I Laboratori della Terra

Nella mattinata di giovedì 21 ottobre numerosi delegati di Terra Madre si sono confrontati sul rapporto tra agricoltura, scuola e cibo nell’ambito del Laboratorio “A scuola di cibo, a scuola di agricoltura”.

In una sala gremita di pubblico attento e partecipe oratori in rappresentanza dei diversi continenti hanno illustrato il nuovo e singolare rapporto che si sta creando tra l’agricoltura e il sistema formativo. In un numero crescente di realtà scolastiche di ogni ordine e grado, dalle Americhe all’Europa passando per l’Africa e l’Asia, l’insegnamento ai ragazzi delle pratiche e dei saperi agricoli essenziali si è rivelato fondamentale nel salvaguardare e diffondere conoscenze altrimenti confinate nei campi.

Alice Waters, vice presidente di Slow Food International e convinta sostenitrice di questo progetto formativo, ha illustrando il caso dello School Garden da lei promosso presso la “Martin Luther King School” di Berkeley (California). Ha così dimostrato che “in un contesto sociale degradato il recupero di una migliore dimensione di vita e di corrette abitudini alimentari può passare anche attraverso un piccolo orto scolastico”. Questa esperienza, come le altre illustrate dagli intervenuti, dimostra che tale attività in poco tempo con semplicità e naturalezza modifica stili di vita (riducendo la sedentarietà e l’obesità degli adolescenti), educa al gusto, trasmette conoscenze manuali e intellettuali altrimenti difficilmente acquisibili e, non ultimo, si rivela un formidabile volano per l’agricoltura biologica.

Se Alice Waters ha portato la sua esperienza di chef “al servizio dell’orto scolastico”, il laboratorio ha registrato anche la testimonianza di insegnanti, addette alle mense scolastiche e persino animatrici di orti gestiti da carcerati, esperienze certo diverse ma accomunate dall’importanza attribuita alla cultura del lavoro e del cibo.