In libreria la Guida agli extravergini 2004

La Guida agli Extravergini giunge alla sua quarta edizione e ha visto all’opera, come già negli anni precedenti, le commissioni di esperti di Slow Food, coordinati da Diego Soracco e Tiziano Gaia, che hanno curato la nuova edizione.
La pubblicazione, presentata il 1 di aprile presso lo stand di Slow Food a Vinitaly, costituisce un vero e proprio “viaggio di scoperta”: emerge il quadro di un’Italia di piccole e medie aziende agricole, frantoi artigianali e selezionatori d’eccellenza, impegnati sul territorio nazionale a ottenere prodotti di punta, salubri, caratteristici del territorio di origine.

Si registra per l’edizione 2004 un sensibile aumento delle realtà censite rispetto allo scorso anno, 416 contro le 373 del 2003: segno, questo, di un confortante progresso del comparto olivicolo italiano, pur alle prese con difficoltà di ordine climatico che in alcuni comprensori hanno pesantemente condizionato le rese.

Come è prassi per le guide targate Slow Food, anche questa esprime giudizi e valutazioni sui campioni assaggiati (alla cieca, da panel di degustatori raggruppati su scala regionale): i punteggi sono simboleggiati sulle pagine di Guida agli extravergini 2004 dalle “olive”; dalla semplice segnalazione per oli corretti ma senza doti spiccate di personalità, fino al traguardo massimo delle Tre Olive, per prodotti eccezionali sotto il profilo organolettico.
Dalla recente tornata di assaggi sono emerse 24 Tre Olive in tutta Italia.

La Sicilia guida la speciale classifica delle regioni più premiate con ben 4 oli “top”. A seguire Campania, Marche e Toscana, con 3 oli premiati.

Tra le curiosità della nuova Guida, che di ogni azienda racconta storia, criteri produttivi e caratteristiche dei singoli oli, emerge un convincente avanzamento delle regioni del Centro-Nord: in un processo per così dire inverso rispetto al vino, la cultura dell’extravergine sta pian piano facendosi strada in regioni storicamente poco vocate o propense all’olivicoltura. Succede così che il Veneto sia tra le prime regioni per numero di aziende inserite (ben 32) e che la somma di tali aziende con quelle di Lombardia, Friuli e Trentino dia un numero non lontano dal dato della Sicilia, blasonato bacino produttivo con tradizioni millenarie.

Di ogni azienda sono stati inseriti fino a tre selezioni di extravergini: il totale parla di 535 oli valutati e descritti, un record anche questo.

Gli Extravergini “Tre Olive” 2003-2004
Abruzzo e Molise
Olio Extravergine di Oliva Colonna – Marina Colonna
Olio Extravergine di Oliva di Virginio – Agricola Fratianni
Olio Extravergine di Oliva L’Olio di Aladino e Felice – Aladino e Felice Stante
Campania
Olio Extravergine di Oliva Hirpus Ravece – Hirpus
Olio Extravergine di Oliva Ortice – Zamparelli
Olio Extravergine di Oliva Racioppella – Olivicola Titerno
Lazio
Olio Extravergine di Oliva Tre Colli Biologico – Biologica Tre Colli
Liguria
Olio Extravergine di Oliva Electum Dop R.L. Riviera dei Fiori – La Rocca di San Nicolao
Olio Extravergine di Oliva Varietà Taggiasca – Gocce d’Olio
Marche
Olio Extravergine di Oliva Capsula Verde – Azienda Agraria Guerrieri
Olio Extravergine di Oliva Cru Aroli Rosciola – Frantoio Oleario Gianni Giacani
Olio Extravergine di Oliva Raggiola – La Collina
Puglia
Olio Extravergine di Oliva Marcinase Dop Terra di Bari Fruttato Intenso
Gregorio Minervini
Olio Extravergine di Oliva Rainolfo Conte d’Aversa – Di Gregorio
Sardegna
Olio Extravergine di Oliva Riserva del Produttore Biologico – Accademia Olearia
Sicilia
Olio Extravergine di Oliva Baglio Ballotta Biancolilla – Baglio Ballotta
Olio Extravergine di Oliva Baglio Ingardia – Baglio Ingardia
Olio Extravergine di Oliva Borgo Antico Biologico – Azienda Agricola Gerace
Olio Extravergine di Oliva Nobile Biologico – Azienda Agricola Nobile
Toscana
Olio Extravergine di Oliva – Tenuta La Parrina
Olio Extravergine di Oliva Dop Chianti Classico – Castello di Ama
Olio Extravergine di Oliva Olivastra Seggianese – Frantoio Franci
Umbria
Olio Extravergine di Oliva Dop Umbria Colli Martani – Lungarotti
Olio Extravergine di Oliva Lirys Monocultivar Moraiolo – Molino Il Fattore

Prezzo di copertina 13,00 euro.

Ufficio stampa Slow Food:
Valter Musso, Alessandra Abbona, Paola Nano tel. 0172 419615 /666 /645, fax 0172 421293
e-mail v.musso@slowfood.it – s.abbona@slowfood.it – p.nano@slowfood.it