Il Salone del Gusto a quota 90.000 visitatori

Al suo terzo giorno il Salone del Gusto veleggia verso i 90.000 visitatori.
Sabato 23, infatti, circa 35.000 persone hanno varcato la soglia del Lingotto: sempre più numerosi i giovani e i visitatori stranieri, a dimostrazione della formula indovinata di un evento che riesce a mettere insieme gusto, cultura ed educazione.

La giornata di sabato, inoltre, è stata ravvivata dai colori dei molti delegati di Terra Madre che, a conferenza ultimata, hanno deciso di vedere il luogo dove in parte di realizza quanto al Palazzo del Lavoro si era discusso.

Tra le bancarelle del Mercato del Mondo ecco gli Indios Kraho, le donne berbere marocchine, i Sami della Scandinavia.
Tra la folla anche volti noti della politica e dello spettacolo: Piero Fassino, segretario nazionale dei DS, Guglielmo Epifani, segretario nazionale CGIL, e Michele Vietti, sottosegretario alla Giustizia, quindi l’attore e regista Michele Placido, nello stand della Regione Puglia.

Sono inoltre attesi oggi presso lo stand della Provincia di Torino: Ricky Tognazzi e Simona Izzo.
La presenza internazionale si fa sentire anche allo stand Slow Food dove aumentano e si diversificano sempre più le adesioni: si registrano infatti nuovi soci in Turchia, Ungheria, Messico, Marocco.

L’onda lunga di Terra Madre si fa sentire: gli agricoltori e i pastori nomadi delle terre aride del Kenya settentrionale hanno voluto ricevere tutte le informazioni necessarie per aprire un convivium Slow Food.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo