Slow Food Editore presenta la Guida alle birre d’Italia 2021: i riconoscimenti per i migliori birrifici

Ecco i nuovi riconoscimenti per i migliori birrifici e le birre di ogni regione italiana

La Guida alle birre d’Italia di Slow Food Editore arriva in libreria in una rinnovata veste grafica più intuitiva e una nuova catalogazione dei riconoscimenti a birre e birrifici a servizio del lettore. Giunta ormai alla sua settima edizione biennale e con un totale di 1866 birre e 387 birrifici segnalati, si conferma una guida originale e completa, in grado di offrire un’istantanea del mondo brassicolo italiano contemporaneo di eccellenza. I curatori Luca Giaccone ed Eugenio Signoroni hanno diretto un gruppo di 90 collaboratori su un lavoro minuzioso e preciso ma non inutilmente tecnico, con l’obiettivo di raggiungere un pubblico ampio oltre la stretta cerchia degli appassionati. Allo stesso tempo, la nuova edizione è stata redatta con una maggior selettività per offrire al lettore una lista che funga realmente da guida nel mondo della birra italiana.

Prodotti e produttori sono pari protagonisti della Guida. In questa edizione, i riconoscimenti sono stati ripensati e semplificati arrivando a quattro categorie, due per le birre e due per i birrifici:

  • Le chiocciole, ovvero birrifici eccellenti e slow riconosciuti per la qualità e la costanza delle birre, ma anche per il ruolo svolto nel settore birrario nazionale, per l’identità e per l’attenzione al territorio e all’ambiente. In Guida sono presenti 34 chiocciole, e i nuovi ingressi dell’edizione 2021 sono: Birrificio Rurale (Desio, MB – Lombardia), Sièman (Villaga, VI – Veneto), Birrificio del Forte (Pietrasanta, LU – Toscana), Birrificio dell’Eremo (Assisi, PG – Umbria), Ca’ del Brado (Pianoro, BO – Emilia Romagna), Cantina Errante (Barberino Tavernelle, FI – Toscana), Casa Gori (Pienza, FI – Toscana).
  • Le eccellenze, un nuovo riconoscimento per i birrifici che esprimono un’elevata qualità media su tutta la produzione. In Guida sono presenti 73 eccellenze.
  • Le birre slow che, oltre a essere eccellenti per valore organolettico, sono in grado di emozionare, raccontare la storia di un territorio, essere un riferimento per la categoria o esemplari per un birrificio. In Guida sono presenti 127 birre slow.
  • Le birre imperdibili, particolarmente notevoli per le caratteristiche organolettiche di assoluto valore e per l’equilibrio complessivo. In Guida sono presenti 358 birre imperdibili.

Ad arricchire questa edizione della Guida, una sezione completamente nuova a chiudere ogni capitolo regionale dedicata ai locali che servono o vendono soprattutto birra artigianale italiana. Sono oltre 600 i pub, i beershop, le enoteche e i bar dove acquistare e bere segnalati in Guida.

Il panorama attuale della birra artigianale italiana è quanto mai florido, ponendosi sullo scenario internazionale con una chiara identità che rispecchia il territorio e la ricca cultura enogastronomica del nostro Paese. Da segnalare il primato delle menzioni in Guida che va al Piemonte, con 45 birrifici segnalati. Ai prodotti che si esprimono come migliori risultati di qualità della tradizione brassicola si affiancano nuove sperimentazioni di fermentazioni spontanee e ingredienti inediti, come nel caso delle IGA che avvicinano il mondo delle birre a quello del vino.

La Guida alle birre d’Italia vuole sostenere il rilancio di un settore che, seppur maturo, è stato fortemente colpito dall’emergenza sanitaria, ma che ha reagito prontamente reinventando nuovi legami tra produttore e consumatore.

I dati della Guida alle birre d’Italia 2021:

Data di pubblicazione: 1 luglio 2020
Collana: Guide Slow
Pagine: 624
Prezzo al pubblico: € 18,50

Le Chiocciole 2021

PIEMONTE

Elvo – Graglia (BI)

LoverBeer – Marentino (TO)

Montegioco – Montegioco (AL)

Croce di Malto – Trecate (NO)

Troll – Vernante (CN)

Beba – Villar Perosa (TO)

LIGURIA

Maltus Faber – Genova (GE)

LOMBARDIA

Elav – Comun Nuovo (BG)

Birrificio Rurale – Desio (MB)

Birrificio Italiano – Limido Comasco (CO)

Lambrate – Milano

Carrobiolo – Monza

Hammer – Villa d’Adda (BG)

ALTO ADIGE

Batzen – Bolzano-Bozen

VENETO

Ofelia – Sovizzo (VI)

Siemàn – Villaga (VI)

FRIULI VENEZIA GIULIA

Foglie d’Erba – Forni di Sopra (UD)

TOSCANA

Brùton – Lucca

Birrificio del Forte – Pietrasanta (LU)

UMBRIA

Birrificio dell’Eremo – Assisi (PG)

MARCHE

Mukkeller – Porto Sant’Elpidio (FM)

MC-77 – Serrapetrona (MC)

LAZIO

Hilltop – Bassano Romano (VT)

Vento Forte – Bracciano (RM)

ABRUZZO

Almond ’22 – Loreto Aprutino (PE)

Opperbacco – Notaresco (TE)

CAMPANIA

Sorrento – Massa Lubrense (NA)

Birrificio dell’Aspide – Roccadaspide (SA)

PUGLIA

Birranova – Conversano (BA)

B94 – Lecce

SARDEGNA

Barley – Maracalagonis (CA)

AFFINATORI

Cantina Errante – Barberino Tavarnelle (FI)

Ca’ del Brado – Pianoro (BO)

Casa Gori – Pienza (SI)

Le Eccellenze 2021

VALLE D´AOSTA

Les Bières du Grand St. Bernard – Gignod (AO)

PIEMONTE

Canediguerra – Alessandria

Civale – Alessandria

Aleghe – Giaveno (TO)

Birrificio della Granda – Lagnasco (CN)

CitaBiunda – Neive (CN)

Un Terzo – Pralungo (BI)

Kamun – Predosa (AL)

La Piazza – Torino

San Paolo – Torino

LIGURIA

Altavia – Sassello (SV)

LOMBARDIA

L’Orso Verde – Busto Arsizio (VA)

Menaresta – Carate Brianza (MB)

Vetra – Caronno Pertusella (VA)

Hop Skin – Curno (BG)

Manerba – Manerba del Garda (BS)

Extraomnes – Marnate (VA)

Porta Bruciata – Rodengo Saiano (BS)

Alder – Seregno (MB)

Birrificio Lariano – Sirone (LC)

Stradaregina – Vigevano (PV)

TRENTINO

BioNoc´ – Mezzano (TN)

Birra del Bosco – San Michele all’Adige (TN)

Rethia – Vallelaghi (TN)

VENETO

Crak – Campodarsego (PD)

32 Via dei Birrai – Pederobba (TV)

Mastino – San Martino Buon Albergo (VR)

FRIULI VENEZIA GIULIA

The Lure – Fogliano Redipuglia (GO)

EMILIA-ROMAGNA

Birrificio Valsenio – Casola Valsenio (RA)

Mazapégul – Civitella di Romagna (FC)

Argo – Collecchio (PR)

Dada – Correggio (RE)

La Buttiga – Piacenza

BiRen – Sant’Agostino (FE)

TOSCANA

Calibro 22 – Cavriglia (AR)

Lorem Ipsum – Dicomano (FI)

Piccolo Birrificio Clandestino – Livorno

Brasseria della Fonte – Pienza (SI)

Birrificio Saragiolino – Torrita di Siena (SI)

UMBRIA

Birra Perugia – Torgiano (PG)

MARCHE

Birrificio dei Castelli – Arcevia (AN)

Il Mastio – Colmurano (MC)

RentOn – Fano (PU)

Babylon – Folignano (AP)

Godog – Jesi (AN)

61cento – Pesaro

Birracruda – Pesaro

LAZIO

Ritual Lab – Formello (RM)

Eastside – Latina

Eternal City Brewing – Roma

Jungle Juice – Roma

Rebel’s – Roma

ABRUZZO

Bibibir – Castellalto (TE)

La Casa di Cura – Crognaleto (TE)

Anbra – Fossa (AQ)

Maiella – Pretoro (CH)

CAMPANIA

Karma – Alife (CE)

Okorei – Mariglianella (NA)

Serrocroce – Monteverde (AV)

Bella ’Mbriana – Nocera Inferiore (SA)

PUGLIA

Rebeers – Foggia

Birrificio Svevo – Modugno (BA)

BASILICATA

Birrificio del Vulture – Rionero in Vulture (PZ)

CALABRIA

De Alchemia – Saracena (CS)

Limen – Siderno (RC)

SICILIA

Alveria – Canicattini Bagni (SR)

Ballarak – Palermo

Yblon – Ragusa

Epica – Sinagra (ME)

SARDEGNA

Il Birrificio di Cagliari – Cagliari

P3 Brewing – Sassari

Mezzavia – Selargius (CA)

AFFINATORI

Klanbarrique – Limido Comasco (CO)

 

Per maggiori informazioni:
Ufficio stampa Slow Food Editore
Francesca Mastrovito
ufficiostampaeditore@slowfood.it
320 621 0718

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo