Produttori a scuola di… Cheese

Fervono i preparativi per l’edizione 2007 di Cheese. La Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus ha deciso di dare il via, nei giorni precedenti la manifestazione, a un corso di formazione specifica sulle principali tematiche (ambientali, culturali, economiche) legate all’universo caseario, rivolto a rappresentanti dei Presìdi Slow Food italiani e internazionali che verranno a Bra.

Una tre giorni di formazione (18-19-20 settembre) che prevede una parte teorica di lezioni da parte di tecnici, veterinari, affinatori, presso l’Università di Scienze Gastronomiche a Pollenzo, e una parte pratica in cui si visiteranno realtà modello della provincia di Cuneo, quali il Presidio tuma di pecora delle Langhe, il Presidio del castelmagno d’alpeggio e l’azienda Occelli Agrinatura di Valcasotto.

Le lezioni si terranno il 18 e il 20 settembre e tratteranno l’allevamento, il benessere animale, le razze autoctone, la filiera del latte crudo dalla mungitura alla stagionatura dei formaggi, le normative igienico sanitarie legate alle piccole produzioni, l’analisi organolettica e la degustazione.

La visita alle realtà produttive invece si svolgerà mercoledì 19 settembre e si pone l’obiettivo di consentire ai produttori di mettere in comune le loro problematiche e, attraverso la condivisione dell’esperienza, individuare il metodo di lavoro più adatto alla conservazione delle tecniche produttive tradizionali, nel rispetto dell’ambiente, del produttore e del consumatore. La visita prevede, inoltre, l’opportunità di vedere aziende vinicole significative per l’alto profilo qualitativo e perché esempi positivi di conduzione familiare.

Il programma di visite di mercoledì 19 settembre alle realtà produttive del cuneese propone ai produttori, divisi in gruppi, tre diverse possibilità:

Presidio Slow Food della tuma di pecora delle Langhe:
10.30: visita del Presidio presso Agriturismo Cascina Raflazz, via Viora 19, Paroldo – Si assiste prima alla lavorazione del latte e successivamente si visita l’allevamento
14.30: visita presso un mulino a pietra recentemente messo in funzione grazie a un finanziamento del Gal Mongioie per la realizzazione del progetto Dal seme al biscotto. La farina macinata si utilizza per produrre le paste di meliga, Presidio Slow Food.
16.00: trasferimento a Murazzano e visita del Santuario (prima metà del ‘600) e della Torre (sec. X), dalla cui sommità si gode uno spettacolare panorama, dalle Alpi alla pianura passando per le Langhe.
17.30: visita presso la cantina Azienda Agricola Abbona Anna Maria, Frazione Moncucco, 21 – 12060 Farigliano

Presidio Slow Food del castelmagno d’alpeggio:
10.30: visita allo stabilimento – distilleria Bordiga, via Valle Maira 98, Regione Confreria, Cuneo – Antica distilleria specializzata nella produzione di liquori di erbe alpine come il Genepy, l’Arquebuse, il Centerbe.
14.30: visita al centro di stagionatura del Castelmagno (struttura del Presidio) presso Terre di Castelmagno, Frazione Chiappi – Castelmagno
16.30: visita agli alpeggi Grange, Rudu, Grange Nollo. Attività di mungitura e produzione del castelmagno d’alpeggio

Azienda Occelli Agrinatura e Presidio delle paste di meliga del monregalese:
10.30: visita presso la Casera del raschera d’Alpeggio, Occelli Agrinatura – Loc. Scarrone 2 Farigliano
12.30: trasferimento in Valcasotto per visita alla Stagionatura Occelli in cui ci sarà una breve presentazione di Occelli Agrinatura da parte del proprietario Beppino Occelli e una breve presentazione del Presidio delle paste di meliga del monregalese da parte del referente del Presidio Gianni Ferrero
16.30: trasferimento a Mondovì, visita della piazza del paese
17.30: trasferimento a Vicoforte e visita del Santuario famoso per la sua imponente cupola ellittica