Slow Food Convivium Alto Adige inaugura il Mercato della Terra di Bolzano

Sabato 14 dicembre a partire dalle 10

via Dr. Streiter nella Piazzetta delle Campane

Prende il via sabato 14 dicembre il Mercato della Terra di Bolzano (Bozen Markt der Erde), promosso da Slow Food Convivium Alto Adige e patrocinato dall’Ente per il Turismo di Bolzano, in collaborazione con una selezione di produttori di piccola scala provenienti da tutta la provincia di Bolzano.

 

Programma della giornata:

 

Ore 10 – Inaugurazione ufficiale del Mercato della Terra di Bolzano/Bozen.

Ore 11 – Il rito del caffè con la comunità etiope e assaggio dello Zelten, dolce tipico di Bolzano a base di pane e pere.

Ore 12 – Gulaschssuppe e Santa Maddalena, il vino di Bolzano.

Ore 13 –  I trent’anni del Manifesto di Slow Food: sogno o son desto?. Incontro aperto al pubblico con i produttori dei Presìdi Slow Food del Trentino Alto Adige e la Fondazione Upad

Ore 14.30 – Bolzano fusion: Il panettone allo Strudel di Rudi Pertoll incontra il moscato del Trentino Alto Adige

Ore 17 – chiusura Mercato

Il Mercato è stato creato, in parte, proprio per offrire un luogo di incontro e di scambio per le piccole imprese del territorio, normalmente molto frammentate, che seguono il modello di produzione e distribuzione del cibo promosso da Slow Food. Il progetto ha inoltre l’obiettivo di diffondere la filosofia Slow Food a Bolzano e in Alto Adige, sensibilizzando la popolazione all’ampia presenza di cucine etniche presenti nel territorio di Bolzano, creando esperienze specifiche in collaborazione con le comunità locali di migranti. In particolare, Slow Food Alto Adige collabora da tempo con la comunità etiope di Bolzano per promuovere e sostenere la loro tradizione gastronomica.

Slow Food Alto Adige – Südtirol sarà presente al Mercato con uno stand con cucina per proporre materiale informativo dell’associazione, organizzare show cooking in collaborazione con i cuochi locali e i protagonisti dell’Alleanza Slow Food dei Cuochi, utilizzando i prodotti del Mercato della Terra.

Lo spazio sarà gestito in collaborazione con la cooperativa sociale senza scopo di lucro Officine Vispa e Cacciatori di Briciole e sarà un luogo per presentare le esperienze di integrazione locale in contesti gastronomici e culinari.

 

Una decina di produttori sono già attivamente coinvolti nel Mercato della Terra con una ricca offerta, che spazia dagli ortaggi e alla frutta fresca e stagionale, ai formaggi a latte crudo caprini, ovini e vaccini e ai prodotti trasformati di pera pala (composta, pere secche, sidro, liquore), un prodotto dell’Arca del Gusto. Ci sono anche diversi Presìdi Slow Food della regione, come il graukäse della Valle Aurina e i prodotti a base di carne ovina brillenschaf.

Tra i produttori è presente anche Agitu Ideo Gudeta, pastora etiope dell’azienda La Capra Felice con sede in Trentino, legata da sempre a progetti di cooperazione con l’Etiopia e l’associazione altoatesina Medici del Mondo, e sostenuta dall’associazione delle contadine sudtirolesi (16 mila aderenti). La presenza di questa azienda a Bolzano ha un alto valore simbolico.

 

Dove

Il Mercato si trova in via Dr. Streiter nella Piazzetta delle Campane, uno spazio privato di proprietà del Comune di Bolzano, adiacente allo storico cinema Capito. Un portico separa la piazza da una delle più belle vie pedonali del centro storico della città.

 

Quando

Ogni sabato fino al 4 gennaio a partire dalle 10. L’appuntamento e si ripeterà nel corso del 2020

Ecco i produttori attualmente coinvolti:

  1. Manna Organic: associazione di contadini presieduta da Harald Gasser che coltiva 400 varietà di verdure, fra cui numerosi ecotipi autoctoni. I produttori si alternano nella presenza al Mercato.
  2. Agitu ideo Gudeta, azienda la Capra Felice: formaggi di capra a latte crudo con razze di capre autoctone.
  3. Walter Tschennet, Tälerhof: prodotti trasformati di pera pala, una varietà antica presente nell’Arca del Gusto
  4. Michael Oberhollenzer: formaggi a latte crudo, sia ovini che vaccini (tra cui il graukäse della Valle Aurina).
  5. Oskar Messner, Furchetta: prodotti a base di carne di pecora di razza brillenschaf, Presidio Slow Food.
  6. Manfred Waldner: prodotti a base di carne di pecore della val Senales, una razza presente nell’Arca del Gusto.
  7. Azienda agricola Foradori, Myrta Zierock: produzione di verdure biodinamiche, formaggi a latte crudo di vacca grigio alpina, vini biodinamici.
  8. Kasergi Mittermair, Agnes Laner: graukäse della Valle Aurina, Presidio Slow Food
  9. Franz Egger: sidro e succo di mele tra cui la mela cotogna, topaz, gold rush e pilot e varietà antiche non identificate presenti sul suo maso.
  10. Zollweghof: piccola azienda vitivinicola biologica che produce vini da vitigni piwi, ovvero vitigni resistenti nati, soprattutto in ambito tedesco, da selezioni e incroci e naturalmente resistenti alle più importanti malattie fungine. Il loro impiego riduce drasticamente l’uso di prodotti di sintesi e facilita il lavoro dei viticoltori che spesso li scelgono per i vigneti  prossimi al domicilio familiare.
  11. Amò la Prelibateria, piccola azienda che produce formaggi a pasta filata con latte biologico proveniente solo dall’Alto Adige. Nel punto vendita è possibile trovare prodotti dei Presìdi Slow Food e prodotti etiopi come il teff e la sua farina, che verranno proposti nel corso dei laboratori organizzati nel Mercato.
Il progetto del Mercato della terra di Bolzano è finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione Generale del Terzo settore e della responsabilità sociale delle imprese – Avviso n.1/2018 “Slow Food in azione: le comunità protagoniste del cambiamento” ai sensi dell’articolo 72 del codice del terzo settore, di cui al decreto legislativo N. 117/2017
  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo