziale, capace di offrire un valore aggiunto a chi l’acquista. La prima sfida che si è affrontata quest’anno è stata un’altra, per certi versi ancor più concreta, più impellente: quella di trovare un modo per scrivere dovendo rinunciare a stringere la mano i produttori, a passeggiare tra i loro filari, a entrare nelle loro cantine, a chiacchierare fianco a fianco con loro.

L’occasione per ripensare un sistema

«Ripensare da zero un sistema che ha funzionato egregiamente negli ultimi vent’anni non è cosa semplice e non si improvvisa, eppure è quello che abbiamo dovuto fare in pochissimi mesi» spiega Giancarlo Gariglio, autore della guida Slow Wine 2021 insieme a Fabio Giavedoni. «Da tempo il commercio e la comunicazione del vino sono caratterizzati dal ricorso praticamente obbligato agli incontri diretti, all’assaggio delle bottiglie, ai viaggi intercontinentali e alla convivialità – prosegue – Da marzo in poi tutto questo è stato cancellato e le sfide che ha dovuto affrontare la filiera sono stati enormi».

Anche la guida Slow Wine ha dovuto sopperire a tutto questo. Tante le novità in questa undicesima edizione, ma a una cosa non ha rinunciato: al desiderio di indagine, di approfondimento, di conoscenza e di confronto con i produttori.

Parlare di una guida scritta nel 2020, un anno mai così agli antipodi da ciò che consideriamo ordinario, significa però necessariamente ragionare anche sulle difficoltà vissute e su come si è riusciti a superare gli ostacoli: «La presentazione di Slow Wine 2021, che si terrà il 4 ottobre durante le giornate della Milano Wine Week, dedicherà ampio spazio a un dialogo sul cambio di paradigma che ha subito il nostro mondo, sia su quello che è avvenuto sia su quello che accadrà e che potrà e dovrà cambiare nei prossimi mesi» aggiunge Gariglio.

Verso Terra Madre e oltre

Sempre il 4 ottobre, nel corso della mattinata, verranno annunciati i tre premi speciali che la guida di Slow Food assegna ogni anno: quello al giovane vignaiolo che più si è distinto nel 2020, quello alla carriera e infine il premio alla viticoltura sostenibile.

«Riteniamo che la Milano Wine Week sia ormai un evento di importanza strategica e siamo assolutamente onorati dell’invito che ci è stato fatto» afferma Fabio Giavedoni, co-autore della guida Slow Wine 2021. «In quest’anno eccezionale poi è ancor più importante creare occasioni di collaborazione tra manifestazioni e anche per questo motivo, grazie alla presentazione di Slow Wine in calendario il 4 ottobre, si crea un ponte ideale tra la Milano Wine Week e Terra Madre Salone del Gusto che comincerà l’8 di ottobre e durerà per sei mesi». Un altro grande evento che, seppur in modo diverso dal solito, accompagnerà chi crede in un cibo buono, pulito e giusto in un viaggio attraverso i cinque continenti, con eventi in tutto il mondo e tantissimi appuntamenti online.

L’appuntamento con la nuova Guida Slow Wine è in programma il 4 ottobre alle ore 10.30 a Milano presso la sala Orlando, Palazzo Castiglioni (Centro Congressi Confcommercio – corso Venezia, 47).

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo